A parte la bravura come immobiliarista, Nikla Poggiardo è una donna in difficoltà, insofferente verso i bambini, autolesionista nell'ingozzarsi fino al vomito, inadeguata nella scelta scellerata del compagno di vita, il plurimaritato notaio Cesare de Nistris, con il quale intrattiene rapporti intimi, dapprima incandescenti, poi via via sempre piu? degradanti. Vittima di un abuso che la lascia tramortita, fugge da Roma verso il Salento.
Ma anche qui, nella terra natia, i demoni che la perseguitano non le danno tregua.
Dopo svariate peripezie, sarà l'avventura con un uomo rozzo e volgare a segnare per Nikla un prima e un dopo, lasciandola alla deriva con un regalo avvelenato. Qualcosa di cosi? inaspettato da costringerla a ribaltare, tra rabbia e sbalordimento, l'intera sua esistenza.
Il romanzo, ambientato tra Roma, il Salento e la Sicilia, affronta molteplici tematiche, anche scomode, alla ricerca di una verità che setacci il fondo nero di un pozzo emotivo che attanaglia la protagonista e la riporti alla luce, interrompendo un cortocircuito che ha condizionato l'intera sua esistenza.
Pagine intense dal punto di vista umano e anche sociologico, dove i paesaggi che di volta in volta ospitano le vicende diventano essi stessi fedeli rappresentanti dell'umanità più varia che si affaccia lungo la narrazione.

Lo stile alterna toni intensi e drammatici a toni irriverenti e ironici, una peculiarità che avvince il lettore.

Anche lo stereotipo secondo il quale le donne dovrebbero avere un istinto materno naturale e un amore incondizionato per i bambini viene giustamente e definitivamente messo alla prova.

Attraverso la protagonista, le vicende che la coinvolgono e i flashback che la riportano alla sua infanzia, nel palazzo nobiliare a Lecce, e alle cause dei suoi tormenti, l'autrice affronta temi impegnativi che scavano nei rapporti famigliari, e in particolare nel rapporto tra madre e figlia ([…] nulla puo? contro una tale offensiva. Una madre sa come disarticolare chi e? nata dalle proprie viscere. Per Sofia Stucchi Floryanni la parte piu? gratificante e? minarne la vulnerabilità in modo da potersene avvantaggiare.), e rivelano quanto possano condizionare la vita adulta (l'incapacità di autoaffermazione, la sfiducia in sé stessa e il poco rispetto per sé), le scelte, l'incapacità di prendere determinate decisioni e quanto possano portare a un autolesionismo e a un autosabotaggio disperato (la bulimia che la tiene in ostaggio).
Tessa Rosenfeld nasce a Santa Monica, da padre americano e madre italo-russa. Graffio, il suo primo romanzo e? ambientato a Roma e nel Salento dove risiede con suo marito Fabio Calenda e due adoratissimi cani.
Il romanzo verrà presentato venerdì 3 febbraio, alle ore 18.00 allo Spazio Giallo, via dei Riari 78. Dialogheranno con l'autrice Elisabetta Migliorelli, giornalista del TG2 e Guendalina Salini, artista. Con l'intervento musicale di:Tavier Salnisky bandoneon, Lorenzo Bucci chitarra, duo di tango argentino: El Barrio.

Dove e quando

Libri - Un'Ora di Christian Bergamo