Incontro con Simona Guerra

Da più di quindici anni Simona Guerra ha trasformato la sua passione per la Fotografia in una professione per cui è riconosciuta a livello nazionale. Laureata presso l’Università di Bologna, dove ha studiato fotografia con Italo Zannier, è esperta di ordinamento, conservazione e valorizzazione di fondi fotografici ed ha collaborato nel tempo con alcune tra le maggiori istituzioni italiane del settore tra cui l’archivio “Fratelli Alinari” e l’archivio “Mario Giacomelli”. È inoltre curatrice di mostre ed eventi dedicati e tiene seminari e lezioni sul linguaggio fotografico presso la Scuola Pubblica e in numerose istituzioni private italiane. Assieme a Lisa Calabrese è co-curatrice dell’evento annuale “Giornate di fotografia” (in maggio, nelle Marche) ed ideatrice e promotrice della Rete Fotografica Marche.

È autrice di alcune pubblicazioni sulla fotografia tra cui le biografie “Mario Giacomelli. La mia vita intera” e “Mario Dondero” (per Bruno Mondadori) “Cesare Colombo con Simona Guerra. La Camera del tempo” (per Contrasto) ; il romanzo “Bianco e oscuro. Storia di panico e fotografia” (con fotografie di Giovanni Marrozzini; per PostCart).

Presso il WSP Simona Guerra terrà un seminario sull’auto-rappresentazione in cui non si parlerà di tecnica bensì di conoscenza di sé attraverso la fotografia e di benessere personale. Un percorso in cui si conosceranno e sperimenteranno potenzialità altre della fotografia.

L’incontro che si svolgerà il 20 marzo, aperto a tutti e gratuito, introduce tali tematiche connesse alla fotografia e all’impego di essa come strumento terapeutico.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma