L’appuntamento conclusivo della prima stagione al Nuovo Cinema Palazzo

Per l’appuntamento conclusivo della sua prima stagione al Nuovo Cinema Palazzo, il collettivo Circuiterie organizza un evento a più voci che riunisce, senza pretese di esaustività, diversi artisti della scena romana, distanti tra loro per estrazione e percorsi, ma più vicini di quanto si possa pensare, e inclini alle ibridazioni in fatto di estetica. Due i performer squisitamente elettronici: l’immaginario sonoro di Cris X (al secolo Cristiano Luciani, musicista e artista visivo) che spazia tra elettroacustica, noise, ambient, improvvisazione e musica concreta, è documentato nelle produzioni per la sua etichetta CX Records che ha pubblicato opere in collaborazione con KKNull, Merzbow, Maurizio Bianchi e molti altri; UBIK, alter ego digitale di Marco Bonini (chitarrista nei Mamavegas e noise terrorist negli Acre) ispirato alla fantascienza distopica di Philip Dick, è dedito alla creazione di paesaggi sonori inconsueti, basati su stratificazioni di loop e segnali chitarristici modificati in tempo reale attraverso l’uso di software. Di contro, sarà quasi totalmente acustica – se si esclude l’uso di una minima traccia preregistrata – la performance preparata per la serata dal pianista Luca Miti , attivo dal 1980 come compositore e esecutore di musica contemporanea, il cui lavoro si caratterizza da una profonda ricerca sul / dentro / oltre il suono. A Miti sono state dedicate composizioni pianistiche originali di Tom Johnson, Juan Maria Solare ed altri, e negli anni ha collaborato assiduamente con artisti quali Albert Mayr, Francesco Michi, Mauro Orselli, Michiko Hirayama. Il duo costituito da Marco Colonna (clarinetti, sax baritono) e Ermanno Baron (batteria,) è tra le realtà più sorprendenti emerse in tempi recenti nella musica improvvisata. Un faccia a faccia, un confronto diretto tra esperienze diverse, con una sintesi di linguaggi e un’espressività che sa essere furente e sottile. Colonna si è formato tecnicamente collaborando negli ultimi venti anni con grandi solisti della contemporanea, assimilando la lezione tanto della scuola europea quanto del free afroamericano. Baron è batterista personale e riconoscibilissimo, che ha suonato su palchi nazionali ed esteri con il trio di Marcello Allulli e con i Neko, ed è attualmente membro di Acre. Per concludere la serata, freschi dei festeggiamenti per il loro trentennale, i GRONGE, realtà storica dell’underground capitolino che meglio di altre ha saputo raccontare e incarnare il disagio metropolitano, che nella loro declinazione attuale di “Gronge X” presentano dal vivo Manuale di Improvvisazione per Giovani Socialisti, uscito a febbraio per Danze Moderne / Fonoarte.

“Mutanti” da sempre, con il maestro di cerimonie Marcho Gronge/Marco Bedini affiancato da Maurizio Bozzao all’elettronica, Federico Leo alla batteria e Giacomo Ancillotto alla chitarra, nell’ultimo anno i Gronge X hanno acquisito un inedito fattore “mutoide”, arricchendo sistematicamente il quartetto base con gli ospiti e i solisti più diversi, e dedicandosi con rigore, complici le divagazioni poetiche graffianti e imprevedibili di Bedini, a quello che loro stessi definiscono impro pop radicale.

Numerosi dunque gli ospiti a sorpresa chiamati a raccolta anche per questa festa finale di Circuiterie dove si attende l'anteprima di un incontro per nulla scontato in omaggio a Claudio Villa, omaggio in cui il folk revival si contamina del folk apocalittico dei Gronge X che oggi, in maniera ancora più evidente che in altri momenti del loro percorso artistico, reincarnano in tutto e per tutto lo spirito e la radice improvvisativa propria del canto a storno.

Gronge X featuring Ardecore sarà di nuovo improvvisato dal vivo sabato 30 e verrà presentato anche l'instant videoclip (profano) nato dall'incontro tra le due band all'inizio del mese di maggio ai Castelli Romani, per la precisione al cimitero di Rocca di Papa dove sono tumulate le ceneri del reuccio. Oggi come ieri dall’improvvisazione e dall’estro di un momento, Gronge X featuring Ardecore recupera la forza e l’autenticità e la genuinità di un intero popolo e rivendica a gran voce l'originale e unica romanità sostenibile: quella del "più semo, mejo stamo", quella del "'ndo se magna 'n due, se magna 'n tre".

Circuiterie e Nuovo Cinema Palazzo presentano:

Stagione 2014/2015, Step #06: SU ROMA

• Cris X

• Ubik

• Luca Miti

• Colonna / Baron

• Gronge


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma