Un nuovo tipo di inconscio, diverso dall'inconscio psicoanalitico tradizionale.

Ne fanno parte tutti gli automatismi (motori, cognitivi, emotivi) interiorizzati dal soggetto durante la sua formazione e il suo sviluppo grazie alla ripetizione, volontaria o involontaria, di determinate esperienze e situazioni.

Questi schemi contribuiscono a definire, senza che ce ne rendiamo conto, i nostri modi abituali di leggere e di affrontare gli eventi del mondo e sono alla base di molte delle nostre più diffuse e profonde abilità, ma anche di molte nostre insufficienze e incapacità.


Un'indagine che si dispiega a partire da questa contrapposizione e si pone in dialogo continuo con la teoria psicoanalitica freudiana dell'inconscio, della quale capovolge e al contempo arricchisce la prospettiva, mettendo in luce oltre all'importanza di ridurre anche la necessità di custodire e di ampliare gli spazi d'inconsapevolezza e oblio di sé, nei quali dimora ogni concreta possibilità di sviluppo, salute e trasformazione del soggetto.

L'autore ne parlerà con il Dott. Raffaele Bracalenti (IPRS), con la Dott.ssa Linda Fuxa (Circolo Bateson), il Dott. Arturo Casoni (IPRS) e il Dott. Sergio Benvenuto (Centro E. Facchinelli).

Informazioni, orari e prezzi

IPRS
Istituto psicanalitico per le ricerche sociali

ORE 18.30

INFO:
06 32652401

Dove e quando