Non capita spesso, per non dire mai, di vedere tre neri e lucidi "gran coda" riuniti su uno stesso palco: è uno spettacolo per gli occhi e ancor più per le orecchie. Offre questa rara opportunità il concerto di tre ottimi pianisti della giovane generazione, Giorgia Tomassi, Carlo Maria Griguoli e Alessandro Stella, che hanno formato un trio letteralmente straordinario, con cui hanno conquistato anche Martha Argerich, che li invita ogni anno al suo festival in Svizzera.
Sono affiatatissimi tra loro, ma ciascuno dei tre è anche un eccellente solista, con una importante carriera individuale.
Giorgia Tomassi, napoletana, è la "veterana" di questi giovani. Nel 1992 ha vinto il primo premio del prestigioso Concorso Internazionale “Artur Rubinstein” di Tel Aviv, iniziando subito dopo una carriera che l’ha vista al Teatro alla Scala, Wigmore Hall di Londra, Auditorium di Santa Cecilia a Roma, Herkulessaal di Monaco di Baviera, solo per citare le sale più prestigiose, accanto alle quali andrebbero almeno ricordate le tournées in Giappone, negli Stati Uniti, in Sudamerica, nella Corea del Sud. Ha inciso in cd i Concerti di Nino Rota con Riccardo Muti e la Filarmonica della Scala.
Carlo Maria Griguoli, nato a Campobasso nel 1984, si è fatto conoscere come pianista e compositore in importanti città italiane. Le registrazioni live dei suoi concerti al «Progetto Martha Argerich» sono state pubblicate da EMI Classics.
Alessandro Stella, romano, si è esibito in Italia e in Europa come solista e in varie formazioni cameristiche, con un repertorio vastissimo. In duo con Giorgia Tomassi ha inciso un cd monografico dedicato a Ravel e nel 2011 è uscito il suo primo cd da solista, interamente dedicato a Grieg.

In questo concerto faranno ascoltare, in trascrizioni realizzate da Griguoli stesso, alcuni autori che hanno fatto la storia della musica del Novecento. Sono in programma musiche notissime come La Mer di Claude Debussy e L'uccello di fuoco di Igor Stravinsky, che risalgono ai primi anni del secolo scorso, ma anche la rarissima suite dall'operetta Moscow, Cheryomushki (1956) di Dmitrij Shostakovich, che è una graffiante satira della vita negli appartamenti microscopici di un moderno quartiere moscovita.
Inoltre Vaalbara, un pezzo in prima esecuzione italiana, scritto appositamente per questo insolito trio da Carlo Boccadoro, cinquantenne compositore marchigiano di nascita e milanese di adozione, le cui musiche sono eseguite nelle principali stagioni musicali italiane (Scala, Accademia di Santa Cecilia, Maggio Musicale Fiorentino) e straniere, dalla Francia agli Usa, dalla Scozia al Giappone.

Giorgia Tomassi
Carlo Maria Griguoli
Alessandro Stella
trio pianistico

Shostakovich Moscow, Cheryomushki, op. 105, suite dall’operetta **
Debussy La Mer **
Boccadoro Vaalbara *
Stravinsky L’oiseau de Feu, suite dal balletto **

* Prima esecuzione in Italia
** Trascr. C.M. Griguoli

Rassegna “Sapienza in Musica”

Il concerto sarà registrato da Rai Radio3 per successive trasmissioni.

Informazioni, orari e prezzi

Ore 17.30

BIGLIETTI:
Interi:
da 15 euro a 25 euro (ridotti da 12 euro a 20 euro)
Giovani:
under 30 8 euro
under 14 5 euro

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO:
Istituzione Universitaria dei Concerti
06.3610051-2
fax 06.36001511
http://www.concertiiuc.it
botteghino@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Concerti