Al Giardino degli Aranci dal 26 al 30 agosto si traferisce per il gran finale ScenArte. 27° Festival Internazionale del Teatro Urbano, ideato e diretto da Emilio Genazzini.
Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell'Avviso pubblico Estate Romana 2020-2021-2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

Nel suggestivo giardino romano verranno alcune tra le compagnie più rappresentative della ricerca teatrale contemporanea come l'Odin Teatret dalla Danimarca; l'Open Program del Workcenter di Jerzy Grotowski di Pontedera; il Teatro Nucleo di Ferrara e la stessa Abraxa Teatro, organizzatrice del festival.
Quest'anno verrà presentato il nuovo libro a cura di Claudio La Camera Terzo Teatro. Un grido di battaglia (ed. La Bussola 2021) alla presenza di Eugenio Barba, Donatella Brusini (Ipazia Productions) ed Emilio Genazzini. Dopo circa mezzo secolo dal Manifesto del Terzo Teatro, queste lezioni analizzano strategie, metodi e risorse di un'arte povera che cerca costantemente spazi di autonomia e di sopravvivenza. Eugenio Barba, Franco Ruffini, Nicola Savarese e Julia Varley svelano l'identità del Terzo Teatro attraverso la storia di gruppi, individui e territori di un arcipelago teatrale ancora molto esteso e lontano dal mercato dello spettacolo. In questo misterioso ecosistema culturale risuona un comune grido di battaglia a sostegno della libertà, dell'uguaglianza e della partecipazione collettiva. (26 agosto ore 16.00). Lo stesso giorno a seguire Julia Varley presenta Il personaggio che non può morire, dedicato a Mr Peanut, il personaggio con la testa a teschio, che da più di quarant'anni ha partecipato agli spettacoli dell'Odin Teatret.

Il 26 agosto alle 22.00 il TeatroP di Lamezia Terme propone C'era una volta La vita artistica di una compagnia, uno spettacolo che si avvale della sand art per raccontare, animando anche la sabbia, i 40 anni di una compagnia teatrale, in omaggio ai 40 di Abraxa.
L'Open Program del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards  presenta La ginestra, uno spettacolo di Mario Biagini che guarda alla poesia leopardiana, dalla recitazione della poesia all'analisi aperta, a una conversazione con il pubblico. (27 agosto, ore 21.00).
Abraxa presenta Il percorso di un'anima. Dante e la Divina Commedia sostenuto dalla Regione Lazio con il Fondo Unico 2021 sullo Spettacolo dal Vivo. Lo spettacolo è la realizzazione di un viaggio affascinante, con colori e toni molto differenziati tra le tre cantiche poeticamente descritte dall'Alighieri, di cui si scelgono alcuni versi. (27 agosto, ore 22.00). Il 28 agosto alle 18.00 la compagnia Post-It 33 presenta ClownDestini dove due clown fuori luogo si troveranno a scontrarsi con i padroni del luogo, facendo ridere e divertire evocando tragedie contemporanee.
Il Teatro Nucleo di Ferrara presenta un nuovo spettacolo per spazi aperti e non convenzionali in cui si intrecciano teatro, danza, musica dal vivo. Un inno all'amore, alla leggerezza, alla gioia - ispirato al Cantico dei Cantici, il più grande testo d'amore di tutte le letterature: Il tempo del canto (28 agosto, ore 21.00)

Qui prosegue anche la terza edizione del progetto Sguardi dalla Capitale. Performance, Racconti e Immagini dai quindici Municipi di Roma che prevede quindici opere prime brevi di compagnie, artisti e operatori culturali che raccontino Roma nelle sue 15 divisioni amministrative, da nord a sud, da est a ovest. I protagonisti di Sguardi dalla Capitale, al Giardino degli Aranci sono: -Danila Fruci, TradirEfare Teatro, La Bottega dei Comici (26 agosto); Gianluca Riggi, Eleusis Teatro (27 agosto); Opificio03, Hilo Rojo di Siviglia, Linee Libere, Francesca Tranfo di Abraxa Teatro e la visita notturna guidata dalla sociologa urbana Irene Ranaldi (28 agosto).

Tra i tanti incontri e laboratori da diversi anni nell'ambito del programma artistico di ScenArte-Festival Internazionale del Teatro Urbano, Abraxa Teatro decide di dare spazio a riflessioni, a momenti di conoscenza e di divulgazione dedicati all'uso consapevole e responsabile del denaro. Anche quest'anno, sempre grazie al sostegno e alla presenza della Fondazione Finanza Etica (finanza al servizio della buona economia e del benessere delle comunità), il giorno 27 agosto 2021 alle ore 18 si svolegerà l'incontro "L'interesse più alto è quello di tutti. Un incontro che mira a illustrare l'uso corretto dell'economia basata su principi etici, fornendo esempi e documenti.
Dopo 40 anni di attività, ricerca, laboratori e spettacoli Abraxa Teatro guarda al presente e al prossimo futuro e lancia una call per sostenere le giovani creatività, che il 29 agosto si riuniranno al Giardino degli Aranci con le loro performance per Il Teatri del Presente.

Il 30 agosto al Giardino degli Aranci si conclude anche Racconti Romani Urbani, dopo le esperienze narrative itineranti, condotte dal regista di Abraxa in collaborazione con Florinda Nardi, docente di Letteratura Italiana presso l'Università di Tor Vergata.

Programma dal 26 al 30 agosto

26 agosto al Giardino degli Aranci, piazza Pietro d'Illiria 3
Dalle ore 16:00 PRESENTAZIONE DEL LIBRO:
TERZO TEATRO Un Grido di Battaglia
Interventi di: Eugenio Barba, Donatella Busini (Ipazia Production), Emilio Genazzini
Il nuovo libro, a cura di Claudio La Camera e stampato da La Bussola Edizioni con il patrocinio di Ipazia Production, contiene testi inediti di: Eugenio Barba, Franco Ruffini, Nicola Savarese e Julia Varley.
"Non si può sognare un futuro, attendendo un mutamento totale che sembra allontanarsi a ogni passo che facciamo e che intanto lascia tutti gli alibi, i compromessi, l'impotenza dell'attesa. Si desidera che subito una nuova cellula si formi, ma non ci si vuole isolare in essa. Questo paradosso è il Terzo Teatro: immergersi, come gruppo, nel cerchio della finzione per trovare il coraggio di non fingere."- Eugenio Barba

Dalle ore 18:00 Performance Sguardi dalla Capitale. Perfomance, Racconti e Immagini dai 15 Municipi di Roma
Ci sono persone che contano
Performance per il territorio del Municipio XIII a cura di Danila Fruci
Performance ambientata nel pittoresco supermercato "Valle Prima" in cui la cassiera Sharon ciancica una bigghebbabbol, con un retrogusto di riflessioni e si abbandona a un delirio di non-potenza! Lei che è non-presente! E al doppio turno parte:"Se di gentile c'è solo la candeggina stamo messi male. A furbi. E chi sarebbero 'ste persone che conteno?! Conteno che?!"
Tenerezza di una finta età adulta, le sue unghie sfoggiano la fluorescenza adolescenziale che fa, immancabilmente, pendant con l'elastico che le sormonta la testa. È la metafora di un finto contatto.
Chi sta dentro e chi sta fuori
Performance per il territorio del Municipio XIV a cura di TradirEfare Teatro
Il 18 dicembre del 1974, alcuni infermieri e operatori del S. Maria della Pietà, con un atto civile e coraggioso, aprirono le porte dei padiglioni dell'ospedale psichiatrico, per permettere ai pazienti internati di passeggiare per la prima volta nel parco. A breve sarebbe arrivata finalmente la legge Basaglia, che quelle porte le avrebbe aperte una volta per tutte. Eppure, anche dopo, molti pazienti non riuscivano a vivere fuori da quelle gabbie, tanto era forte la loro precedente costrizione. Chi sta dentro e chi sta fuori: due mondi che si guardano da una parte all'altra, divisi da un muro invisibile, alzato dai pregiudizi di un'intera società.
Pedrolino e la morte di Anonne
Performance per il territorio del Municipio XI a cura della compagnia La Bottega dei Comici
Pedrolino, servo tuttofare di Papa Leone X deve organizzare presso il Castello della Magliana le prove per le esequie solenni di Annone, il defunto Elefante albino del Papa. E Pedrolino dovrà barcamenarsi tra ritualità improvvisate, richieste ufficiali di visibilità per personalità compiacenti e tentativi di esibizionismo dei soliti tirapiedi e arrampicatori sociali.


26 agosto, Ore 21. 00
Il personaggio che non può morire  
Spettacolo a cura di   Julia Varley dell'Odin Teatret (Danimarca)

Il teatro è visione: uno spettacolo agogna a mostrare l'invisibile. Un personaggio che non può morire immagina e materializza nascite, avventure, decessi e resurrezioni di Mr Peanut, il personaggio con la testa a teschio, che da più di quarant'anni ha partecipato agli spettacoli dell'Odin Teatret, spesso come protagonista. Lo spettacolo è una dichiarazione d'amore da parte dell'attrice al personaggio a cui ha prestato vita. In strade assordanti e stanze silenziose Julia Varley ci svela le numerose grottesche e sbalorditive incarnazioni di Mr Peanut che hanno accompagnato il suo viaggio su questo pianeta. Scene di teatro e filmati si alternano per evocare fatti del passato e per immaginare una realtà futura che ci attende. L'essenza         di    questa realtà è una danza di contrari dove dolore e assenza comprendono tenerezza, poesia e rigenerazione.

Ore 22:00
C'era una volta La vita artistica di una compagnia
Spettacolo a cura della compagnia Teatrop di Lamezia Terme
È uno spettacolo che si avvale della sand art, l'arte di manipolare e trasformare in figure la sabbia distesa su un piano luminoso e proiettata su un grande schermo. I disegni, creati dal vivo, si susseguono in maniera suggestiva e affascinante, creando immagini che si modificano di continuo. Queste appaiono, scompaiono e si trasformano al ritmo della musica o al suono delle parole. Le dita come pennelli danzano sul piano luminoso rendendo possibile il mutare delle linee, dei chiaro scuri per dare vita al racconto e accompagnare lo spettatore in una dimensione fantastica. È uno spettacolo che narrerà il percorso artistico di una compagnia spesa sulle assi del palcoscenico ma anche nei luoghi urbani più strani e intriganti, in Italia e attraverso 3 continenti. Un omaggio da parte di compagni di viaggio ai 40 anni di Abraxa Teatro

27 agosto al Giardino degli Aranci, piazza Pietro d'Illiria 3
Dalle ore 10:00
Lezioni di Training fisico e vocale
Incontro didattico a cura della Scuola Segreta di Abraxa Teatro
Il regista di Abraxa Teatro, Emilio Genazzini, condurrà una sessione di allenamento fisico e vocale diretta ad attorì/attrici insieme ai componenti della Scuola Segreta. L'incontro è aperto a chiunque voglia partecipare.

Dalle ore 18:00
L'Economia della Finanza Etica Incontro a cura della Fondazione Finanza Etica
L'incontro mira a illustrare l'uso corretto dell'economia basata su principi etici, fornendo esempi e documenti.

Dalle ore 18:40 Performance opere prime Sguardi dalla capitale. Perfomance, Racconti e Immagini dai 15 Municipi di Roma a cura di due gruppi partecipanti alla Rete Laboratorio Roma:

Tiresia. Visioni profetiche di P. P. P.
Performance per il territorio del Municipio X a cura di Gianluca Riggi
Un viaggio nella letteratura di Pier Paolo Pasolini per ritrovare e rileggere le visioni profetiche di un futuro che lo assilla.
I suoi versi attraversano la città di Roma più e più volte, e così i suoi romanzi ed i suoi film. Roma è il presente, il passato, e un futuro che Pasolini anticipa continuamente proprio perché dal presente degradato delle periferie romane egli sa leggere le tracce che lo condurranno ad un domani consumistico che difficilmente riesce ad accettare. Come TIRESIA, sa leggere i segni del cielo e della terra.
Per una Terra Libera
Performance per il territorio del Municipio XII a cura di Eleusis Teatro
Il Forte Bravetta, nel Municipio Roma XII, è uno dei tanti luoghi di memoria della nostra città. Uno dei tanti luoghi di sangue. Tra il 1943 e il 1944 sono stati fucilati lì 77 appartenenti alla Resistenza, per mano delle truppe nazi – fasciste. Quest'estratto di uno spettacolo itinerante che Eleusis ha realizzato all'interno del Forte, racconta le storie delle donne e gli uomini che hanno partecipato alla Resistenza in modo silenzioso. Religiose, madri, Sacerdoti che hanno dato il loro contributo alla Lotta senza mai imbracciare un fucile, ma rischiando la loro vita per nascondere i Partigiani.

Ore 21:00
La Ginestra
Anteprima dello spettacolo a cura dell'Open Program del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards di Pontedera
Lo spettacolo è il frutto di una ricerca di Mario Biagini sulla recitazione poetica e la prosodia italiana, effettuata in particolare su La ginestra o il fiore del deserto di Leopardi, che nel 1836 si trova a Napoli da tre anni e compone questa sua poesia a Torre del Greco, da dove vede il Vesuvio che nel 79 d.C. aveva distrutto Pompei ed Ercolano. Questa visione storica porta Leopardi a riflessioni poetiche, filosofiche e sociali sul presente. Mario Biagini che dirige oggi l'Open Program, uno dei due gruppi di ricerca attivi al Workcenter, proporrà una serata concepita dall'insieme della recitazione della poesia e dell'analisi aperta a una conversazione con il pubblico.

Ore 22:00
Il Percorso di un'Anima: Dante e la Divina Commedia Spettacolo a cura della compagnia Abraxa Teatro
Lo spettacolo è la realizzazione di un viaggio affascinante, con colori e toni molto differenziati tra le tre cantiche poeticamente descritte dall'Alighieri. Un viaggio elaborato con un disegno drammaturgico tale da segnare un "percorso" con ritmi di azioni differenti e incalzanti, contrassegnate da forti contrasti, attuando le soluzioni sceniche ideate per superare le difficoltà inerenti a questo complesso compito, che la direzione artistica si è posta. Il progetto della messinscena è originale: non si vuole rappresentare tutta la Commedia, ma si concentrerà volutamente solo su alcuni canti per arrivare a esprimere e a comunicare alcuni tra i valori più importanti narrati, qualcosa definibile come la quintessenza dell'opera anche per facilitare il pubblico a indirizzare l'attenzione sugli argomenti proposti.

28 agosto al Giardino degli Aranci, piazza Pietro d'Illiria 3
Ore 18:00
Clown-Destini
Spettacolo a cura della compagnia Post-It 33
Questo spettacolo nasce dalla necessità della compagnia di affrontare delle tematiche sociali molto delicate, in chiave comica e contemporanea. La grammatica clownesca, infatti, unita alla comicità di situazione, vedrà come protagonisti due personaggi "diversi" alla continua ricerca del posto perfetto in cui vivere. L'alterazione della normalità, dovuta alla presenza di altri Clown, che si definiscono i "padroni del Luogo", porterà all'esasperazione i protagonisti, riflettendo poi, in tutto e per tutto, la situazione della società odierna.
Dalle ore 19:00
Performance opere prime Sguardi dalla capitale. Performance, Racconti  e Immagini dai 15 Municipi di Roma
Luci e Ombre del Tuscolano
Performance per il territorio del Municipio VII a cura di Opificio 03
Due attori si immergeranno nella scoperta della storia di questo quartiere che prende il nome dall'antica Via Tuscolana, una storia antichissima che parte dalla preistoria per arrivare fino ai giorni nostri. La storia di un quartiere dall'identità precisa e allo stesso tempo sfaccettata che affonda le radici nel passato e guarda, coi suoi mille volti, al futuro, una città nella città, una parte di Roma che custodisce alcune tra le memorie più commoventi e significative della Capitale.
La Fanciulla di Vallerano
Performance per il territorio del Municipio IX a cura di Hilo Rojo Teatro (Spagna)
Vallerano 1993. Un gruppo di archeologi scopre una tomba contenente un ricchissimo corredo appartenuto ad una fanciulla vissuta nel II secolo d.C. ed oggi conservato a Palazzo Massimo. Attraverso la sua voce scopriremo la sua storia e quella del territorio in cui è vissuta.
Passaggi
Performance per il territorio del Municipio VIII a cura della compagnia Linee Libere
La performance si sviluppa attraverso due registri linguistici: il corpo dell'attrice in scena che dà voce ai personaggi e l'illustrazione, dolce bolla di sapone di una realtà che si presenta come una fiaba animata. Un continuo passaggio di corpi, anime e racconti di vita nell'ambito della Garbatella, uno dei cuori popolari più suggestivi di Roma, che risulta uno scenario di storie incrociate che si susseguono, si accavallano e si incontrano in un unico punto: il racconto di Ascanio, poeta e cantastorie.
Verso un Mondo Diverso
Performance per il territorio del Municipio II a cura di Francesca Tranfo di Abraxa Teatro
Ultima parte della trilogia di performance dal cimitero del Verano.
Nelle precedenti lo spettacolo si è colorato di versi poetici, canzoni e prose di grandi artisti della romanità seppelliti nello storico cimitero della capitale (da Trilussa a Petrolio, da Sibilla Aleramo a Gabriella Ferri, da Aldo Fabrizi a Rino Gaetano, ecc.).
Quest'anno la performance si concentrerà sulle storie e le riflessioni che il monumentale cimitero di Roma evoca in relazione al momento storico che stiamo vivendo. In quale verso andremo? Dal passato al futuro oppure ci lasceremo seppellire da minacce e paure?

Ore 22.00
Il Tempo del Canto
Spettacolo a cura della compagnia Teatro Nucleo di Ferrara
Un nuovo spettacolo per spazi aperti e non convenzionali in cui si intrecciano teatro, danza, musica dal vivo. Un inno all'amore, alla leggerezza, alla gioia - ispirato al Cantico dei Cantici, il più grande testo d'amore di tutte le letterature. Di qualsiasi specie di amore si tratti, sia quello di Jahvè e del suo popolo, come vuole la tradizione ebraica, sia quello dell'anima e del suo Dio, come vogliono san Giovanni della Croce e altri mistici, sia quello carnale di uomo e donna, come impone di pensare una lettura immediata del testo, mai parole più belle e inesauribili sono state trovate per cantarlo, parole che sembrano ogni volta miracolosamente adatte a ciascuna delle tante interpretazioni che sono state date del Cantico. Riempiono lo spazio aquiloni chagalliani, tavole imbandite dal canto sublime, parole non scontate, inquiete. Arcaiche.
Gli attori danzano coreografie poetiche, danze feroci e delicate. Con pane e vino arrivano da lontano per raccontare il cantico infinito, e se ne vanno lasciando al pubblico il sogno di una cosa, il volo degli amanti, la speranza dell'abbraccio.

Ore 23:00 Sguardi dalla Capitale. Perfomance, Racconti e Immagini dai 15 Municipi di Roma:
Passeggiata notturna dedicata al Municipio I a cura di Irene Ranaldi, sociologa urbana.
Si ripercorreranno le tappe dell'evoluzione lungo l'ultimo secolo del XX rione del centro storico di Roma, Testaccio che è stato il primo quartiere operaio di Roma Capitale. Si scenderà dal colle Aventino e si passeggerà lungo le strade del quartiere popolare facendo tappa a piazza Testaccio e davanti a luoghi significativi come la targa dove è nata Gabriella Ferri e a quella dove ha vissuto Elsa Morante

29 agosto al Giardino degli Aranci, piazza Pietro d'Illiria 3

Dalle ore 18:00
Il Teatro del Presente
Presentazioni di performance e spettacoli a cura di artisti e gruppi giovani di teatro

30 agosto al Giardino degli Aranci, piazza Pietro d'Illiria 3

Dalle ore 16:00 Conclusione di "Racconti Romani Urbani" a cura di Florinda Nardi, docente di Letteratura Italiana all'Università di Tor Vergata e di Emilio Genazzini, regista di Abraxa Teatro
In questa giornata conclusiva verrà effettuata la lettura pubblica dei racconti originali creati dalle persone che hanno partecipato alle esperienze narrative itineranti, svolte nei giorni precedenti del festival nei borghi antichi di Isola Farnese e di Cesano.

Informazioni, orari e prezzi

INGRESSO LIBERO CON PRENOTAZIONE

La prenotazione è obbligatoria per le visite guidate/passeggiate  

Info: 
tel. 0665744441-3404954566 
www.abraxa.it 
abraxateatro@abraxa.it
Abraxa Teatro Facebook 
Instagram abraxa_teatro

Dove e quando

Festival - Come un'armonia
Festival - Abilmente Roma 2024