Stefano Maniscalco è un'icona indiscussa del karate internazionale, un punto di riferimento per tutti gli atleti che si dedicano a questa disciplina e per tutti gli appassionati di sport da combattimento. Un campione che ha saputo rivoluzionare il concetto stesso di peso massimo nella specialità del kumite, dimostrando a tutti come potenza, eleganza, agilità e forza potessero coesistere armoniosamente, creando così una nuova generazione di combattenti.

Cresciuto in una famiglia dedita alle arti marziali, suo padre Sergio lo ha indirizzato fin da piccolo verso lo sport, all'inizio con la ginnastica artistica e il judo, insegnandogli la dedizione e la disciplina necessarie per la formazione del corpo e della mente.

Affiancato dal padre, Stefano ha cominciato quasi da subito a mettersi alla prova con il karate, distinguendosi per la sua fisicità imponente ma al tempo stesso duttile ed elastica, trovando poi il suo completamento nel maestro giapponese Toyozo Fujioka, che gli ha trasmesso i valori, i concetti, l'anima degli antichi samurai, cambiando completamente la sua visione del karate e permettendogli un'evoluzione spirituale e mentale fuori dal comune.


Nel corso della propria carriera si è confrontato con i migliori atleti internazionali, portando in alto i colori dell'Italia e del gruppo sportivo delle Fiamme Gialle, ma ha anche inseguito i suoi sogni televisivi, cinematografici e artistici, partecipando a reality show e film.

La storia narrata in questo libro è quella di un campione, di un atleta, di un ribelle, ma anche di un uomo che si racconta senza nascondersi mai. La storia di uno spirito indomito, di una vita dedicata a una disciplina marziale, di sogni divenuti realtà.

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Libri