Sul palco Jona's Blues Band, Mario Donatone Quintet, Muddy Roosters

Tre band tra le più quotate del panorama capitolino e nazionale a condividere un palcoscenico che apre le porte al blues e alla musica d'oltreoceano. Giovedì 19 luglio l'appuntamento è con la prima edizione del Pinispettinati Blues Festival che si terrà presso i Pinispettinati, location suggestiva che ospita da tempo diverse rassegne musicali. Ad alternarsi sulla scena, in questa splendida cornice ideale per la musica live, la Jona's Blues Band, Mario Donatone Quintet e i Muddy Roosters, ovvero tre realtà assai attive nel territorio romano, con innumerevoli live e collaborazioni alle spalle.

La Jona's Blues Band è un gruppo storico del blues capitolino, in attività dal 1985 è composta ancora per 3/4 da membri originali. Negli anni ha collaborato con Harold Bradley, Herbie Goins, Shawn Logan, Chicago Beau, e con il bluesman di Chicago Fernando Jones con cui ha realizzato il cd "'Jona's meets Jones"(2015 Sifare) Nel precedente cd "Back to life" (2010 Sifare) hanno collaborato personaggi come Renzo Arbore (voce Beale st blues), Rodolfo Maltese (Banco), Fulvio Tomaino, Michael Supnick, Eric Daniel ed il regista attore Carlo Verdone (note di copertina e batteria in Trouble). Con lo stesso regista la band aveva collaborato per le colonne sonore di tre dei suoi films. Nel 2016 la band ha avuto l'onore di organizzare un concerto in memoria del cantante Herbie Goins con la partecipazione di Paul Jones, storico esponente del British blues (Manfred Mann, The Blues Band).

Mario Donatone Quintet: artista poliedrico e versatile, con alle spalle innumerevoli collaborazioni Mario Donatone è un "pianista - cantante" unico nel suo genere. In Italia infatti è uno dei pochi musicisti che ha saputo regalare una dimensione artistica a questo tipo di approccio che negli Stati Uniti ha, invece, una lunga tradizione artistica con il jazz, il blues ed il soul. E' uno dei pochi, inoltre, a sapersi muovere in quel territorio definito "crossover" all'interno del quale si fondono i linguaggi di diverse dimensioni musicali. Grazie a queste doti artistiche Mario Donatone ha avuto il merito di approcciarsi al grande Ray Charles recuperando il sound sanguigno degli esordi, prima che eleggesse la big band a definitivo strumento di accompagnamento della sua voce.  In questa occasione speciale Mario Donatone sarà in concerto alla testa di un quintetto per un viaggio verso la tradizione blues, dei più grandi musicisti d'oltreoceano. Un'occasione imperdibile per un viaggio profondo verso l'America con una formazione in quintetto che, oltre ad essere molto compatta, dà una grande importanza all'approccio vocale e corale.

I Muddy Rosters sono una band nata per intraprendere un percorso musicale di studio e diffusione del Chicago Blues, evoluzione del delta blues e la base sulla quale è stato fondato il successo di tutte le grandi band della storia della musica rock, dai led zeppelin ai rolling stone, ai beatles, ai fleetwood mac, ai cream ecc. Molte sono state in quegli anni le incursioni di questi gruppi nel mondo del Blues elettrico, e le collaborazioni con i grandi bluesman statunitensi, a partire da Muddy Waters, Howlin Wolf e Willie Dixon. Proprio da quest'ultimo, i Muddy Rosters sono partiti per realizzare il loro nuovo album, un omaggio rispettoso e sincero al padre del Chicago Blues, cantante, compositore musicista e primo produttore di colore della storia.  Nell'album monografico ripercorrono con ogni brano il percorso musicale ed artistico di WILLIE JAMES DIXON, dal big tree trio fino ai grandi successi della chess records. Dieci brani elettrici e due acustici riarrangiati e registrati come si faceva negli anni 50' a chicago, tutti insieme in sala di incisione, il tecnico dietro al vetro, il batterista batte il tre e si parte.

Pini Spettinati Blues Festival

Pinispettinati,

Jona's Blues Band

Marco Corteggiani: armonica e voce

Gianni Franchi: basso e voce,

Ranieri De Luca: batteria,

Daniele Marcante: chitarra e voce.

Mario Donatone Quintet

Mario Donatone: piano e voce

Angelo Cascarano: chitarra elettrica/basso elettrico/voce

Roberto Ferrante: batteria/voce

Isabella del Principe: voce

Giò Bosco: voce

Muddy Roosters

Stefano Carboni: voce, armonica, CigarBox Guitar

Luca Casagrande: chitarra elettrica

Salvatore Leggieri: batteria

Stefano Scoarughi: basso elettrico

Roberto Lanzo: piano & hammond


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma