Dal ricchissimo vivaio delle giovani voci coreane

Domenica 6 novembre alle 18.00 al Teatro Italia, con replica mercoledì 9 alle 18.00 all'Auditorium "Ennio Morricone" dell'Università di Roma "Tor Vergata", si svolgerà il quarto e ultimo concerto della rassegna "Nuove voci coreane per il Belcanto", nata da una collaborazione tra Roma Sinfonietta e l'Ambasciata della Repubblica di Corea in occasione dell'inaugurazione dell'Istituto culturale coreano a Roma.

Dal ricchissimo vivaio delle giovani voci coreane sono stati scelti, dopo una severa selezione, il soprano Hanna Kim e il tenore Byungjoon Chou, che dopo gli studi in patria sono venuti a perfezionarsi in Italia e hanno già intrapreso una promettente carriera in campo internazionale. Saranno accompagnati dall'Orchestra Roma Sinfonietta diretta da Gabriele Bonolis.

Il programma è imperniato sui tre più grandi e popolari autori del melodramma italiano dell'Ottocento: Gioachino Rossini, Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini. In dettaglio "O muto asil del pianto" dal Gugliemo Tell di Rossini "Mercé dilette amiche" da I Vespri siciliani di Verdi, "Vissi d'arte" da Tosca, "Un bel dì vedremo" da Madama Butterfly e "Che gelida manina" da La Bohéme di Puccini. A loro si aggiunge un autore francese non meno popolare e amato, Jules Massenet, di cui sarà presentato "Pourqoi me reveiller?" da Werher.

La sola orchestra diretta da Gabriele Bonolis eseguirà la Sinfonietta op.1, la composizione con cui si manifestò il genio di un giovane musicista inglese, Benjamnin Britten, che nel giro di qualche anno sarebbe diventato uno dei pochi compositori moderni a raggiungere una vasta popolarità in tutto il mondo. Inoltre due delle trascinanti e irresistibili Danze ungheresi di Johannes Brahms, per metà ispirate dalla musica gitana e per metà inventate dal grande compositore tedesco che aveva un particolare feeling per la musica popolare.

Gabriele Bonolis è un direttore particolarmente versatile. È salito sul podio di importanti orchestre italiane e straniere, tra cui Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma, Orchestra Sinfonica Nazionale Ceca, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, Bulgarian Symphony Orchestra, Orchestra Sinfonica "Giuseppe Verdi" di Milano. Ha diretto inoltre al Festival dei Due Mondi di Spoleto, all'Accademia Musicale Chigiana di Siena, al Teatro delle Muse di Ancona, al Teatro Donizetti di Bergamo, alla Royal Opera House di Muscat (Oman), al festival MITO Settembre Musica di Milano e Torino.

Il soprano Hanna Kim dopo aver vinto vari concorsi internazionali ha cantato in vari teatri italiani (Teatro dell'Opera e Parco della Musica a Roma, Teatro Arcimboldi di Milano, Anfiteatro romano di Lecce) e inoltre in Germania, Inghilterra, Svezia, Francia, Spagna e Usa, oltre che in Corea. Il giovane tenore Byungjoon Chou, dopo aver compiuto gli studi musicali in Corea, si sta perfezionando in Italia ed è già stato protagonista a Seoul, Roma e altre città coreane ed italiane di varie opere, tra cui Elisir d'amore di Donizetti e Così fan tutte di Mozart.

Si conclude la rassegna "Nove voci coreane per il belcanto"

domenica 6 novembre al Teatro Italia

con replica mercoledì 9 all'Università di Roma "Tor Vergata".

Il soprano Hanna Kim e il tenore Byungjoon Chou

Cantano arie di Puccini, Verdo, Rossini e Massenet.

Dirige Gabriele Bonolis


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma