Il concerto chiude la terza edizione dell'OSTIA ANTICA FESTIVAL - Il Mito e il Sogno

Parte nel 2005 la carriera dei Pink Floyd Legend a oggi riconosciuti come il gruppo italiano che rende il miglior omaggio alla musica dei Pink Floyd, grazie alla realizzazione di show perfetti, frutto dello studio approfondito delle partiture e dei concerti live che la band inglese ha proposto nel corso degli anni.

Solo negli ultimi tre anni la band ha contato più di 40000 spettatori che hanno assistito ai loro spettacoli in teatri e festival di chiara fama internazionale, grazie anche alla realizzazione unica del capolavoro Atom Heart Mother, la celebre suite per orchestra e coro, che dal 2012 a oggi, a ogni rappresentazione, ha incassato il "tutto esaurito" (come al Teatro Olimpico e l'Auditorium della Conciliazione di Roma, allo Sferisterio di Macerata, al teatro Romano di Ostia Antica e al Teatro degli Arcimboldi di Milano), coinvolgendo le platee più traversali e spazi di  spettacolo unici per importanza e connotazione.

Sulla scia di questi ultimi successi, e facendo forza sulla contestualizzazione degli spettacoli negli spazi in cui vengono ospitati, a Ostia antica la band propone questo spettacolo il cui repertorio prevede l'esecuzione dei grandi classici comprensivi dei brani che i Pink Floyd eseguirono dal vivo nel leggendario concerto-evento del 1971 "Live At Pompeii".

LO SPETTACOLO

Lo spettacolo "Live At Ostia Antica" si sviluppa attraverso l'esecuzione dei grandi classici, comprensivi dei brani che la band eseguì dal vivo nel leggendario concerto-evento del 1971 "Live At Pompeii", la prima metà e il finale di Echoes, One of These Days, e A Saucerful of Secrets, calato in una cornice scenografica che riproduce la suggestione delle atmosfere, dei suoni e delle luci dell'originale. Per questo i Legend scelgono di suonare questo live tutto d'un fiato concentrandolo in un'unica metà del loro spettacolo, nella originaria formazione a quattro, e dando spazio all'improvvisazione per ricreare il sound psichedelico e inconfondibile dei Pink Floyd del primo periodo.

Prima di essere suonato, il Live At Pompeii va infatti "sentito e vissuto" tanto è particolare nella scelta dei brani, nella modalità di esecuzione e nell'arrangiamento. Qui si vedono i veri Pink Floyd, grandi improvvisatori e creatori di incredibili atmosfere e sonorità senza l'utilizzo di effetti speciali, ma con il solo ausilio della strumentazione di base.

Non a caso la cornice essenziale per la realizzazione dello show è l'utilizzo della stessa strumentazione dell'originale: il grande gong al centro della scena è quello utilizzato da Waters con tanto di fiamme; la batteria ha le stesse decorazioni sulla doppia cassa come quella di Mason; la chitarra è la Black Strat di Gilmour dal primo aspetto con il palettone anni 70' e il battipenna bianco; il basso è il Sunburst con il battipenna tartarugato; infine l'organo è il Farfisa Compat Duo con il quale Wright riusciva a creare le sue indimenticabili melodie e le celestial voices di A Saucerful of Secrets.

L'intero spettacolo è accompagnato da stralci di immagini tratte dal film, proiettate sul megaschermo circolare di 5 metri di diametro situato, nel rispetto della migliore tradizione floydiana, sullo sfondo del palco.

Durante il resto del concerto, i Pink Floyd Legend vengono affiancati da altri 6 musicisti per riproporre i grandi classici dei Pink Floyd, tutti insieme, in un grande ensemble musicale e vocale.

FABIO CASTALDI – Basso, Voce, Gong

ALESSANDRO ERRICHETTI – Chitarra, Voce

EMANUELE ESPOSITO – Batteria

SIMONE TEMPORALI – Tastiere, Voce

con

PAOLO ANGIOI – Chitarra acustica, elettrica e 12 corde, Basso, Voce

MICHELE LEISS – Sassofono

MARTINA PELOSI – Cori

SONIA RUSSINO – Cori

GIORGIA ZACCAGNI – Cori

ANDREA ARNESE – Video/Audio Effects, Keytar, Chitarra acustica

Con questo appuntamento si conclude l'OSTIA ANTICA FESTIVAL - Il Mito e il Sogno, la terza edizione della rassegna che si svolge al Teatro Romano organizzata dal consorzio di imprese "Antico Teatro Romano" in collaborazione con il Parco Archeologico di Ostia antica.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma