La dodicesima edizione

Torna alla Casa del Cinema la Festa del Cinema Bulgaro che firma la sua dodicesima edizione in una rassegna promossa dall'Istituto bulgaro di cultura e dall'associazione "La Fenice" e dedicata, come tradizione, al meglio della produzione cinematografica bulgara: cinque film, tre documentari e una serie che il pubblico potrà conoscere assieme ai suoi protagonisti. Filo rosso della rassegna di quest'anno il tema dell'amore, nelle sue diverse declinazioni.

Si aprirà il 27 giugno, alla presenza del suo regista Milko Lazarov, con Ága, proiettato alla chiusura della Berlinale 2018, un'emozionante storia d'amore immersa nella spettacolare bellezza della tundra. Il 28 in programma Una foto con Yuki, opera prima di Lachezar Avramov, presentato dal protagonista Rushi Videnliev e lo sceneggiatore Dimitar Stoyanovich. Per la sezione documentari, nell'anno delle celebrazioni di Plovdiv Capitale europea della Cultura, focus su due plovdiani d'eccezione: la soprano Sonya Yoncheva in un documentario di Gheorghi Toshev che incontrerà il pubblico (28 giugno); e il regista dell'iconico "Ieri" Ivan Andonov (29 giugno), presentato dalla moglie Lyuba Marichkova.  In chiusura, il 29 e 30 giugno, il week end prende il ritmo del cinema d'azione con Cattiva ragazza di Marian Valev, Benzina di Assen Blatechki, entrambi ospiti della rassegna, e la serie La gola del diavolo di cui il pubblico incontrerà la protagonista Teodora Duhovnikova.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma