Andrea Oliva, Carlo Parazzoli e Luca Sanzò all'Oratorio del Gonfalone

Serenate in Trio

Max Reger (1873-1916)

Serenata op. 77a per flauto violino e viola

Allegro

Andante semplice con variazioni

Presto

Serenata op. 141a per flauto violino e viola

Vivace

Larghetto

Presto

Ludwig van Beethoven

Serenata in re maggiore op. 25 per flauto violino e viola.

Allegro

Tempo ordinario d'un menuetto

Allegro molto

Andante con variazioni

Allegro scherzando e vivace

Adagio-Allegro vivace e disinvolto

Andrea Oliva flauto

Carlo Parazzoli violino

Luca Sanzò viola

Andrea Oliva è primo flauto solista dell' Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e docente principale di flauto presso il Conservatorio della Svizzera italiana a Lugano.

Vincitore di più di una decina di concorsi internazionali tra i quali spicca il Primo premio al Concorso internazionale di Kobe in Giappone (2005), unico italiano ad aver conseguito tale riconoscimento.

Giovanissimo membro della GMJO e della Karajan Akademie Berlin è stato invitato nel ruolo di primo flauto, a soli 23 anni, ai Berliner Philharmoniker suonando sotto la direzione di C. Abbado, V. Gerghiev, S. Oramo e M. Jansons.

Si è esibito come solista dagli USA al Giappone e più volte con l'Orchestra Santa Cecilia diretto da C. Hogwood, M.W. Chung, M. Honeck (M. A. Dalbavie Flute Concerto, prima italiana) e A. Pappano (C. Nielsen Concerto - Video Live su Rai 3).

E' membro del GlobeDuo, flauto e chitarra con C. Savarese e del 'Quintetto di fiati Italiano' formato da prime parti dell'Orchestra di Santa Cecilia e del Concertgebow di Amsterdam. 

Ha inciso per Le chant de Linos, Amadeus, Brillant (Duttileux e Saint-Saëns), Wide Classique ('Globe', vincitore del Los Angeles Award 2013) per la Hyperion ('Bach Flute Sonatas' con A. Hewitt al piano) e per la SONY (G. F. Ghedini 'Sonata da concerto' - flauto solista con ORT orchestra Toscana, D. Rustioni dir.).

Oliva suona un flauto Muramatsu 14k All Gold SR appositamente progettato per lui.

Carlo Parazzoli è dal 1999 primo violino solista dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia con la quale ha suonato nelle piu' prestigiose sale e con i più grandi direttori mondiali.

Nato a Milano, si è diplomato presso il Conservatorio della sua città, in seguito ha conseguito presso il Conservatorio Superiore di Ginevra il "Premier Prix de Virtuositè".

E' stato primo violino solista dell'Orchestra Stradivari fondata e diretta dal M°Daniele Gatti.

Ha collaborato come violino di spalla con tutte le maggiori orchestre italiane. E' stato primo violino del Quartetto "G.Chigi", gruppo ufficiale dell'Accademia Chigiana di Siena.

Come camerista si è esibito con grandi musicisti quali Sawallisch, Lonquich, Chung, Pappano, Galliano, Kavakos, Lang Lang e Martha Argerich.

Ha eseguito il Doppio Concerto di Brahms con l'orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia, la Sinfonia Concertante di Haydn sotto la direzione del M° Pappano, il Triplo Concerto di Beethoven con A. Lonquich.

Suona il violino Nicola Amati del 1651 della Fondazione "Pro Canale".

E' accademico di Santa Cecilia.

Luca Sanzò, allievo di Bruno Giuranna, svolge attività concertistica, discografica e didattica. Ha effettuato concerti in tutto il mondo, ospite di importanti sale e prestigiosi festival di musica da camera, di musica contemporanea ed elettronica. E' molto attento alla produzione e alla diffusione della nuova musica, della quale è un apprezzato esecutore, molti compositori lo hanno eletto dedicatario ed interprete di riferimento dei propri lavori. Fa parte del PMCE, Parco della Musica Contemporanea Ensemble, gruppo residente nel parco della musica di Roma, specializzato nella musica del '900 e contemporanea. E' fondatore del Quartetto Michelangelo, inoltre è regolarmente invitato, insieme a musicisti di tutto il mondo, all'annuale Rome Chamber Music Festival. Ha collaborato, in qualità di prima viola solista, con il Teatro dell'Opera di Roma, il Teatro Lirico di Cagliari e Concerto Italiano, gruppo con il quale ha approfondito, con i migliori strumentisti del settore, le sue conoscenze volte ad una esecuzione filologicamente consapevole della musica barocca, attraverso l'utilizzo di strumenti originali.Ha pubblicato, per Ricordi, una revisione dei 41 Capricci di Campagnoli per viola sola ed è titolare della cattedra di viola presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma. Ha inciso per Nuova Era, Bottega Discantica, BMG Ricordi, Opus 111, Tactus, Edi Pan, Stradivarius, Naïve, Chandos, Naxos e, per Brilliant Classics, l'integrale delle sonate per viola e pianoforte e per viola d'amore e pianoforte di Hindemith, e delle sonate di Brahms.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma