Si terrà nell'ambito del festival estivo Raffaello per Roma '22 Ritratti d'autore, il 26 luglio, l'incontro con Giuseppe Manfridi che presenterà in un'unica serata due libri dedicati a due personaggi molto più vicini tra loro di quanto non si possa immaginare: Pier Paolo Pasolini e Dino Zoff. "Il profeta e la diva" e "Tra i legni. I voli taciturni di Dino Zoff"

Il profeta e la diva
1969. Sera. In un albergo di Göreme, nel cuore dell'Anatolia, una lunga tavolata festeggia l'ultimo ciak del film Medea di Pier Paolo Pasolini. Abbandonata la cena prima degli altri, Pasolini trova la Callas ad aspettarlo presso la porta della sua stanza. Fra i due è nato un amore dilaniante, reso impossibile dall'omosessualità di lui. Ma la vicenda ha un terzo protagonista: il campione di salto triplo Giuseppe Gentile, reduce dalla medaglia di bronzo nelle recenti Olimpiadi messicane, chiamato, con sua grande sorpresa, a vestire i panni dell'argonauta Giasone. L'istrionico Manfridi trasforma la presentazione un vero e proprio evento. A cent'anni dalla nascita di Pasolini.

Tra i legni. I voli taciturni di Dino Zoff
Un grande campione, un atleta rispettato e ammirato, una carriera inimitabile raccontata con passione e partecipazione. Grande campione, atleta esemplare e rispettato, che ha trasformato il ruolo più misterioso del gioco del calcio in una filosofia di vita, volto serio stampato nella memoria di tanti tifosi, uomo di pochissime e misurate parole, ma capace di gesti anche molto eloquenti, sul campo e fuori, Dino Zoff (classe 1942) è il più grande portiere della storia del calcio italiano, se non «il più grande portiere di tutti i tempi», come ebbe a dire una volta Trapattoni. Le sue origini friulane, profonde, i centimetri di statura che non aumentavano e i primi provini; la provincia (Udinese e Mantova) e poi Napoli; l'approdo alla Juventus e una striscia brillante di vittorie; a ancora la maglia azzurra e, su tutto, il capolavoro: l'epica vittoria dei Mondiali di Spagna nel 1982: una carriera inimitabile, costellata di record tuttora imbattuti, e una vita eccezionale, ma vissuta come se fosse normalissima, scorrono appassionanti nelle pagine ricche, sentite, precise di questo libro frutto di lunghe ricerche e di numerose conversazioni. Un'avventura unica che Giuseppe Manfridi ha saputo raccontare con il polso del vero narratore e con quel pizzico di affettuosa faziosità che tutti i narratori hanno quasi il dovere di avere... «sennò farebbero i notai».

Il festival estivo Raffaello per Roma '22, sarà in scena dal 22 giugno al 7 agosto e si svolge negli spazi esterni solitamente inaccessibili di quello che fu il primo alloggio del "divin pittore" appena giunto a Roma, la Casina del Curato o di Raffaello - sita nella attuale via Jacovacci - preziosa struttura quattrocentesca miracolosamente sopravvissuta ai secoli.
Il Circolo della Pipa, che ha sede nello spazio da sempre, ne concede l'uso alla manifestazione con tutte le comodità presenti (servizi, ristoro, giardino d'accoglienza). La facciata a monte della Casina funge da affascinante scena fissa degli spettacoli e il giardinetto in pendenza sotto gli alberi crea una naturale, preziosa platea.
Il Festival Raffaello per Roma (nato in occasione del cinquecentenario raffaellesco 2020 e cresciuto nel 2021) aggiunge da quest'anno un sottotitolo che ne caratterizza la specificità: Ritratti d'autore. Sulla scena sfilerà una galleria di ritratti di grandi personaggi raccontati da interpreti di assoluta e riconosciuta qualità, un unicum nel panorama festivaliero italiano. Accanto al ricorrente Raffaello Sanzio, quest'anno avremo Antonio Canova, Napoleone, Franz Kafka, Luigi Pirandello, Fritz Gru?nbaum, Fryderyk Chopin, Frida Kahlo, Leonardo Da Vinci, Virginia Woolf, Pier Paolo Pasolini, Giorgio Strehler, la contessa-vampira Erzsébet Báthory, nonché figure immaginarie come Clitennestra, Ulisse, Capitan Fracassa…
A interpretare questi personaggi saranno nomi di sicura fama e professionalità quali Roberto Ciufoli, Margherita di Rauso con Gaia de Laurentiis, e ancora Francesca Bianco con Eleonora Tosto, Bruno Maccallini, Barbara Chiesa, Elisabetta de Palo, Melania Fiore, Patrizia La Fonte, Giuseppe Manfridi, Miana Merisi, Stefania Ventura, Eduardo Ricciardelli e tanti tra i migliori talenti del nostro teatro.

Informazioni, orari e prezzi

Apertura spazio biglietteria e servizio bar: ore 20.00
Spettacolo: ore 21.15
Posto unico intero: euro 18,00
Posto unico ridotto: euro 15,00
Abbonamento a 5 spettacoli: euro 50,00
Carnet a 5 ingressi: euro 70,00

Info e prenotazioni: 
raffaelloperroma@gmail.com
www.circolodellapipa.it
IG: @raffaelloperroma2022
tel. 388 6977973

Per acquisti online:
www.circolodellapipa.it
Prenotazioni ristorante
aperto dopo lo spettacolo: 06 3204715 - 349 5705413

I biglietti si possono acquistare qui:
www.anyticket.it/anyticketprod/Default.aspx?partner=CMIT

Possibilità di parcheggio su tutta la salita di Via Jacovacci, dall'incrocio con Viale Tiziano a quello di Via dei Monti Parioli
Bus: 120F, 628, 982, C3    
Tram: 19, 2      
Treno: FL3, FL5, R, RV

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Libri