I lunedì musicali al PIMS presentano un affascinante e lungo viaggio nella vocalità, dal Medioevo ai nostri giorni. Lunedì 18 febbraio alle 20 nella Chiesa di S. Agostino l’Ensemble Octoclaves della Cappella Sistina diretto da Walter Marzilli presenta Da Notre Dame.
La musica francese antica e moderna. Si tratta di un percorso di quasi nove secoli attraverso i protagonisti della musica sacra francese e fiamminga, da Perotinus a Messiaen, passando per i maestri della polifonia rinascimentale Josquin des Pres e Pierre de la Rue.

Da Notre Dame - La musica francese antica e moderna

Magister Perotinus (XII sec.): Beata Viscera, per voce sola
Guillaume Bouzignac (attribuita a) (ca. 1592-post 1641), Ave Maria, per solo e coro
Pierre de la Rue (1452-1518), Ave regina coelorum
Jean Mouton (1459-1522), Ave Maria
Loyset Compère (1445-1518), Crucifige, per voci maschili
Josquin des Prez (1450-1521), Ave Maria

* * *

Marcel Dupré (1886-1971), Alma redemptoris mater, per coro e organo (organista Marialuisa Veneziano)
Francis Poulenc (1899-1963), Timor et tremor
Olivier Messiaen (1908-1992), O sacrum convivium
Maurice Duruflé (1901-1986), Ubi charitas
Maurice Duruflé, Tu es Petrus

Il gruppo vocale Octoclaves, a voci pari virili, si è costituito a Roma nel maggio del 2003 dall’incontro di alcuni musicisti professionisti attivi presso le più importanti realtà musicali italiane. I punti di forza del gruppo, realizzati grazie ad un attento lavoro di concertazione, sono la vocalità e il particolare colore dell’amalgama. L’intento è quello di ricercare l’antico suono corale del Rinascimento attraverso la particolare conformazione fonica del gruppo, che è caratterizzato dalla presenza della voce di sopranista-falsettista. Il repertorio parte dal canto gregoriano, si muove attraverso le trame polifoniche della scuola romana e di quella fiamminga, passa attraverso le varie forme della polifonia e arriva fino agli stilemi del comporre moderno. I componenti del gruppo vocale hanno svolto la loro attività da solisti e in gruppo sia nel territorio nazionale: Roma, Milano, Verona, Ravenna, Firenze, Bari, Reggio Calabria, Erice ecc., che all’estero: Giappone, America, Montenegro, Albania, Croazia, Ungheria, Germania, Spagna, riscuotendo l’apprezzamento del pubblico e il riconoscimento della critica per la fedeltà interpretativa, l’espressività e l’originalità artistica. Dal 2009 l’ensemble vocale è diretto da Walter Marzilli.

Walter Marzilli è nato nel 1957. Si è diplomato in Canto Gregoriano, Pedagogia musicale, Musica Corale e Direzione di Coro presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma, dove ha conseguito anche il Dottorato in Musicologia. In Germania ha ottenuto la specializzazione nella musica per coro e orchestra e ha conseguito il perfezionamento in Pedagogia musicale. E’ membro delle Commissioni Artistiche dell’Associazione Cori della Toscana, dell’Associazione Regionale Cori del Lazio e del Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma. In qualità di musicologo e direttore di coro è stato invitato in Italia, Inghilterra, Spagna, Francia, Svizzera, Germania, Olanda, Polonia, Ungheria, Libano e Brasile. E’ chiamato frequentemente a tenere Master Classes e corsi di perfezionamento sulla direzione di coro e la vocalità presso importanti istituzioni culturali, ed è spesso invitato nella giuria di concorsi di canto corale in Italia e all’estero, come membro e presidente di giuria. E’ direttore del Coro Polifonico del Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma, del Coro Regionale della Calabria, de I Madrigalisti di Magliano in Toscana e dell’ensemble vocale professionistico Octoclaves. Ha diretto molte volte alla presenza degli ultimi due pontefici in solenni liturgie e importanti atti accademici. Su incarico della Feniarco cura la selezione delle voci italiane per l’ammissione al Coro Giovanile Mondiale. È insegnante di canto presso il Collegio Internazionale Sedes Sapientiae a Roma, dove è anche direttore del Dipartimento di Musica, ed ha insegnato presso il Pontificio Seminario Francese e l’Accademia Italiana dell’Opera Lirica. È docente di Direzione di Coro al Conservatorio F. Cantelli di Novara. Insegna Psicoacustica presso il Centro Europeo di Arti-terapia di Salerno, specializzazione in Musicoterapia e Direzione di Coro presso la Scuola Superiore per direttori di coro della Fondazione Guido d’Arezzo. È professore Ordinario di Direzione Corale presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra.

Cenni storici

Il Pontificio Istituto di Musica Sacra è stato fondato da San Pio X nel 1910 con la denominazione di "Scuola Superiore di Musica Sacra". La scuola fu aperta il 3 gennaio 1911 e confermata con il breve Expleverunt del 4 novembre dello stesso anno. Il 10 luglio del 1914, con un rescritto della Segreteria di Stato, la Scuola fu dichiarata Pontificia e le fu concessa la facoltà di conferire i gradi accademici. Pio XI, con il motu proprio Ad musicæ sacræ restitutionem (22 novembre 1922) ne diede gli statuti, confermando l'immediata dipendenza dalla Sede Apostolica. Con la costituzione apostolica Deus scientiarum Dominus (24 maggio 1931), la Scuola - denominata Pontificio Istituto di Musica Sacra - è stata inclusa tra le università e facoltà pontificie. Pio XII raccomandò vivamente la frequenza dei corsi attraverso una lettera della Segreteria di Stato all'episcopato di tutto il mondo (22 novembre 1953) e nell'enciclica Musicæ sacræ disciplina (25 dicembre 1955). Nell'Istruzione sulla Musica Sacra e la Sacra Liturgia del 3 ottobre 1958, la Sacra Congregazione dei Riti ha rilevato la priorità dell'Istituto romano rispetto alle istituzioni similari. Giovanni XXIII, in occasione del 50° anno di fondazione, con la lettera apostolica Iocunda laudatio ne esaltava l'operato e istituiva un sezione di musica per le missioni (8 dicembre 1961). Paolo VI, con il chirografo Nobile subsidium liturgiæ (22 novembre 1963) ha istituito la Consociatio Internationalis Musicæ Sacræ, la cui segreteria ha sede nell'Istituto e il 10 maggio 1975 ha fondato la Scuola di semiologia gregoriana.

Giovanni Paolo II nel 1983 ha assegnato all'Istituto l'intero immobile dell'abbazia di San Girolamo in Urbe, ove, dall'anno accademico 1984-1985, si svolge l'attività didattica e liturgica.Il 19 gennaio 2001, nel 90° anniversario di fondazione del Pontificio Istituto di Musica Sacra e a conclusione delle celebrazioni in memoria di Mons. Higini Anglès, Preside dell'Istituto dal 1947 al 1969, il corpo docente e il personale dell'Istituto sono stati ricevuti in udienza particolare da S. S. Giovanni Paolo II.
In quell’occasione il Santo Padre ha tracciato autorevolmente le vie maestre della musica sacra, testimoniando la Sua alta considerazione e il Suo apprezzamento nei confronti dell'attività didattica, artistica e liturgica dell'Istituto.
Il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma, in qualità di istituzione accademica e scientifica eretta dalla Sede Apostolica gode di propria personalità giuridica e si regge sulle norme del diritto canonico, su statuti propri approvati dalla Santa Sede e sulle norme approvate dal Consiglio Accademico; per facoltà della Sede Apostolica, conferisce i gradi accademici di Baccalaureato, Licenza, Magistero e Dottorato.

L'Istituto persegue le seguenti finalità: insegnare le discipline liturgico-musicali sotto il profilo pratico, teorico e storico; promuovere la conoscenza e la diffusione del patrimonio tradizionale della musica sacra e favorire espressioni artistiche adeguate alle odierne culture; rendere, per incarico della Chiesa madre di Roma, un servizio alle Chiese locali di tutto il mondo, in vista della formazione dei musicisti di chiesa e dei futuri insegnanti nell'ambito della musica sacra. L'Istituto adempie al suo mandato tramite l'insegnamento delle discipline curriculari, la ricerca e l'analisi storico-estetica, la pubblicazione di opere musicali e scientifiche, l'esecuzione in sede concertistica e liturgica di brani musicali, con l'intento di diffondere il repertorio del passato e del presente.

Il Pontificio Istituto di Musica Sacra promuove inoltre lo sviluppo di centri di studio sulla musica sacra sia a livello accademico (Università, Scuole superiori) che pastorale (Scuole diocesane) e l'organizzazione di convegni di studio e corsi di specializzazione e perfezionamento (Master).

Informazioni, orari e prezzi

INFO:
Tel. 06. 6638792
www.musicasacra.va
E-mail: pims@musicasacra.va

Sedi degli eventi: Sala Accademica
Piazza Sant’Agostino 20/a

Basilica di Sant’Apollinare - Piazza Sant’Apollinare
Mezzi pubblici: Bus 46, 64, 492, 70
Orario spettacoli: Ore 19,00

Biglietteria in sede:
Intero 10€ - Ridotto 8€
Riduzioni varie (gratuito per studenti di ogni ordine e grado)

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Concerti