Per il secondo concerto di stagione del Gonfalone

Dopo il successo del concerto di inaugurazione, l'Oratorio del Gonfalone propone un repertorio iconico per il secondo concerto di stagione, giovedì 24 ottobre, ore 20.30. Protagonista una formazione strumentale composta da clarinetto, viola e pianoforte.
Ad inaugurare la serata sarà il celebre Trio K498 (1786)di Wolfgang Amadeus Mozart. Secondo un aneddoto, fu composto durante una partita a birilli, e perciò assunse il nome Kegelstatt,"Trio dei birilli". La prima esecuzione avvenne a Vienna nel 1786, presso la dimora della famiglia Jacquin, con Mozart esecutore alla viola.
Seguirà Märchenerzählungen (Racconti di fiaba) op. 132 di Robert Schumann, una raccolta di quattro pezzi scritti tra il 9 e l'11 ottobre 1853, un anno prima della crisi fatale che determinò il ricovero del compositore a Endenich. L'opera è un vero e proprio tributo al fiabesco e al pittoresco; fu eseguita per la prima volta a Düsseldorf, presso la residenza di Schumann, il 23 ottobre dello stesso anno.
Concluderanno la serata gli Otto pezzi op.83 di Max Bruch, composti nel 1910 ed eseguibili in combinazioni diverse, senza un ordine prestabilito. Solo due pezzi hanno un titolo: il Quinto (Melodia rumena), in cui si notano i cromatismi della viola, e il Sesto (Notturno), nel quale la viola e il clarinetto si cimentano in una lunga arcata melodica.

Gli esecutori sono tutti giovani musicisti: Gianluigi Caldarola (clarinetto), nato nel 1986, attualmente è Primo clarinetto solista presso l'Orchestra dell'Opera Royal de Wallnonie di Liegi; Nicoletta Pignataro (1988), che nel 2014 è entrata a far parte dell'Orchestra Luigi Cherubini diretta dal M° Riccardo Muti, collaborando come prima viola; Michelangelo Carbonara (1976), formatosi sotto la guida di Sergio Perticaroli, si è perfezionato presso il Mozarteum di Salisburgo e l'Academie Musicale di Villecroze, in Francia.

Giovedì 31 ottobre, ore 20.30, il concerto "L'organo al tempo di Leonardo" celebrerà l'anniversario della morte di Leonardo Da Vinci (M.1519), con musiche di M. A. Cavazzon, G. Cavazzoni, Antico da Montona, Attaignant. Testi di Leonardo Da Vinci e Dmitrij Sergeevi? Merežkovskij. Andrea Coen (organo), Edoardo Coen (voce recitante).


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma