La II edizione per una grande estate

Una grande estate a Roma, dal 4 al 29 luglio: più di 40 spettacoli, 2 palcoscenici (uno interno con aria condizionata e uno esterno), due spettacoli a sera, oltre 150 artisti coinvolti, un ampio parcheggio e un'ottima apericena vi aspettano negli spazi del Teatro Marconi per stupire ed emozionare.

Ad inaugurare la seconda stagione del Marconi Teatro Festival sarà dal 4 all'8 luglio il grande Musical dedicato alla vita di San Francesco, Forza Venite Gente di e con Michele Paulicelli. 

PROGRAMMA COMPLETO

dal 4 all'8 luglio - Palco Interno 

4 luglio ore 17.30; 5 e 6, 7, 8 luglio ore 21,15 

FORZA VENITE GENTE (Frate Francesco)

Regia e Musiche di Michele Paulicelli

Testi di Mario Castellacci  

Coreografie di Evelyn Hanak,

scene e costumi di Graziella Pera

Partecipazione Straordinaria di Roberto D'Alessandro

È la storia  di San Francesco d'Assisi raccontata in musica e in prosa con particolare riguardo ai suoi aspetti più lieti: la speranza l'amore per la vita, l'amore per la natura. Temi particolarmente cari ai giovani, alternando momenti di tenera comicità ad altri di profonda commozione. La commedia traduce in termini attuali l'eterno conflitto tra padre e figlio, tra meschina prudenza e generoso coraggio.

4 e 21 luglio - Palco Esterno - ore 21,00

OGGI SPOSO 

Di e Con Matteo Cirillo - Regia Duilio Paciello

"Un monologo brillante e ironico sull'amore perfetto che non esiste, ma proprio perché imperfetto ci piace" spiega l'autore. Un ragazzo si sta per sposare, ma la sposa non arriva. Attraverso situazioni comiche, drammatiche e a volte surreali, il ragazzo racconta la sua storia d'amore, il suo amore per questa donna che l'ha lasciato, ma che lui comunque continua ad amare. Un amore che fino a poco tempo fa li rendeva una persona "sola" ora, invece, rende lui, solo. Lo sposo dichiara amore eterno alla sua donna non solo in questa vita, ma anche per tutte le altre vite che verranno, perché in fondo su questa terra, siamo solo di passaggio tra un'epoca che era e l'epoca che sarà. 

5 luglio -  Palco Esterno - ore 21,00

MOLTO SUDORE PER NULLA

Di Ketty Roselli - Con Ketty Roselli, al piano M° Antonio Nasca

Monologhi comici, sketch, personaggi radiofonici dal Ruggito del Coniglio, personaggi cabaret da Zelig Lab, una carrellata di figure femminili buffe, tenere, surreali, comiche e stravaganti. Filo conduttore le donne, per ironizzare sulle loro dinamiche, isterie, insicurezze, passioni, parlando di amore, ovviamente sesso, lavoro, voglia di riscatto e molto altro. Il tutto intervallato da alcuni brani cantati dal vivo, accompagnati alle tastiere dal Maestro Antonio Nasca. Un modo intelligente e diverso per parlare di donne, usando la leggerezza e la comicità per raccontare storie e dinamiche di tutti i giorni, reali e surreali, per far ridere, riflettere e sorridere, coinvolgendo direttamente il pubblico. 

6 luglio -  Palco Esterno - ore 21,00

NOVECENTO

Di Alessandro Baricco

Regia Antonello Avallone

Una leggenda inventata da Baricco che può essere la metafora della condizione dell'artista, che non sa riconoscersi nei punti di riferimento e negli stili di vita tradizionali. La storia di un pianista eccezionale, capace di suonare una musica meravigliosa. E' nato e vissuto sul piroscafo Virginian ed è incapace di scendere ed affrontare la vita sulla terra ferma. La musica, quella che "suona perché l'oceano è grande e fa paura" è l'intera sua vita. La vita vera è tutta un'altra cosa, tutta un'altra musica…Uno spettacolo intriso di elementi poetici, capaci di toccare l'animo degli  spettatori. 

7 luglio - Palco Esterno - ore 21,00

IL BUCO

Di Roberta Calandra

Regia Laura De Marchi

Con Nadia Perciabosco

C'è chi nasce bomba e chi nasce ciambella e, per motivi assolutamente personali, passa la vita a nascondere, tentar di riempire, mediare, ostentare il proprio "buco di formazione". Questo monologo tragicomico, che utilizza diversi registri di umorismo, da quello psicoanalitico di matrice anglosassone al ritmo concitato del cabaret, mostra in scena una donna sola, autoironicamente introspettiva, irrimediabilmente (o quasi) avvoltolata su se stessa e sui propri fantasmi, ma non del tutto chiusa al cortocircuito che spezza il cerchio della solitudine, in un inarrestabile flusso di parole, simile a quello di tutte noi, almeno in alcuni snodi cruciali dell'esistenza.

8 luglio - Palco Esterno - ore 21,00

VOLEVO FARE LA MIGNOTTA

Di Francesca Nunzi e Berardino Iacovone

Regia Francesca Nunzi

Con Francesca Nunzi e Jacopo Fiastri al pianoforte

Musiche originali di Jacopo Fiastri

Un viaggio ironico e musicale che parte dalla riflessione di una donna normale, affaticata dalla vita di tutti i giorni che la impegna ventiquattro ore su ventiquattro con la casa, la famiglia, il lavoro, i soldi, le spese, la scuola, il tempo che passa, le rughe, la palestra per cercare di mantenersi in forma… insomma una donna come tante che alla fine della giornata si domanda se tutto questo sbattimento serve a qualcosa o è tutta fatica sprecata; una donna come tante che non ricevendo nulla in cambio dalla vita si chiede: ma non era meglio se facevo la mignotta? Da qui prende il via una riflessione al contrario sulla nostra società: mentre oggigiorno basta vendersi per ottenere posti di prestigio, le nostre donne famose del passato ci svelano che per loro il posto di prestigio è giunto per voleri superiori (divini, storici e politici) mentre loro avrebbero soltanto e semplicemente voluto esercitare in pace il mestiere più antico del mondo!

9 luglio - Palco Interno -  ore 21,00

TUTTI CONTRO TUTTI 

Di Federico Capranica, Elisabetta Nasca, Emanuela Bissattini

Regia Federico Capranica

Coro ALTAVOCE con la partecipazione di Mirko Cannella 

"Tutti contro tutti" è lo spettacolo che presenta il più stravagante sodalizio tra musica e teatro. Non un musical, non una commedia, non un semplice concerto. La grande ironia con cui si sovvertono i luoghi comuni dello spettacolo fa sì che gli Altavoce conquistino il loro pubblico con un grande effetto speciale: la verità. 40 elementi, tra coristi e solisti, uniti dalla sfrenata passione per il mondo americano, si esibiscono con un repertorio internazionale che spazia dal Pop al Funky all'R&B. Ma sarà proprio la loro italica natura ad avere la meglio sugli americanismi, innescando un meccanismo di bizzarri contrasti che faranno la loro comicità. Il talent show, il fautore del jazz, la nostra matrice popolare, tutti luoghi comuni in cui il pubblico può specchiarsi attraverso gli attori e la musica, in uno spettacolo ironico, sorprendente e dinamico. In una parola: completo.

9 luglio - Palco Esterno -  ore 21,00

LA SFIDA 30 vs 50

Di e Con Ivan Peretto e Marco Vincis

Cosa succede quando si incontrano due comici di età diverse?

Cosa succede quando ognuno dei due ritiene di essere migliore dell'altro?

Si allestisce un ring sul palco ed i due si sfidano a colpi di battute e monologhi.

10 luglio - Palco Interno - ore 21,30

LA PAURA 2.0

Di Mario Canale

Con Francesca Perrelli, Laura Gagliardi, Jessica Pacioni, Rita Piermarini, Massimo Saccutelli, Marina Lo Re, Fabio Gagliardi e Roberto Sanapo

Le paure sono protagoniste del nostro tempo e ci condizionano da sempre. L'uomo ha imparato a usarle e abusarne; ha scritto regole, codici e comandamenti da osservare per timore delle sanzioni, della galera, delle multe, del fuoco eterno. In questa brillante commedia, a tratti divertente, i componenti della "famiglia Lepre" rappresentano una vetrina di fobìe e angosce dei nostri giorni: dalla paura dei ladri di Antonio, alla paranoia della burocrazia di Sergio, dal terrore degli extracomunitari di Amalia fino all'ossessione del cibo di Ester. Il nostro libero arbitrio è mai stato condizionato da fotie e paure, vere o indotte? Esiste un rimedio? C'è qualcosa che possiamo fare per superarle? 

10 luglio - Palco Esterno - ore 21,00

VOI NON SIETE NAPOLETANI

Di Geppi Di Stasio

Compagnia Ass. Cult. TREPARETI

Con Geppi Di Stasio, Roberta Sanzò al pianoforte M° Sergio Colicchio

Uno spettacolo di Varietà che contiene pezzi del repertorio più nobile della tradizione e della contemporaneità. Macchiette, sketch e canzoni accompagnate da arrangiamenti eleganti e letture storiche poco divulgate (perché sarebbe stato poco conveniente per i vincitori sabaudi) che contribuiscono a rendere fruibile e divertente una serata a teatro.

11 luglio - Palco Esterno - ore 21,00

GAIA IN VELOCE SCHERZOSO DISCORSO AL MONDO

Compagnia Golden Show

Con Stefania Ventura

La storia si svolge in un'immaginaria stanza qualunque di un appartamento qualunque di una città o paese qualunque. Nel corso di una notte, Gaia, una buffa donna, si sveglia come al solito tra un incubo e l'altro. Da quando è stato deciso il razionamento dell'acqua a causa della crisi idrica vive da giorni un forte disagio. Essendo informata del bene e del male sul tema dei mutamenti climatici, senza rendersene conto è entrata, esagerando, in ossessione, in ansia: è convinta che a breve si estinguerà assieme a tutti gli esseri viventi a causa del riscaldamento globale. Ogni notte, dopo ogni incubo, in cui dialoga con improbabili personaggi,  si sveglia e con ritmo serrato sviscera il suo canto interiore da buffa arrabbiata, parlando con sé stessa e al mondo, immaginando che esso l'ascolti.

11 luglio - Palco Interno - ore 21,30

SEVEN…MOVIMENTI DI PACE

Compagnia Bricolage Dance Movement

Con Bricolage Dance Movement

Rappresenta dinamiche quotidiane, lontane, estemporanee, ma empaticamente vicine e utilizza linguaggi immediati per i bambini, mettendo in scena corpi, parole, suoni, immagini, colori, in primis quelli che formano la bandiera della pace.

12 luglio - Palco Interno - ore 21,30

BARNUM, la nobile arte della frottola

Regia Licia Pugliese

Con MA CHE MUSICA e con Bemporard Benjamin, Kristina Valeri, Lavinia Valeri, Carolina Petrolati, Sofia Morra, Aleix Francucci, Giuliana Marinozzi, Valeria Mezzanotte, Rebecca Latina

Coreografie Rebecca Latina

Maestro del coro Laura Forcella

Biografia dell'abile impresario circense P.T. Barnum, l'astuto intrattenitore di folle, che porta in scena nuove acrobazie e fenomeni da baraccone mai visti prima: la donna più anziana vivente, due fratelli alti come un pollice, la cantante lirica più stonata della terra e tanti altri fenomeni da baraccone veri o fasulli. Guidati da lui, l'inventore dell'arte della frottola, capace di attrarre pubblico, tutti questi talenti si esibiranno sotto il suo magico tendone. Ma chi fu Barnum? Un affarista, un imbroglione o un onesto venditore di sogni? La risposta è: forse tutte e tre le cose. Sta di fatto che il suo obiettivo, oltre quello di far soldi ovviamente, non era illudere, ma ipnotizzare gli spettatori ricreando un mondo bizzarro, fatto di meraviglie e opposto ai tempi grigi a lui contemporanei. Resta indiscutibile il fatto che dobbiamo ringraziare lui, l'americano, se almeno una volta, e anche solo in un sogno, siamo riusciti a cavalcare un elefante o a volare in alto sul trapezio.

12 luglio - Palco Esterno - ore 21,00

#LaPoesiaSalveràIlMondo – La poesia ai tempi di Youtube

Di e Con Matteo Pasquinelli, Francesco Giordano, Riccardo Parravicini

In un'epoca in cui WhattsApp e i social media hanno preso il sopravvento cosa ne è del linguaggio poetico? Un'occasione per rivivere i versi dei più grandi autori del '900 e scoprire come gli autori contemporanei hanno risposto a questa domanda.

13 e 14 luglio - Palco Interno e Esterno - ore 21,15

SILENZIO…AMLETO…dalla Finzione alla Verità

Di Emilio Genazzini

Compagnia ABRAXA TEATRO 

Con Davide Capoccetti, Ivano Conte, Daniele Flamini, Valentina Greco, Massimo Grippa, Alessia Luongo; Gabrieel Namio

Consulenza drammaturgica: Clelia Falletti (docente di Storia del Teatro)

Lo spettacolo, una prima assoluta, rappresentato da un allestimento scenografico costituito da un "labirinto" di scene, inizia alla morte Amleto, che a quel punto ripercorre a ritroso parte delle scene inserite nell'opera del Bardo, dove la narrazione non è il qui e l'ora (o non sempre) ma sono azioni, reazioni e testi di personaggi che sanno già come è orientata la storia. Proprio questa è la situazione che crea la condizione per innescare un gioco con le maschere: è vero, è falso? Falso? E la maschera rimane. Vero? E allora la maschera cade.

Amleto così può guardare negli occhi il personaggio. Cercare in quegli occhi un pezzo della sua verità, contemplare quante finzioni ha messo in campo per la ricerca di una verità prima e per difendere poi le sue stesse finzioni, fino a creare un labirinto da cui esce con il silenzio, la consapevolezza e infine la morte.(…).

dal 13 al 15 luglio

LO STUDIO DELL'ATTORE

con Tiziana Sensi

Uno studio che si rivolge a tutti gli attori o allievi/attori che vogliono allenare ed affinare la propria tecnica.

Il lavoro si svilupperà su quattro punti: Concentrazione – Memoria -Gestione emotiva: attore/personaggio personaggio/attore -Differenze dei metodi

15 luglio - Palco Esterno- ore 21,00 

C'E' SEMPRE UNA RAGIONE DI PIU'

Di Francesca Nunzi e Marco Simeoli

Con Francesca Nunzi, Marco Simeoli, chitarra Marco Petriaggi, contrabbasso Vezio Pontecorvo

Lo spettacolo musicale vuole sottolineare, sulle note delle più belle canzoni del grande Franco Califano, un periodo storico particolare: il progresso, la tecnologia il cinema, la ripresa economica non serviranno ad evitare l'arrivo di un periodo cupo caratterizzato da un clima di tensione e di paura che furono gli anni settanta, gli anni di piombo. Le canzoni affiancano senza ordine cronologico, ma secondo un ordine suggerito dal cuore, alcuni momenti di cronaca, talvolta nera e talvolta più leggera del nostro paese.

15 luglio - Palco Interno - ore 21,30

DONNE IN CERCA DI GUAI

Scritto e diretto da Pietro De Silva

Compagnia Fonderia delle Arti

Con Patrizia Casagrande, Antonia Di Francesco, Veronica Liberale, Francesca Pausilli e con l'amichevole partecipazione di Antonio Losito e con Cristiano Calvo e Aurora Polisano

Quattro donne talentuose, soprattutto nel cacciarsi nei guai, irrompono in scena con un energia travolgente. Si propongono con i loro stupori e gli entusiasmi che le contraddistinguono, in una girandola di eventi che le porta a confessarsi con spudoratezza e clamore. Buffe, curiose, inarrestabili, si fanno trascinare dalla febbre da palcoscenico e diventano protagoniste di uno spettacolo "involontario" che le elettrizza fino allo spasimo. Dapprima ritrose poi via via sempre più intraprendenti, queste nostre "piccole donne" scopriranno a loro insaputa di essere molto meno piccole di quello che credono. Una commedia nella commedia, un copione che si dipana e si evolve con esiti imprevedibili… e il pubblico, parte integrante dello spettacolo-performance, verrà coinvolto in questo gioco esilarante e perché no… forse mai visto sulle tavole di un palcoscenico.

16 luglio - Palco Interno - ore 21,30 

METTITEVE A FFA' L'AMMORE CU ME

Di Eduardo Scarpetta

Compagnia Cast - Con Salvatore Mincione Guarino, Giovanni Gazzanni, Alessia Giallorenzo, Claudia Cerulo, Elio Musacchio e Pasquale Marcucci

Adattamento e regia di Salvatore Mincione Guarino

In questo testo, Felice, personaggio tipico scarpettiano, risulta impacciato, tardo nei movimenti, totalmente irretito da Emilia, la vera protagonista della vicenda. Lei è innamorata di Alberto che corrisponde al suo amore. Giulietta, cugina di Emilia, è innamorata di Felice il quale non si decide a dichiararsi. Il padre di Giulietta, don Gennaro, avendo fatto una promessa al suo caro amico deceduto, padre di Alberto, decide di dare in sposa Giulietta ad Alberto. A questo punto la forte femminilità di Emilia viene fuori ed escogita vari sotterfugi per far ritornare tra le sue braccia Alberto. 

Ovviamente tutto finisce nel migliore dei modi e, come avviene sempre nelle commedie di Scarpetta, il fine è semplicemente quello di far ridere.

16 luglio - Palco Esterno - ore 21,00

#LaPoesiaSalveràIlMondo – Li morti de Roma

Di e Con Matteo Pasquinelli, Francesco Giordano, Riccardo Parravicini

Una celebrazione di tutti i più grandi poeti romani, dal Belli a Remotti passando per Trilussa e Pascarella. Una serata divertente, emozionante, piena di spunti di riflessione, un omaggio agli autori che hanno fatto la storia di Roma.

17 luglio - Palco Esterno- ore 21,00

IL PAESE DEI CIECHI

Di H.G. Wells

Con Reading musicale di Paolo Triestino

Ammaliante e toccante, ironico e inaspettato, poetico ed inquietante.. Ecco gli aggettivi necessari per descrivere il respiro che attraversa le pagine di questo meraviglioso racconto. La trama è apparentemente semplice: a seguito di una rovinosa caduta lungo una montagna della cordigliera andina, il protagonista Nuñez si risveglia in una vallata nella quale scopre il mitico Paese dei Ciechi, una località rimasta isolata dal resto del mondo per trecento anni a seguito di un'eruzione vulcanica e di un terremoto dovuto ad essa. Si tratta di un luogo ameno, ricco di pascoli e verdeggiante, la cui caratteristica saliente è da identificare nelle persone che vi risiedono: sono tutti ciechi fin dalla nascita o, per meglio dire, nascono senza gli occhi ma in questo scherzo della natura, dovuto (pare) ad un'infezione, non identificano una malformazione ma anzi la loro normalità. Per gli abitanti del paese, cieco o vista sono parole prive di significato e questa è la grande difficoltà con cui Nuñez è costretto a confrontarsi, incapace di entrare pienamente in contatto con chi "vede" il mondo attraverso l'olfatto, l'udito e il tatto. Dopo un tentativo di colpo di stato andato male, cercherà di abituarsi, soprattutto per amore di una ragazza della vallata, Medina-Saroté. IL PAESE DEI CIECHI è un invito ad aprire gli occhi e la mente

17 luglio - Palco Interno - ore 21,30

SENZA FINE

Regia Licia Pugliese

Con MA CHE MUSICAL e con Rebecca Latina, Marta Celli, Martina Mauro, Camilla Ridolfi, Alessandro Cangialosi, Elisabetta Latina, Bemporad Benjamin, Elena Panizzi, Claudio Cangialosi, Lorena Cattarinussi

Coreografie Rebecca Latina ed Elena Panizzi

Un Musical tratto da una delle più celebri ed esilaranti commedie di Woody Allen con inserti ispirati alle parodie televisive di Paola Cortellesi.

In un anfiteatro della Grecia antica, l' attrice Diabete e la scrittrice Epatite non sanno come far finire la loro commedia, perciò chiedono al pubblico qualche suggerimento. E il suggerimento arriva: o meglio, arrivano una serie di strampalate proposte da parte di alcune famose pop star: Britney Spears e la sua amica Pera Williams, Cher, Lady Gaga ed infine Jennyfer Lopez, la quale finalmente trova un finale per la commedia di Epatite. Nonostante si sia trovato un finale, la commedia di Epatite continua ad avere intoppi. Una trama surreale, volutamente sgangherata, tra antichità e modernità ed un mare di sane risate…senza fine!

18 luglio - Palco Interno - ore 21,30

LE VOCI DI GIO'

Di Eduardo Ricciardelli

Compagnia TetrAltro

Con Mariateresa Pascale

Un viaggio poetico intorno all'amore, al dolore e alla fede di una giovane donna che si distinse per coraggio, forza e passione. È la storia di Giovanna D'Arco. Una donna che sente il peso della vita, più forte del peso della storia che la vede coinvolta come martire e santa. A guidarla sono voci sussurrate da lontano; voci nascoste, provenienti da diverse lingue e culture, che si accavallano nello spazio e nella mente segnando irrimediabilmente il destino che la farà spogliare degli abiti di donna per scegliere la via della guerra e salvare la sua patria. Il testo di Ricciardelli scava in diverse fonti letterarie, da poesie cinesi del XVI secolo fino a passi tratti da "Nozze di sangue" di Federico Garcia Lorca, che riportano la protagonista in unimmaginario fanciullesco, svestendola da ogni interpretazione religiosa e riducendola a metafora di  donna forte e combattente.

18 luglio - Palco Esterno - ore 21,00

APPICICATICCI – DE NIU' SCIO'

Di e Con Tiziano Storti e Renato Preziuso

GLI APPICICATICCI sono gli irresponsabili del teatro e giocano con l'improvvisazione in tutte le sue forme, per questo sono improvvisatori a 361 gradi. DE NIU' SCIO è un'avventura incredibile che tocca l'universo cinematografico, teatrale e musicale; qualcuno dirà che sono geni, qualcuno dirà che sono folli, qualcun altro che sono degli imbecilli con la "i" maiuscola. La verità è che sono tutte queste cose, perché improvvisare porta magia e inconsapevolezza allo stato puro. E ovviamente ci sarà un continuo rapporto con il pubblico che sarà coinvolto per tutto ciò che non hanno mai osato vedere! Storie d'amore, giochi di parole, esercizi di stile, mondi fantastici, demenziali, ironici, fiabe rivisitate, Shakespeare, inediti, film, Tarantino, Truffaut, Sergio Leone, Dario Argento, musical improponibili

19 luglio - Palco Esterno - ore 21,00

SCHERMI SONORI  

La grande musica per il grande schermo

Compagnia Techne Trio Live

Con Giovanna De Rubertis (pianoforte), Francesca Romana Fioravanti (violino) e Eszter Nagypal (violoncello)

Concerto della grande musica per il grande schermo. Da "Imitation game" a "Fame of thrones"

19 luglio - Palco Interno - ore 21,30

A VOLTE UN GATTO

Di Cristiano Censi

Regia Luigi Pisani

Compagnia MUSE & MUSI

Con Silvana Biagini, Alessandro Demontis, Monica Lugini, Paolo Pioppini

Aiuto regia Marco Manca

Carlo e Marialuisa sono una coppia in crisi, entrambi non si sopportano ma nessuno dei due può più fare a meno dell'altro. L'unica fonte di gioia, in casa, è rappresentata dal gatto bastardo, Cristoforo e dalla cagnetta di razza, Isadora.

Gli animali osservano e giudicano i comportamenti dei loro padroni,  senza però essere mai compresi pur possedendo il dono della parola.

Una commedia surreale, allegra e intrigante sull'incomunicabilità umana e animale.

20 luglio -  Palco Esterno- ore 21,00 

UNA SERATA COME VIENE

Di e Con Marco Cavallaro

Compagnia Esagera

"Io non lo so cosa accadrà in questa serata, di sicuro ci saranno un bel po' di risate… Una serata evento, unica nel suo genere, dove non esiste testo e la "Serata" sarà come viene, all'impronta" afferma Marco Cavallaro. Forse si proveranno pezzi nuovi da dare in pasto in futuro a un pubblico più numeroso, forse rifarò pezzi storici rivisti, forse inventerò pezzi nuovi all'istante. Non ne ho idea, l'unica cosa che posso dirvi è che ci divertiremo e staremo insieme come se fossimo nel salotto di casa durante una serata goliardica tra amici...in una notte di mezza estate...con buona creanza del Bardo"

20 luglio - Palco Interno - ore 21,30

TERRONI - La vera storia dell'unità d'Italia

Di Adattato e diretto da Roberto D'Alessandro

Con Roberto D'Alessandro, Mariano Perrella e la band di Marco Raoul Marini

La verità sulla questione meridionale nello spettacolo amaramente ironico tratto dal saggio di Pino Aprile. Dalle cronache locali delle battaglie fra piemontesi e Borbonici attraverso 150 anni di verità taciute, la "controstoria" dell'Unità d'Italia spiega le reali ragioni della questione meridionale. 

"Ciao! Io sono il Nord" - "Ciao! Io sono il Sud" l'incontro fra le due metà d'Italia è evidentemente uno scontro fra due mondi lontani, due realtà che procedono a velocità diverse e forse anche in direzioni diverse. L'elenco dei luoghi comuni sui meridionali è lungo e fa sorridere anche perché, in parte, è veritiero.. ma non è questo il punto. Il punto è capire il perché di questa distanza ormai oggettivamente abissale. È tempo per l'Italia di affrontare il riconoscimento delle ragioni storiche, culturali e soprattutto economiche della questione meridionale, ma è soprattutto auspicabile un momento in cui l'Italia sappia fare i conti con il proprio passato per essere libera di creare un futuro altrimenti negato. E magari anche per comprendere le migrazioni odierne di altri popoli mediterranei. Ma forse è chiedere troppo.

21 luglio - Palco Interno - ore 21,30

eVOLUTION - sit and think Legami_S_legati

Di Concept e coreografia Angelo Egarese

Regia Angelo Egarese

Compagnia KINESIS Contemporary Dance Company

Con Eleonora Chiaramonti, Elisa Gagliardi, Francesca Roini, Federica Taffoni

Musiche di Sergio Ratti - AA.VV.

Light designer Laura De Bernardis

Costume designer Anna Zwiefka

Costumi Elena Salvestrini

Scenografie Saul Rescigno

Foto Alessandro Botticelli

Un bivio della donna, un cammino fatto di poesia e follia, ove la danza rappresenta il  flusso in cui verrà proiettato il pubblico, il palco è una scatola nera che crea una scena neutra utilizzata come contenitore. 

A seguire: Legami S_legati eseguito da una esibizione di nuova produzione della FU.MI.GI. Dance Expe che rappresenta un viaggio attraverso la conflittualità dei rapporti umani della civiltà di oggi, la difficoltà dell'essere se stessi in un mondo così sordo alla normalità quasi diversità, l'attaccamento morboso al mondo virtuale cosi superficiale, labile e mutuabile.

22 luglio  -Palco Esterno - ore 21,00

FANTASIE NOTTURNE

Compagnia Golden Show

Con Nicola Losito

si ringrazia per la collaborazione

YAMAHA MUSIC EUROPE GmbH Branch ITALY

Nicola Losito, 22 anni, considerato uno dei maggiori talenti della sua generazione. A soli 21 anni la rivista Amadeus gli ha dedicato la copertina con un CD inedito interamente dedicato a Robert Schumann.Tiene numerosi recital in Italia e all'estero tra Austria, Belgio, Croazia, Francia, Germania, Norvegia, Polonia, Romania, Serbia, Slovenia, Spagna, Turchia e Stati Uniti. In veste di solista si è esibito con i Solisti Aquilani, l'Orchestra Filarmonica Marchigiana, Serbian. Dal 2017 è un artista sostenuto dal CIDIM.  Ha vinto numerosi primi premi in concorsi nazionali e internazionali,  Dal 2017 è presidente e direttore artistico dell'Associazione Filarmonica Italiana.

22 luglio - Palco Interno- ore 21,30

LADYVETTE

Regia Licia Pugliese

Con MA CHE MUSICAL e con Chiara Russo, Giulia Bauducco, Fabiana Marcocci, Sara Persili, Sara Soraci, Aurora Blasi, Elisabetta Latina, Greta Cherubini, Federica Corsi

Coreografie Rebecca Latina

Maestro del coro Laura Forcella

Le sorelle Capone, delle contadine sempliciotte, vengono a sapere che la loro nipote Gianna, anziché studiare all'università, si è unita ad una compagnia di rivista chiamata "Ladyvette". Le sorelle Capone tentano di tutto per allontanare la nipote da queste Ladyvette, che credono siano donne di facili costumi e a questo scopo lasciano per la prima volta il piccolo paese per raggiungere Milano.

22 luglio - Palco Interno- ore 21,30

NESSUNO E' PERFETTO

Regia Licia Pugliese

Con MA CHE MUSICAL e con Sofia Serra, Alessandro Rovai, Elisabetta Latina, Camilla Ridolfi, Valeria Borrelli, Carolina Petrolati, Giorgia Capparucci, Rebecca Latina

Coreografie Rebecca Latina

Maestro del coro Laura Forcella

NESSUNO È PERFETTO è un musical tratto da due film che vede Marilyn Monroe protagonista : "A qualcuno piace caldo" e "Come sposare un milionario". Ognuna di queste storie trova il proprio intreccio a ritmo delle più belle canzoni dei meravigliosi anni 60 italiani.

23 luglio - Palco Esterno- ore 21,00

VARIETèVENTUALI

Regia Maria Cristina Gionta

Con Giuseppe Abramo, Stefano Centore, Alessia Di Fusco, Annamaria Fittipaldi

Alessia, Cocca, Giuseppe e Stefano sono quattro attori, fondatori della compagnia "Tocca Lavorare", dopo anni di attività i quattro decidono di sciogliersi e prendere ognuno la propria strada. Il problema? Non riescono a mettersi d'accordo sulla tipologia di spettacolo da mettere in scena. Il pubblico assisterà ad un vero e proprio viaggio che riporterà alla luce quella comicità sempre attuale e mai volgare. Sketch e scene direttamente dagli anni '60 e '70.  Il tutto condito con musica e coreografie originali dell'epoca, canzoni del Quartetto cetra e Armando Trovajoli tratte dalle commedie musicali di Garinei e Giovannini, tutto cantato rigorosamente dal vivo. Risate a perdifiato e momenti di nostalgia per chi quelle scene le ha vissute in prima persona. Una comicità sempre attuale capace di coinvolgere ogni generazione, una comicità che non ha tempo. Il problema dei nostri attori è risolto...ecco lo spettacolo da mettere in scena… Il Varietà!

24 luglio - Palco Interno- ore 21,30

NICOLE ALLA FINESTRA

Di Arnaud Delepierre Traduzione di Micaela Sangermano

Regia Jessica Pacioni

Compagnia GLI SQUILIBRISTI

Con Eric, Roberto, Piero, Chiara, Jessica e Micaela

La stanza di un ospedale psichiatrico. Un letto. Un mare di oggetti. E un sogno. Contro cosa avrebbe combattuto il cavaliere errante Don Chisciotte della Mancia, se fosse vissuto nella nostra epoca? Può il romanticismo di uno dei più grandi classici, rivivere nel secolo del consumismo e dell'indifferenza? "Chi è pazzo? Chi non lo è?" Un' avventura senza pari: emozionante, divertente, pungente e commovente, per riscoprire il coraggio di credere nelle proprie idee. Perché la realtà ha la forma che decidiamo di donarle.

24 e 25 luglio - Palco Esterno - ore 21,00

LA PARRUCCHIERA DELL'IMPERATRICE - ossia LA VERA STORIA DELLA PRINCIPESSA SISSI

Di Franca De Angelis

Regia Anna Cianca 

Con Tiziana Sensi

Sissi e Fanny. La principessa e la parrucchiera. La padrona e la serva.

Due donne diverse nel destino e nelle ambizioni, ma accomunate da una stessa condizione esistenziale di infelicità, si raccontano attraverso la voce di un'unica attrice, in un gioco di specchi in cui di volta in volta si scambiano i ruoli di vittima e carnefice, fino all'epilogo in cui una delle due soccomberà. Ma quale delle due, non è scontato. L'imperatrice d'Austria e la sua umile ma ambiziosa parrucchiera si rivelano in fondo entrambe vittime di un mondo dominato dagli uomini, in cui a loro, donne, è consentito solo di vagheggiare il destino che vorrebbero, e non di costruirlo.

25 luglio -  Palco Interno - ore 21,30

VOCI DAL CORTILE

Di Edna Mazya

Regia Enrico Maria Lamanna 

Compagnia Golden Show

Con Elisabetta Mirra, Brenno Placido,Federico Le Pera,Jacopo Carta,Matteo Bossoletti

Nell'estate dell'86 una violenza dolorosa fu perpetrata a Hibbutz Shomrat nel nord Israele. L'intero paese fu scioccato.  Questo tragico e vergognoso fatto fu ispirazione  per il più famoso e il più grande successo teatrale mai scritto nella drammaturgia israelita. Un testo che pone a confronto uomo/donna donna/uomo amico/amica essere umano/ solitudine/vita. Oggi in Italia raccontiamo questa storia. Cinque attori che hanno dai 24 ai 28 anni, interpretano una storia di giochi erotici tra istinto e buchi affettivi adolescenziali   "che prendono troppo la mano"   tra rumori notturni, altalene, palloni, giochi di ragazzi violati sotto una luna piena . E a sorpresa i ragazzi e la ragazza diventano gli avvocati, la difesa, l'accusa del giorno dopo. ..e un altalena vuota dondola sola, fa un rumore...come un lamento infinito in cerca di un perché.Uno spettacolo di grande attualità sia per il tema degli abusi, che per il tema del "subbullismo" fra minori

26 luglio - Palco Interno- ore 21,30 

NAPOLI-BUENOS AIRES ANDATA E RITORNO - SPETTACOLO IN PROSA MUSICA E TANGO

Di Fernando Pannullo

Con Fatima Scialdone con la partecipazione di Eduardo Moyano e Simona Giarratano Vinsenti

Al Pianoforte M-° Francesco Bancalari

"Strano... sento nostalgia... di... di cosa? E' un sentimento strano; sono qui a Napoli, nella mia patria natale e sento nostalgia... di Buenos Aires... strano". Sono le battute finali della nostra protagonista, costretta a lasciare l 'Argentina per ragioni politiche e riprendere la via dell'Italia. Dicono che succede spesso a quelli che sono ritornati nella Terra  d'origine. … la nostalgia della seconda patria, un impellente desiderio di ritornarvi... e se non sono troppo vecchi e malandati, riprendono la via del ritorno al contrario:"NAPOLI BUENOS AIRES ANDATA E RITORNO". Al termine dello spettacolo segue "Serata di Milonga"

26 luglio - Palco Esterno - ore 21,00

#LaPoesiaSalveràIlMondo – Il suonatore Jones

Di e Con Matteo Pasquinelli, Francesco Giordano, Riccardo Parravicini

Edgar Lee Masters, nell'Antologia di Spoon River, ci mostra lo specchio di un'intera umanità attraverso la poesia. Ripercorreremo storie di passioni, di ideali, di giustizia per celebrare la vita attraverso gli epitaffi dell'autore americano.

27 luglio - Palco Esterno- ore 21,00 

VIAGGIO IN SICILIA

Di Mimmo Mignemi

Con Mimmo Mignemi, Marco Simeoli, Nadia Perciabosco e alla chitarra classica Giovanni Mancini

Un recital, un viaggio  nella  Sicilia attraverso le pagine di illustri autori che  ne hanno cantato le bellezze. Incontreremo Formisano con un inno d'amore  alla Sicilia ,   Pitrè  riscopre le leggende di Sicilia ( Colapesce e Aci e Galatea),      Hans Peter Holst ci narrerà delle donne catanesi e delle strade lastricate di lava di Catania, Martoglio ci paleserà il cuore e carattere del popolino siciliano,  Sciascia e Fava ci faranno pensare e riflettere con "il giorno della Civetta" l'uno con L'uccisore il secondo, Buttitta con la sua raffinata ironia amara e tagliente ci regalerà un sorriso. E poi tanta Sicilia con  i suoi motti popolari, i suoi scioglilingua,i suoi canti ma soprattutto con il suo spirito, l'anima e le contraddizioni del popolo siciliano.

27 luglio - Palco Interno - ore 21,30

IL CIRCO INVISIBILE

Di A. Orlando

Regia Cristina Pedetta

Con Cristina Pedetta e Sandro Calbrese

Costruito con la struttura drammaturgica dell'atto unico, Il Circo Invisibile descrive la situazione in cui, un aspirante comico si ritrova in una sala, dove si tengono delle audizioni. Qui incontra il suo esaminatore che si trasforma ben presto, in una sorta di aguzzino della parola. Il rapporto di dipendenza che si crea tra i due personaggi è immediato e ciò che ne deriva, è un gioco scenico basato sul botta e risposta che innesca una sorta di danza della ragione attorno ai due poli della comicità: un comico e una spalla. Il filo musicale di un suono di fisarmonica fa da sottofondo: si sta allestendo uno spettacolo e le audizioni sono aperte. In una sorta di girandola di parole, appaiono i due poli opposti delle figure clownesche: il Bianco e l'Augusto, rappresentazioni di due figure psicologiche di due bambini interiori che giocano al gioco dello spettacolo più bello del mondo, tutto da scoprire.

28 luglio - Palco Interno - ore 21,30 

UN PIZZICO DI TARANTA

Cari colleghi, 

è stata presentata ieri pomeriggio la Seconda Edizione del Marconi Teatro Festival. 

Anche quest'anno, dopo i numerosi consensi della scorsa estate,  il direttore del Teatro Marconi, Felice Della Corte, ha dato vita alla rassegna estiva che vede impegnato il teatro per 4 settimane, dal 4 al 29 luglio. 

Oltre 50 le repliche previste sui due palchi, uno interno e un palco allestito all'aperto. Teatro, danza, letteratura, poesia vedranno impegnati artisti come Paolo Triestino, Pietro De Silva, Roberto D'Alessandro, Antonello Avallone, Claudio Boccaccini, Marco Simeoli, Francesca Nunzi, Fatima Scialdone.

Ad inaugurare la seconda stagione del Marconi Teatro Festival sarà dal 4 all'8 luglio il grande Musical dedicato alla vita di San Francesco, Forza Venite Gente di e con Michele Paulicelli 

28 luglio - Palco Esterno - ore 21,00

LA FOTO DEL CARABINIERE

Scritto Diretto e Interpretato da Claudio Boccaccini

collaborazione artistica  Silvia Brogi - Massimo Cardinali

aiuto regia Marzia Verdecchi

Il 23 settembre del 1943 davanti al mare di Palidoro un vicebrigadiere dei carabinieri, il ventitreenne Salvo D'Acquisto, fu ucciso dalle SS.

Lo spettacolo racconta questa vicenda attraverso i ricordi circostanziati di chi ne fu protagonista, il padre dell'autore e interprete:  Tarquinio Boccaccini,  che quella mattina del '43 era tra i ventidue uomini salvati dal sacrificio dell'eroico carabiniere. Un racconto della memoria che parte dall'estate del 1960 - allorché l'allora bambino Claudio Boccaccini scopre che il papà Tarquinio conservava gelosamente, e ai suoi occhi misteriosamente, la foto di un giovane carabiniere dentro la propria patente di guida - per andare a ritroso fino ai tragici fatti del 1943 . "La foto del carabiniere" si propone come occasione - soprattutto per le giovani generazioni - di riflettere e confrontarsi, oltre che con il gesto di un grande uomo figlio del nostro paese, anche con i valori che dovrebbero essere fondanti per ogni comunità e ogni essere umano, quali l'altruismo e la solidarietà, la gratitudine e la conoscenza della propria storia e delle proprie radici.

29 luglio - Palco Interno - ore 21,30

LA STORIA D'ITA(G)LIA

Di Tirocchi, Paniconi e Pallottini

Regia Marco Simeoli

Compagnia A.M.O.

Con Daniele Derogatis, Valeria Monetti, Maurizio Paniconi, Alessandro Tirocchi

Giovanni Persichetti in arte Rocco Jeckerson, Andrea Mangano e Michele Tarantino sono i genitori di Janis, Tancredi e Oronzo, tre alunni di una scuola superiore autori di un lavoro di gruppo sulla storia d'Italia. Incoronata D'Onofri detta "La Merkel", autoritaria professoressa, decide di rendere il compito dei ragazzi un copione da mettere in scena, e coinvolge i tre papà costringendoli a recitare: Giovanni, Andrea e Michele dovranno preparare lo spettacolo e affrontare la spietatezza della Merkel, inflessibile e apparentemente senza macchia. Durante le prove scopriremo il rapporto dei tre padri coi figli, con la scuola e con il loro essere genitori. Sarà l'occasione per raccontare la Storia d'Italia con vizi, virtù e correzioni comiche, senza

privarsi di spunti di riflessione. Se Romolo e Remo avessero avuto un terzo fratello? Se Giulio Cesare alle Idi di Marzo non fosse andato al Senato ma avesse marcato visita? Se l'Unità d'Italia si fosse decisa per un capriccio di Anita?


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma