Dj set italiano

AL CONTEMPORARY CLUSTER ARRIVA "THE FUSE" IL PRIMO LISTENING DJ SET ITALIANO

UN ESCLUSIVO PARTY CON JEFFREY JEWELL GUEST DJ

In principio era la "BOILER ROOM" , con le sue serate a prospettiva ribaltata, il dj in primo piano mentre il pubblico balla alle sue spalle e una politica di inviti molto ristretta. Nata nel 2010 da un'idea di Blaise Bellville, che allora lavorava come direttore della rivista indipendente Platform, boiler significa letteralmente scaldabagno, proprio perché Bellville imbattutosi nel locale caldaia, situata all'interno di un magazzino londinese che voleva trasformare in uno studio di registrazione ,ebbe  un'idea che si dimostrò geniale. "Quella stanza era fighissima. Ho spostato li la mia consolle, ho comprato una piattaforma scrausa per i Cd . Il piano era registrare da lì una volta a settimana.. Poi ho realizzato che potevo anche filmarmi con una telecamera e trasmettere tutto in diretta. Era come un pigiama party". Nel 2011 Boiler Room aveva già decine di migliaia di spettatori che seguivano i concerti dal vivo, negli anni successivi i concerti si sono tenuti in location particolarissime in varie città del mondo e le visualizzazioni sono aumentate, fino a toccare con il produttore e discografico americano Carl Cox oltre 10 milioni di visualizzazioni. Successivamente per la Francia è nato CERCLE, un format analogo e adesso finalmente per il nostro Paese è stato ideato "THE FUSE", il primo dj listening set italiano che regala un'esperienza musicale unica , spaziando a 360° dalla musica anni '70, all'hip hop, all'elettronica. La location scelta per l'evento è tra le più esclusive della Capitale: la Galleria Contemporary Cluster, uno degli spazi più interessanti, consacrata al contemporaneo e alle sperimentazioni tra le discipline artistiche. Ispirata ai movimenti d'avanguardia del XIX e XX secolo - come Wiener Secession, De Stijl, Bauhaus, Futurism - la Galleria promuove un nuovo concetto per la sua produzione artistica e culturale, prestando attenzione ai diversi aspetti delle culture visive: fluidità, cross-mediality, cooperazione e co-working. Da sempre attento a ciò che è innovativo, unico ed originale, Il Contemporary Cluster non poteva non raccogliere questa sfida: un'esperienza acustica che è fuga dalla "monotonia musicale delle hitlist e dei clubbing commerciali" e che trova nella live stream una nuova esperienza di ascolto e di partecipazione. Guest dj della serata sarà JEFFREY JEWELL. Modello, dj, Jeffrey, o più semplicemente Jeff, ha alle sue spalle una storia assolutamente particolare: francese e di origini congolesi, con i lineamenti africani e la carnagione chiarissima. Un albino. Notato da un famoso fotografo mentre passeggia per le vie di Parigi, Jeff viene selezionato per uno shooting; i servizi fotografici diventeranno poi due, tre,decine e poi centinaia. Nel 2014 arriva a sfilare per Jean Paul Gaultier, e contemporaneamente inizia la sua carriera come Dj. Su uno sfondo di musica kwaito, un misto di house, garage music e afro pop, porta avanti i temi che gli stanno a cuore, combattere i pregiudizi e la sua Africa. Jeff è stato protagonista di numerosi spot di sensibilizzazione sull'Africa e la diversità genetica albina. E' il portavoce di un messaggio positivo: non lasciare che sia  il modo in cui il mondo ti guarda a definire te stesso. Il listening party si svolgerà per circa 4 ore, con numerosi DJs che si alterneranno alla consolle. Tra questi il diciassettenne dj inglese Anton Joseph membro del collettivo "soundofsuede". Per accreditarsi è necessario compilare un form su www.thefusemusic.net ed attendere la conferma via mail. Nasce a Roma un nuovo modo di ascoltare e vivere la musica

THE FUSE Dj LISTENING PARTY

CONTEMPORARY CLUSTER – PALAZZO CAVALLERINI LAZZARONI

VIA DEI BARBIERI 7

SABATO 4 MAGGIO DALLE ORE 21.30

INFOLINE  3713339279

PRENOTAZIONI ONLINE SU www.thefusemusic.net

UFFICIO STAMPA STELLA MARESCA


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma