Due gruppi che hanno fatto la storia della musica indipendente italiana

Sabato 18 luglio all’Andrea Doria Concert Hall si esibiranno due gruppi che hanno fatto la storia della musica indipendente italiana. I Post-CSI presenteranno “Breviario Partigiano” e tutto il meglio della produzione dei CCCP e dei CSI. Insieme a loro i Diaframma di Federico Fiumani, che di recente ha pubblicato un nuovo video con il suo vecchio amico Piero Pelù dei Litfiba, e che da 30 anni lavora a pieno ritmo con la sua band.
In occasione del Settantennale della Festa della Liberazione, Massimo Zamboni propone ai musicisti dei CSI di ritrovarsi, quindici anni dopo lo scioglimento, attorno a un nuovo progetto sul tema partigiano, confrontandosi con loro su pensieri e canzoni. A fine gennaio 2015, viene lanciata una campagna su Musicraiser per la produzione di un cofanetto dal titolo Breviario Partigiano. La campagna raggiunge l'obiettivo minimo previsto in meno di 24 ore e lo quadruplica. Un risultato straordinario. Da lì una serie di concerti di successo che arriva a Roma. Partendo da una vicenda privata e da un racconto sulla propria storia familiare, Breviario Partigiano, verrà anche proposto come film “Il nemico – un breviario partigiano”, diretto da Federico Spinetti e prodotto da Lab 80 film, in cui si intrecciano il racconto della controversa storia familiare di Massimo Zamboni, la documentazione del lavoro che ha portato alla nascita del nuovo brano “Il nemico” dei Post CSI (all’interno dello storico Teatro di Gualtieri) e una riflessione sulle complessità dell’antifascismo e della memoria che si snoda attraverso le parole dello stesso Zamboni.
I Diaframma sono uno di quei gruppi che hanno fatto la fortuna del rock italiano e toscano negli anni 70 e i primi anni 80. Il disco “Siberia”, un lavoro orientato verso il genere post punk con testi molto legati alle tematiche simboliste care alla new wave dell'epoca, è considerato come un caposaldo della musica italiana. Non a caso Rolling Stone lo ha collocato al settimo posto dei migliori 100 dischi prodotti nel nostro paese.
Ancora in attività dopo numerosi cambi di formazione e un temporaneo scioglimento formazione, grazie alla diffusione di internet, inizia una riscoperta di culto del gruppo fiorentino che porterà nel 2005 alla pubblicazione di Passato, presente, album contenente versioni inedite e remix di classici interpretati tra gli altri da Subsonica, Madaski e Cristina Donà; e nel 2008 all' album tributo Il dono - Artisti vari interpretano i Diaframma contenente cover di artisti come Le luci della centrale elettrica, Dente, Marlene Kuntz, Tre allegri ragazzi morti, Zen Circus, ecc. Da qui una fitta attività di composizione e live che segnano ufficialmente una seconda giovinezza per i Diaframma.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma