Grammatica dell'indignazione

Mercoledì 27 novembre alle ore 17,30 al Teatro Valle occupato, Repubblica Romana presenta il libro "Grammatica dell'indignazione" Edizioni Gruppo Abele, saranno presenti alcuni tra i curatori del libro: Marco Revelli, Livio Pepino e Giuseppe De Marzo.

“C'è, nel Paese, un'anomalia da interpretare e sciogliere. L'indignazione è maggioranza, schiacciante maggioranza. Basta vedere l'andamento del voto nelle ultime tornate elettorali o sfogliare i sondaggi di tutti gli istituti di ricerca. Ancor più, è sufficiente passeggiare in un mercato e viaggiare su tram o treni (quelli dei pendolari: frequentati dal 90 per cento degli italiani e ignorati da chi governa promettendo devastanti e improbabili linee ad alta velocità...). Eppure quell'indignazione, almeno ad oggi, non conta nulla a livello istituzionale. Oppure veicola movimenti populisti e pieni di contraddizioni: di contenuti soprattutto, ché le incongruenze tattiche sono, a ben guardare, poca cosa. Così cresce il rischio che l'indignazione si chiuda in se stessa e produca sfiducia e rassegnazione anziché resistenza e progettualità. Sciogliere l'anomalia, superarla, è la sfida (ineludibile) dei prossimi mesi: mesi, non anni, ché la misura è colma. Per farlo serve mettere ordine nelle ragioni dell'indignazione e predisporre, settore per settore, una cassetta degli attrezzi utile a guidare il cambiamento (o il rilancio di ciò che va mantenuto e che molti vorrebbero cancellare, dalla Costituzione al welfare). Serve una grammatica, sospesa tra analisi e proposta.”

Marco Revelli: storico, sociologo e giornalista italiano, docente di Scienza della politica, Sistemi Politici e Amministrativi Comparati e Teorie dell'Amministrazione e Politiche Pubbliche presso l'Università degli Studi del Piemonte Orientale "Amedeo Avogadro". Oltre a una foltissima attività di storico - focalizzata soprattutto sulle forme politiche del Novecento e sulla storia del lavoro - suoi articoli compaiono su "il manifesto". Insieme a Paul Ginsborg è stato tra i promotori del nuovo soggetto politico Alba.

Livio Pepino: magistrato italiano, ex sostituto procuratore generale a Torino e presidente di Magistratura Democratica, dal 2006 al 2010 è stato membro del Consiglio Superiore della Magistratura. Direttore della rivista "Questione giustizia" promossa da Magistratura Democratica, è co-direttore di "Narcomafie", mensile redatto in strettissima collaborazione con Libera.

Giuseppe De Marzo: economista, scrittore, giornalista e attivista per la giustizia ambientale e sociale, è stato fondatore e portavoce dell'Associazione A Sud, tuttora collabora con la campagna Miseria Ladra contro la povertà di Libera e Gruppo Abele.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma