Presentazione dell'audiolibro con le più belle poesie selezionate e lette da Michele Mirabella

Ibs+Libraccio Roma 

MICHELE MIRABELLA presenta l'audiolibro 

Domani a memoria

Volume Audiobooks presenta l'audiolibro "Domani a memoria", le più belle poesie da conoscere e sapere a memoria selezionate e lette da Michele Mirabella.

Una raccolta di 27 classici della poesia italiana valorizzati dalla magnifica voce e interpretazione di uno dei più grandi conoscitori di poesia in Italia. 

I poeti contenuti nell'audiolibro:  

Francesco Petrarca, Angelo Novaro, Giacomo Leopardi, Cecco Angiolieri,

Ugo Foscolo, Alessandro Manzoni, Giuseppe Giusti, Luigi Mercantini,

Edmondo De Amicis, Ada Negri, Jean La Fontaine, Aldo Palazzeschi,

Giosuè Carducci, Giovanni Pascoli, Guido Gozzano, Dante Alighieri.

"George Steiner disse una volta che la sopravvivenza dei classici è

affidata alla lettura ad alta voce.  È un po' questo lo spirito con cui

Michele Mirabella ha realizzato questa godibilissima rassegna di testi,

a vario titolo fondativi della nostra identità culturale. Vi troviamo

grandi capolavori della nostra tradizione letteraria (da Petrarca a

Leopardi, da Dante a Foscolo), ma anche poesie che non ambiscono

all'immortalità delle opere d'arte, come quelle di Ada Negri o di Luigi

Mercantini. Si tratta di versi che potremmo definire, con una metafora

chimica, come il precipitato del vissuto scolastico di un italiano di

mezza età e dei quali talvolta sopravvivono, nel linguaggio comune,

singoli lacerti. Pensiamo a «in tutt'altre faccende affaccendato» (dal

Giusti di Sant'Ambrogio) o al quasi automatico completamento di chi

dicesse «Mia madre ha sessant'anni» con «E più la guardo e più mi

sembra bella» (De Amicis, A mia madre). In questo spirito, l'audiolibro

si chiude non con una poesia, ma con una preghiera: la più famosa e

l'unica che derivi per intero dalla tradizione evangelica, quel Pater

noster radicato nella coscienza comune, anche dei non credenti."

(dalla prefazione di LUCA SERIANNI)

MICHELE MIRABELLA è di Bitonto, ma ha vissuto anche altrove.

Soprattutto altrove. A Bari, per esempio. Studia da molti anni, dalla

nascita, tiene a ricordare. A quattro anni ha imparato a leggere, a

cinque a scrivere. Tutto il resto nel campo dello studio è meno

importante e, comunque, non interesserebbe a nessuno. Non ha mai

praticato sport, a parte la scherma: fioretto. Questa pratica l'ha

avvantaggiato più nella conversazione che nei tornei. È un artista

dello spettacolo: regista, autore, sceneggiatore, attore e conduttore.

Bravo. Così ha guadagnato da vivere. Non è un ballerino. Sa cantare,

ma non sarà mai un cantante. Tanto meno in un coro. Nei cori, in

genere, si trova a disagio. Preferisce ascoltarli. Adora il melodramma.

Ha scritto dei libri e insegna all'Università perché è convinto che

solo insegnando si continui a studiare. Scrive sui giornali. Gli piace

la buona cucina italiana. Con moderazione è amico del vino e,

smodatamente, della frequentazione di persone intelligenti. Considera le

due amatissime figlie tra queste. Ama viaggiare. Comodamente, se

possibile. (Ma tutto congiura nel rendergli la vita difficile). 


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma