La V edizione della manifestazione Festival Pantheos

La manifestazione Festival Pantheos - Risvegli d’Arte, realizzata dalla European Choreographic Organizzation presso il Teatro di Villa Pamphilj in via di San Pancrazio 10 dal 26 luglio al 6 agosto 2015 è giunta alla sua V edizione.

Sei gli spettacoli in cartellone di cui 2 prime nazionali: 2 agosto “ Musical per una notte “ e 5 agosto “ Dulcinea in Manhattan” che replicherà il 6 agosto.

Una variegata kermesse artistica che per sette giorni vi accompagnerà in un percorso composto da musica, teatro, danza e operetta per soddisfare la più composita varietà di pubblico.

Il Festival apre domenica 26 luglio con lo spettacolo

“Giochiamo all’Operetta” le più belle arie dell’Operetta internazionale.

Regia: Gino Landi Coreorafie: Cristina Arrò Interpreti: Stefania Fratepietro, Marco Manca, Gianfranco Phino, Laura Di Mauro. Pianoforte: Alessio di Fede.

Lo spettacolo vede la presenza di un tenore, un soprano, un comico, una soubrette, un suggeritore, un pianista e due primi ballerini per la riproposizione classica delle arie e dei balletti che hanno fatto la storia dell’Operetta. Il regista Gino Landi è il creatore di questo particolare evento, in quanto tutti i protagonisti non saranno solo in concerto ma interpreti dei protagonisti delle parti danzate, recitate e cantate. A seguire:

30 luglio “Tango Sublime”

Ballerini:Marcelo Alvares & Sabrina Amato Cantante: Marcela Surkalo Orchestra Tanghera Viola Franco Gonzales Contrabbasso: Ector Faustini Violino: Giuliano Bisceglia Flauto Traverso: Raul Dosset Bandoneon: Mariano Navone Tastiere: Riccardo Blsamo Pianoforte: Gabrieò Chamiù

La compagnia Tanguera è lieta di presentarvi lo spettacolo Tango Sublime con le orchestre Cuartetango e La Bordona unite in unica orchestra, le coppie di Ballo Mariano Navone e Claudia Fusillo, Marcelo Horacio Alvarez e Sabrina Amato, e la voce e il Ballo di Marcela Szurkalo.

Tango Sublime è nato da un'idea di Franco Gonzalez e Mariano Navone, con la collaborazione di Riccardo Balsamo e di tutta la compagnia Tanguera.

In questo spettacolo si vuole rappresentare un'idea di sublime non solo intesa come bello nel suo massimo grado, ma intesa anche come il riconoscimento di una sproporzione, ossia di uno scarto di fatto incolmabile tra qualcosa di finito E con ciò stesso di determinato (il contingente) e qualcosa che invece è assolutamente altro rispetto alla determinatezza (l'infinito e quindi l'assoluto).

Nell'abbraccio del tango si ha proprio questo riconoscimento che determina la relazione tra finito ed indefinito: l'abbraccio concreto è il ponte con il quale giungere ad una dimensione più alta che quella della connessione, la presa di coscienza che non si è più due persone separate ma un'unica entità che per la durata di una tango Cancion, di una milonga, di un vals esce fuori dalla contingenza per arrivare alla dimensione assoluta dell'arte.

1 agosto “Canterville”

Regia Marco Simeoli Coreografie Gea Stramacci Musiche Flavio Gargano Libretto e testi di Robert Steiner e Valentina De Paolis Con: Robert Steiner, Valentina De Paolis, Manuel Bianco, Donatella Pandimiglio, Marco Simeoli, Francesca Nunzi, Paolo Gatti, Annalisa Cucchiara, Luca Notari, Viviana Tupputi, Davide Fienauri, Myriam Mirso Somma, Daniele Venturini, Andrea Venditti e Michele Ferlito.

La storia originale di Oscar Wilde, “Il Fantasma di Canterville”, è stata notevolmente ampliata. I personaggi comici, a tratti fumettistici, che caratterizzano il racconto, diventano nel musical complessi, coinvolgenti e tremendamente umani. Con l’aggiunta di ulteriori personaggi la trama ora contiene sia momenti esilaranti, nel pieno rispetto delle scelte letterarie dell’autore, sia momenti drammatici e tragici che regalano quel sapore inaspettato al racconto originale; ma la vera novità è l’introduzione di una grande, eterna ed appassionata storia d’amore che conquisterà il cuore del pubblico.

2 agosto “Musical per una notte” Concerto misto di brani tratti da diversi musicals italiani e internazionali.

Con: Donatella Pandimiglio, Luca Notari, Manuel Bianco, Robert Steiner, Valentina De Paolis, Marco Simeoli e Daniele Derogatis. Presenta: Marco Simeoli.

Chi non ha mai visto almeno una volta un musical? E chi non si è emozionato nel sentire quelle melodie? Il 2 agosto a Villa Pamphili, alcune delle più belle voci del musical italiano vi faranno rivivere quelle emozioni attraverso le più belle canzoni tratte da The Phantom of the Opera, Love Never Dies, Les Misérables, Sunset Blvd, Jekyll & Hyde, West Side Story, Notre Dame de Paris, Romeo & Giulietta, Scugnizzi e tanti tanti altri spettacoli italiani ed internazionali. Una serata di varietà e di una miriade di emozioni!

4 agosto “Il Conte di Montecristo”

Regia: Gino Landi Assistente alla regia : Cristina Arrò Musiche: Francesco Marchetti Libretto e liriche: Robert Steiner Con: Manuel Bianco, Valentina De Paolis, Luca Notari, Paolo Gatti, Daniele Derogatis, Patrizio Pierattini, Carlo Alberto Gioja, Myriam Mirso Somma, Davide Fienauri, Viviana Tupputi, Andrea Venditti, Daniele Venturini e Michele Ferlito.

Considerato il più bel romanzo di Alexandre Dumas, Il Conte di Montecristo narra la vicenda di Edmond Dantès, marinaio della nave Pharaon che sta per essere promosso a capitano ed è inoltre in procinto di sposarsi con l'amata Mercédès, sua fidanzata.

Mosso dall'invidia, Danglars, scrivano della nave e aspirante da lungo tempo alla nomina di capitano, organizza una trappola per incastrare Edmond. Con la complicità di Fernand Mondego (cugino di Mercédès e dichiaratamente innamorato di lei, seppur respinto) e Gaspard Caderousse, Danglars scrive una lettera anonima, dove denuncia Edmond di essere un agente bonapartista. La missiva finisce nelle mani del sostituto procuratore del re, Villefort, che immediatamente si adopera per assicurare alla giustizia il giovane.

Edmond Dantès viene arrestato e condotto nottetempo nella prigione del Castello d’If dove, per la gravità del reato imputatogli, vi avrebbe trascorso la vita. Qui fa la conoscenza di un altro prigioniero, l'abate Faria, che da anni sta scavando un tunnel sotterraneo, nella speranza che possa condurlo fuori dalla fortezza. Edmond decide di aiutare l'anziano, il quale - per contro - aiuta Dantès a fare luce sugli eventi che lo hanno condotto in prigione. Consapevole di essere stato vittima di un complotto, Edmond giura di vendicarsi di tutti quelli che l’hanno incastrato. Dopo la morte dell’abate Faria, Dantès riesce ad evadere ed assume la nuova identità del Conte di Montecristo, facendo ritorno a Parigi da dove ha inizio la sua tanto agognata vendetta.

5 e 6 agosto “Dulcinea in Manhattan”

Musiche : Thomas Lentakis e Mario Rosini Citumi: Silvia Frattolillo Coreografie: Alessandra Corona Gino Landi Assistenti alle coreografie: Cristina Arrò e Marco Tucci

Arriva direttamente dagli Stati Uniti la prima mondiale "Dulcinea in Manhattan" e una nuova produzione di Teatrodanza ideata dall'artista Alessandra Corona, firmata dalla Direzione di Gino Landi. Una veloce e vibrante messinscena, che si consuma in una notte Newyorchese in un appartamento a Manhattan, inspirata alle atmosfere del "Don Chisciotte" di Cervantes. Una notte in cui all'improvviso situazioni tragiche si mischiano e confondono a dimensioni esilaranti. Un viaggio nell'immaginazione, dove poesia e realtà' si intrecciano per la disperata ricerca al " Sogno Impossibile". Questo progetto e' stato possibile soltanto grazie alla presenza di sette grandissimi artisti, Alessandra Corona, Mario Rosini, Herman Payne, Ashely Adamek, Christian Di Maio, Valerio Polverari e Leonardo Tomasi. Le musiche originale sono dell'americano Thomas Lentakis, e Mario Rosini. I costumi sono disegnati da Silvia Frattolillo.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma