Una rassegna fotografica sulla bellezza dell'alterità

Dal 20 al 24 febbraio 2016 lo Spazio Paema/Fondazione Maitreya – via Clementina n.7 - nel cuore del rione Monti, ospita alcune foto scattate da Loriano Bigi, divenuto viaggiatore del mondo per rispondere al desiderio di conoscere luoghi in cui poter rinnovare l'incontro con il bello e godere così della pacificante gioia che esso suscita. Viaggiando ha scoperto che, ben oltre ogni opera d'arte ed ogni mirabile manifestazione della natura, il punto della realtà in cui il bello si rende più evidente è il volto degli uomini, con tutto il suo mistero e la sua magnifica semplicità.

Ritrarre gli uomini ed il loro volto, specchio mirabile della inestinguibile sete di bellezza di cui essi stessi sono costituiti, è divenuta la traccia principale di una affascinante narrazione: niente esprime l'essenza di un oggetto quanto il desiderio che esso suscita e che ad esso muove.

Ci sono popoli per i quali la capacità di guardare oltre e dentro il cuore degli uomini è rimasta inalterata e non è stata offuscata dalla nostra sovrabbondanza di parole e di ragionamenti. Occhi che penetrano le nostre fragili corazze, mostrandoci la nudità del nostro sentirci re.

Un breve viaggio nel sud est asiatico, narrato attraverso una raccolta di immagini, che raccontano come si può imparare a guardarsi dentro attraverso gli occhi di un altro.

La mostra organizzata dall'Atelier Paema con il patrocinio del Tavolo Interreligioso di Roma si colloca all'interno del programma delle attività della World Interfaith Harmony Week 2016, e vuole offrire un contributo affinché si possa giungere alla scoperta dell'altro da sé attraverso il linguaggio universale della fotografia. La mostra di Loriano Bigi "Sguardi nell'anima" assume un valore simbolico di armonia e dialogo tramite quei volti e quelle mani d'Oriente, da sempre crocevia di fedi.

Il programma di attività della Settimana dell'Armonia e del Dialogo tra le Fedi 2016 con questo evento continua il viaggio iniziato con la mostra "Donne in arte", seguito dallo spettacolo "Teofonia Armonia tra le fedi. Musica e danza Cristiana, Indiana e Sufi".

A partire dal 17 febbraio si procederà con le visite guidate nei luoghi di culto a Roma: il Ghetto, il Museo Ebraico e il Tempio Maggiore (17 febbraio ore 10.00 a lungotevere Cenci, piazza Gerusalemme), il Tempio Hua Yi Si Pagoda cinese (20 febbraio h. 11.00, via dell'Omo 142), e la Grande Moschea (28 febbraio ore 10.30, viale della Moschea).

Lo spirito che ha animato la sesta edizione della Settimana Interfedi si fonda sulla percezione che i molteplici linguaggi artistici della pittura, della musica, della danza, dell'architettura e della fotografia hanno la capacità di veicolare liberamente messaggi di pace, condivisione, dialogo, armonia e rispetto per fedi e culture differenti.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma