Presentazione del libro con l'autore Franco "Bifo" Berardi

Iniziativa a cura del CSOA FORTE PRENESTINO e del lab INFOSHOP

Presentazione del libro FENOMENOLOGIA DELLA FINE

Incontro con l'autore Franco "Bifo" Berardi,

Introduce Corrado Melluso della casa editrice NERO EDITIONS

La presentazione si terrà alle ore 18 e sarà seguita dal DJ SET di PolG

SINOSSI:

Il 2020 sarà ricordato come l'anno della pandemia. Il flagello ha terrorizzato l'umanità rendendo sempre più concreto lo spettro dell'estinzione, che da tempo aleggia su un pianeta devastato dal punto di vista ambientale, politico, psichico ed emotivo. Non sappiamo quello che ci aspetta, ma di certo il mondo che verrà fuori dall'emergenza sarà radicalmente diverso da quello che conoscevamo. Dobbiamo prepararci a vivere nell'incubo? Oppure nella tragedia sta anche l'opportunità di costruire un futuro desiderabile? In parte diario personale scritto in piena quarantena, in parte meditazione politica e filosofica, Fenomenologia della fine è il racconto teso, disperato ma anche autoironico di uno dei principali pensatori italiani, qui alle prese con la «soglia» che tutti noi siamo fatalmente destinati ad attraversare.

Franco «Bifo» Berardi è scrittore, filosofo e agitatore culturale.

Web Link: https://not.neroeditions.com/fenomenologia-della-fine/

--- L'evento si svolgerà in sicurezza e nel rispetto della salute di ognun@ ---

--- Autogestisciti. Porta con te la mascherina indossandola quando è necessario ---

CSOA Forte Prenestino

Via Federico Delpino - Centocelle – Roma

Web: www.forteprenestino.net

Tram: 5-19-14 Bus: 542-544

Metro C: fermate Gardenie e Mirti

Il C.S.O.A. Forte Prenestino è un centro sociale occupato e autogestito dal 1986. E' un luogo di socialità, incontro, divertimento e organizzazione del tempo collettivo, di scambio di idee, visioni, energie e di saperi. Il forte sperimenta un'organizzazione del proprio spazio e delle proprie attività basata sulla libera associazione di individui uniti/e da una progettualità e da un'etica condivisa.

E' per questo che il forte sperimenta il non-lavoro e modelli di vita autogestiti, un'altra socialità e un'altra economia perché è parte una realtà immensa e variegata, di chiunque combatta ogni giorno perché sia possibile un altro mondo, fatto di individui liberi/e uguali

e solidali.

Per questo il forte è antifascista, antisessista, antirazzista, antiproibizionista.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma