La cantante romana, voce solista e fondatrice dell'Orchestra Bottoni, che ha lavorato con Nicola Piovani, Vincenzo Cerami, Lello Arena, Daniele Sepe, Angelo Branduardi, Eugenio Barba, Ambrogio Sparagna, Fausto Razzi e molti altri, si presenta con un nuovo progetto che riprende il discorso già intrapreso con l'album "Roma, Parole e Musica" (Erreffe 1992), inciso insieme a Giorgio Onorato, una delle voci storiche della canzone romana.
Il carattere interpretativo con cui Antonella veste i testi dei brani proposti, viene rafforzato dagli arrangiamenti del compositore Michele Santoro (arrangiatore e musicista per Morandi, Ruggeri, Zero,...), che impreziosisce il percorso musicale col suono della sua chitarra.
Il supporto del sodalizio di lunga data tra il basso di Leonardo Mattiello e le percussioni di Giulio Porega completano un organico sobrio ma incisivo, musicalmente raffinato, al servizio della vocalità decisa e mai banale con la quale Antonella intercetta ed evidenzia il temperamento della canzone romana.
Il repertorio si muove tra reinterpretazioni di brani ormai divenuti veri e propri classici e canzoni originali in rigoroso dialetto romanesco, collante di tutto il progetto.

Dove e quando

Concerti - Assolo. Lucilla Galeazzi in "La mia Voce"
Concerti - Vascello in musica: classica senza limiti