Incinque Open Art Monti dal 20 al 24 dicembre 2021, ospita "natale inCentro".
Un'occasione per concedersi una fuga nell'arte e nella cultura.
La mostra riunisce una selezione curata da Monica Cecchini dei lavori di quattro artisti raccolti intorno al concetto di indagine e racconto della propria esistenza. Pensieri che si muovono attraverso forme e tecniche diverse.
Margherita Giordano. Il forte interesse per la psicologia e l'animo umano la spinge alla dimensione del viaggio anche per poter contaminare la propria cultura con una diversa, di incontrare esseri umani, volti, colori che possano portarla ad una visione ancora più ampia e variegata del "piccolo universo terreno", puntando l'obbiettivo ad un altro universo, alla grandezza e la totalità del cosmo. I suoi lavori sono legati ad una ricerca sul colore, nello specifico del colore nero. La tematica ha radici sulla scienza e sull'astrofisica e in particolar modo sui buchi neri. Una riflessione sul colore e sulle istanze emotive e psicologiche che ci sono dietro. Un'indagine sulla psicologia umana, attraverso il colore e lo studio dell'universo.

Chiara Fenicia, realizza gioielli che sono dei veri e propri racconti poetici da indossare. Sculture come "ancore emotive". Crea gioielli con pezzi di ferro che trova nei mercati, nelle discariche o per caso in strada. Cerca di modificarli il meno possibile, poiché crede che siano in grado di diventare preziosi nella loro forma originaria.
Quello che le preme comunicare è come la Trasformazione nei suoi molteplici aspetti sia stata necessaria per affrontare il mondo, le piace pensare che i suoi oggetti possano cambiare vita senza perdere l'anima.
Re Barbus, artista fotografa e collagista, lavora con un approccio multidisciplinare che rende le sue opere avvolte di una continua sospensione e illusione materica.
Attraverso la tecnica del collage e dell'assemblage, riesce a mettere in scena la propria ricerca personale. Le sue opere sono un elaborato palcoscenico dove fa muovere i suoi personaggi raccontando le loro storie. L'uso di diversi materiali e la tridimensionalità nei suoi lavori sono divenuti la sua firma di originalità.
Alessandro Arrigo, grafico e illustratore. Le sue opere hanno come filo conduttore la narrazione. Dalle illustrazioni bidimensionali all'utilizzo della fotografia dove inserisce le sue creature che si muovono nello spazio circostante. Ambienti in cui le raffigurazioni interagiscono e interpretano i suoi stati d'animo con un linguaggio visivo semplice e comprensibile a tutti.

Incinque Open Art Monti
Via Madonna dei monti 69, Roma
da Lun a Sab ore 15:30 - 20:00
ingresso gratuito

Dove e quando

Gallerie - Mambor
Gallerie - Bestiario lisergico
Gallerie - Take a Look