Antonella Boralevi presenta il suo libro

Antonella Boralevi ha scritto un romanzo potente, una storia a cui non si può sfuggire. Un noir  incalzante che svela i segreti del cuore delle donne  e affronta con coraggio  i temi cruciali dell'anima contemporanea. E ci dice che l'unica salvezza è l'amore. 

1985. In una splendida villa della campagna veneta, Paolo e Manuela festeggiano i loro venti anni di matrimonio. Hanno una bambina dolcissima di undici anni, Moreschina.  Tutta la buona società di Venezia è accorsa alla loro festa. Camerieri in guanti bianchi, champagne nei calici di cristallo, danze, flirt, pettegolezzi, allegria. Eppure, dentro la gioia, vibra una nota di inquietudine. Un'ansia che cresce a ogni pagina.  La festa finirà con una tragedia indicibile.  32 anni dopo, una inglesina di trent'anni, Emma Thorpe, sbarca a Venezia. Si porta dietro un segreto. E finisce in un Palazzo sul Canal Grande, che nasconde più segreti di lei.  Il proprietario è il Conte Bonaccorso Briani. Un uomo durissimo, solitario e misterioso. Il destino mette sulla strada di Emma un seducente commissario siciliano, incallito

sciupafemmine. Indagano insieme in una Venezia affascinante e insolita, avvolta dalla nebbia, frustata dalla pioggia di novembre. In un crescendo di tensione e colpi di scena, il mistero di tanti anni prima trova finalmente soluzione. È il mistero del buio che tutti ci abita.

IL PRIMO THRILLER AL FEMMINILE

«Antonella Boralevi conosce le anime per averle frequentate e quindi gli abissi neri che possono conservare la proprio interno. Questo suo romanzo è il viaggio di una grande narratrice nel buio più profondo» MAURIZIO DE GIOVANNI


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma