Un percorso di 12 tavole realizzate dall'architetto Cesare Esposito sull'evoluzione storica di Piazza Navona e del suo quotidiano nel corso degli ultimi 150 anni, partendo dalla preparazione dell'esposizione universale che ebbe luogo a Parigi nel 1889, data in cui fu inaugurata la Tour Eiffel. Nella rivisitazione storica e visionaria, Esposito parte dal monumento ligneo che s'ispirava alla struttura sottostante dello Stadio Domiziano, realizzato dagli artigiani romani proprio per l'occasione dell'esposizione universale. L'architetto non è nuovo alla sua passione per piazza Navona, infatti è l'autore di una pubblicazione intitolata a "Piazza Navona, ovvero Aneddoti, Tradizioni, Arte a Roma. Due mila anni di storia".
Si tratta di studi preliminari che l'arch. Cesare Esposito ha realizzato per un intervento artistico a Piazza Navona nel periodo natalizio con il quale vuole e offrire il suo tributo alla piazza e alla sua storia millenaria con un gioco di proiezioni sulle superfici dei palazzi. Un inno all'Italia, alla sua Unità in un periodo difficile, messo a dura prova dal timore del Covid.
Piazza Navona diventa così il simbolo del Belpaese, della sua unità attraverso le sue piazze, la vita e l'incontro. Le tavole saranno in mostra presso lo Spazio Mecenate dal 29 ottobre al 7 novembre 2020.

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Gallerie