Presenteranno il libro: Douglas Anthony Cooper, autore, Emmanuele Jonathan Pilia, editore e Valerio Valentini, direttore di collana

Il 22 novembre 2018 esce in libreria per D Editore Amnesia, il capolavoro di uno dei più controversi scrittori della sua generazione, Douglas Anthony Cooper.

Per l'occasione D Editore presenterà Douglas Anthony Cooper e Amnesia ai lettori italiani presso la libreria I trapezisti. Dialogheranno con l'autore Emmanuele Jonathan Pilia (editore) e Valerio Valentini (direttore di collana) presso la libreria I Trapezisti alle ore 18.30.

Il primo di una lunga lista di appuntamenti che porterà l'autore canadese in giro per l'Italia in un dialogo a più voci su arte, letteratura e arti figurative.

Amnesia sarà il punto di partenza per incrociare storie, linguaggi visivi e generare un dialogo sul tema della memoria, in un momento storico in cui la conservazione del ricordo del passato sembra un nuovo valore per cui dover lottare, ancora, come se non avessimo imparato dalla nostra storia. Una storia, la nostra, la storia di Amnesia: la storia di tutto ciò che abbiamo dimenticato.

Testo sperimentale e onirico, Amnesia narra le vicende di un uomo, Izzy Darlow, che costringe un anonimo archivista ad ascoltare la sua storia, facendo sprofondare il lettore in una Toronto surreale e ipnotica. Il racconto di Izzy Darlow e le vicende della disgregazione della sua famiglia si intrecciano con la storia di Katie, giovane donna posseduta da manie e allucinazioni, e con gli spazi in cui sono immersi i protagonisti – che in Amnesia rappresentano ben più di un palcoscenico dove si svolge l'azione.

I protagonisti di Amnesia si muovono in un romanzo circolare, tra spazi architettonici in declino, biblioteche che conservano i ricordi della storia dell'umanità, gole selvagge e antiche librerie. Leggono di un passato lontano, custodito in antichi volumi, e provano a ricordare la loro storia dimenticandola di continuo. Imparano ad amare, dimenticando di non saperlo fare.

Accolto come un libro cult in America, finalista per il Canada First Novel Award e per il Commonwealth Prize e primo libro nella storia dell'editoria per cui sia stato realizzato un booktrailer, Amnesia spinge il lettore a interrogarsi sul significato della memoria, sul ruolo che essa svolge nell'espiazione delle proprie colpe e nel difendere il ricordo del proprio amore. Perché in fondo «è la mera presenza di un altro essere umano a evitare che la psiche vada in frantumi. Senza questa presenza ci spacchiamo in due».

«Cooper ha molti doni: la capacità di produrre immagini fantastiche e cinematografiche, un talento per la creazione di narrazioni musicali e ricche di simboli, la forza di affrontare temi colti e ambiziosi. Ricorda le opere di Vladimir Nabokov».

Michiko Kakutani, The New York Times

L'autore:

Canadese di nascita, romano d'adozione, Douglas Anthony Cooper ha esordito nel mondo della letteratura con Amnesia, bestseller finalista per il Canada First Novel Award e per il Commonwealth Prize. Per cinque anni ha scritto e fotografato storie di viaggio per il New York Magazine, vincendo la Lowell Thomas Gold Medal, il più importante premio sul tema in America. Ha pubblicato saggi e fotografie per Rolling Stone, The New York Times e Wired, vincendo il National Magazine Award in Canada. Ha collaborato con alcuni dei più noti architetti e artisti, come Peter Eisenman, con cui ha progettato un'installazione per la Triennale di Milano, e con Diller Scofidio + Renfro, con cui ha progettato un lavoro sui new media esposto al Barbican, alla Biennale di Venezia e al Whitney Museum. Nel 2019 pubblicherà per D Editore il suo ultimo romanzo, Aphasia, su cui ha lavorato per oltre quindici anni.

La collana Lingue:

Secondo i manuali di anatomia, la lingua è un organo con funzione tattile e gustativa che ha anche parte importante nel processo della masticazione e della deglutizione e, nell'uomo, nell'articolazione del linguaggio. Attraverso la lingua, l'umanità è riuscita a trasmettersi arcani segreti e storie fantastiche. Una lingua è anche un insieme di convenzioni necessarie per la comunicazione orale e l'espressione scritta fra i singoli appartenenti a una comunità.

Curata da Valerio Valentini, la collana Lingue parla di questo: di anatomie, di comunità, di umanità.

La cover di Amnesia è stata disegnata da Fabio Fornasari, architetto e museologo italiano, progettista della mostra Pixar. 30 anni di animazione.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma