Antonello Guerrera presenta il suo ultimo libro

È storia nota: il 21 febbraio 2016 Boris Johnson annunciava che avrebbe fatto campagna per il Leave al referendum sulla Brexit. Non tutti sanno, però, che fino a poche ore prima il futuro premier britannico, tra i più accesi sostenitori della linea dura, non aveva ancora deciso con chi schierarsi: per il suo commento settimanale sul "Daily Telegraph" aveva preparato due articoli con posizioni opposte, decidendo all'ultimo di scartare il pezzo di appoggio al Remain. È solo una delle tante ambiguità che si celano dietro un evento epocale, che rischia di cambiare per sempre assetto e futuro dell'Europa: il travagliato percorso verso l'uscita del Regno Unito dall'Unione.

Quanto durerà questa tempesta, ingrossata dalla minaccia del No Deal? Quanti e quali danni causerà? Quanto sarà contagiosa? Domande cui risponde Antonello Guerrera, corrispondente di "Repubblica" da Londra, proponendoci una storia della Brexit – dai sintomi iniziali, ignorati dalla classe politica, al caos totale delle fasi finali – narrata attraverso i suoi protagonisti e con l'ausilio di contenuti, interviste e retroscena esclusivi. Il risultato è un volume che analizza le cause e le possibili conseguenze di questo smottamento nel cuore dell'Occidente. Con un occhio di riguardo alla lezione che noi italiani possiamo trarre da un simile, gigantesco azzardo storico.

Perché, stando agli ultimi rilevamenti, italiani e britannici condividono le posizioni più scettiche sulle istituzioni di Bruxelles. E, in fondo, quanto successo in Gran Bretagna è solo una delle tante manifestazioni del vento sovranista e autoritarista che scuote il mondo intero, facendo leva sulla promessa di abbattere le élite al potere e porre fine alle sofferenze del popolo. Ecco allora che la Brexit si rivela anche un'ottima occasione per riflettere sulla nostra situazione, su quanto siamo vicini a compiere gli stessi errori, e su cosa ci sia da imparare da ciò che accade oltre la Manica.

ANTONELLO GUERRERA,

classe 1983, è corrispondente da Londra per "la Repubblica" e giornalista parlamentare a Westminster. In precedenza ha scritto per "Il Riformista", "La Gazzetta dello Sport", "Il Post" e "Internazionale".

La Feltrinelli Libri e Musica 

Antonello Guerrera

presenta

IL POPOLO CONTRO IL POPOLO

Perché dopo la Brexit la democrazia e l'Europa non saranno più le stesse

Dopo il trionfo di Boris Johnson alle elezioni dello scorso 12 dicembre, la Brexit è ormai un'irreversibile realtà. Ma quali saranno le conseguenze per il Regno Unito, per l'Ue e per i cittadini europei e italiani dopo che Londra avrà detto addio al Vecchio Continente?  È solo una delle tante ambiguità che si celano dietro un evento epocale, che rischia di cambiare per sempre assetto e futuro dell'Europa e dell'Occidente.

Quanto sarà contagiosa questa tempesta? E quale lezione noi italiani possiamo trarre da un simile e gigantesco azzardo storico?

Interviene con l'autore

Ezio Mauro

Modera

Frediano Finucci

Ufficio Eventi Rizzoli


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma