La campagna nazionale nata nel 2011 con l'obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura

Leggere fa crescere: è questo lo spirito de Il Maggio dei Libri, la campagna nazionale nata nel 2011 con l'obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura come elemento chiave della crescita personale, culturale e civile. La campagna, promossa dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e in collaborazione con l'Associazione Italiana Editori, inizia il 23 aprile in coincidenza con la Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore promossa dall'UNESCO e durerà fino alla fine di maggio.

Qualche appuntamento:

• Mercoledì 30 aprile:

Esposizione di vetrine di libri e bibliografie distinte per fasce di età. (Colli Portuensi)

Colli Portuensi - 28 aprile - 31 maggio

L’iniziativa è finalizzata ad incoraggiare la familiarità con i libri e con la lettura fra i bambini di età compresa tra i 6 e i 13 anni.

Saranno presenti le scuole dell’infanzia ed elementari del territorio che hanno partecipato agli incontri sulla lettura e sulla biblioteca curati dalla responsabile.

COLLI PORTUENSI – Viale dei Colli Portuensi, 275, 00151 Roma – Tel. 06 45460401

colliportuensi@bibliotechediroma.it

• Giovedì 1 maggio:

Concorso di disegno (Europea) Biblioteca Europea - fino al 31 maggio

Concorso a premi “Un camper per girare il mondo”: completa l’immagine a piacimento realizzata dall'illustratore Philip Waechter e consegnala entro il 31 maggio presso la Biblioteca Europea o il Goethe Institut.

Iniziativa realizzata dal Goethe Institut in collaborazione con Biblioteca Europea nell'ambito della mostra "Io sono io" dedicata all’illustratore tedesco Philip Waechter.

Scadenza per la consegna dei disegni: 31 maggio

Orari mostra: ore 10-19 dal mart al ven; 9-13 sab

Frida e le altre: artiste a Roma negli anni di Frida Khalo. Vissi d’arte, artiste a confronto (Rispoli)

• Lunedì 5 maggio:

Frida e le altre: artiste a Roma negli anni di Frida Khalo. Vissi d’arte, artiste a confronto.

Rispoli - lunedì 5 maggio, h. 18:30

Incontro nel quale ricostruire momenti della vita di alcune artiste che a Roma hanno vissuto un momento significativo della propria vita e per parlare dei libri, biografici e non, dedicati anche di recente alle donne artiste. Intervengono Valeria Palumbo e Gabriella Romano.

• Martedì 6 maggio:

I linguaggi specialistici nella narrativa: tradurre María Reimóndez. (Casa delle Traduzioni). I linguaggi specialistici nella narrativa: tradurre María Reimóndez.

Casa delle Traduzioni - martedì 6 maggio, h. 17:30

María Reimóndez scrive rigorosamente in galego e questo incontro è una "sfida" per traduttori.

María Reimóndez nasce a Lugo nel 1975; è traduttrice e interprete professionista. Come narratrice, scrive rigorosamente in galego e pubblica il suo primo libro, Moda Galega, nel 2002. L’anno successivo il suo O Cadermo de Bitácora riceve il premio “Mulleres Progresistas” di Vigo come miglior romanzo, primo di una lunga serie di riconoscimenti letterari. Oltre all'attività di interprete e traduttrice, si impegna attivamente nella cooperazione internazionale fin dal 1994, per poi fondare lei stessa una ONG, "Implicad@s no desenvolvemento" (impegnate/i nello sviluppo), che a tutt'oggi presiede e che si occupa in particolar modo di combattere la discriminazione di cui è ancora vittima la donna in alcune zone del mondo, oltre che di progetti di sviluppo focalizzati sul superamento delle discriminazioni di genere; la ONG è attiva in India dal 1998 e in Etiopia dal 2003. Ha inoltre fondato la "Asociación galega de profesionais da traducción e da interpretación", di cui è segretaria.

Attilio Castellucci è dottore di ricerca in Filologia romanza. Attualmente insegna Lingua e letteratura galega all’Università di Roma “La Sapienza”. Ha studiato a Roma e Firenze ed ha pubblicato la sua tesi nel volume Quattro fabliaux (1997). Si occupa di lirica e narrativa antico-francese (con particolare attenzione ai fabliaux ed alla narrativa breve) e di letteratura galego-portoghese. Ha lavorato a Santiago di Compostela presso il Centro de Investigación Ramón Piñeiro.

CASA DELLE TRADUZIONI – Municipio I - Via degli Avignonesi 32, 00187 - Tel. 06 45460720 - casadelletraduzioni@bibliotechediroma.it

• Mercoledì 7 maggio:

Sulle tracce di Pulgarcito. Gianni Rodari - 7 maggio - 7 giugno

Un libro silenzioso su un bambino silenzioso: Pollicino

Mostra dal libro di Giovanna Ranaldi.

GIANNI RODARI – Via F. Tovaglieri,237 00155 Roma - Tel. 06 45460571

giannirodari@bibliotechediroma.it

• Mercoledì 7 maggio:

Bit Bang. La nascita della filosofia digitale”di Giuseppe O.Longo e Andrea Vaccaro (Enzo Tortora). Enzo Tortora - mercoledì 7 maggio, h. 17:00

Basta leggere uno dei tanti volumi di Giuseppe O. Longo, primo cattedratico italiano di Teoria dell'informazione, o trascorrere qualche ora in sua compagnia, per rendersi conto che lo spazio per la futurologia si sta erodendo in modo irrimediabile. Per restare all'incrocio tra informatica e biotecnologie, non c'è fantasia capace di stare dietro alla realtà. Forse per questo lo stesso Longo, che oltre ad essere scienziato, è anche scrittore, drammaturgo e attore, quando si dedica alla narrativa scrive racconti struggenti come il Rimpianto degli uomini.

ENZO TORTORA - Via Nicola Zabaglia 27/B, 00153 Roma - Tel. 06 45460601

enzotortora@bibliotechediroma.it

• Mercoledì 7 maggio:

La conquista del presente: Il portiere e lo straniero. Camus: dalla voce al suono nella scrittura (Bibliocaffe' Letterario)

Bibliocaffe' Letterario - mercoledì 7 maggio, h. 18:00

Incontro con Emanuele Santi, Annio Gioacchino Stasi e Mery Tortolini.

"Per la mano che scrive, è forte il richiamo della linea d’un altro che lontano scrive. E’ distanza, è solitudine, è silenzio ? E’ forse il suono, senza suono che distingue ogni voce ? Ci siamo chiesti questo e altro ancora una sera guardandoci negli occhi. Giocavamo in campo aperto, nelle posizioni d’ attacco e difesa che hanno forte in petto il barbaro coraggio del cuore adolescente. Chissà chi avrebbe raccolto la traiettoria d’un lungo lancio da campione: la testa o il piede ? Gonfiare quella rete silenziosa fa urlare gioia e canto alla folla mormorante: Camus, lo straniero, la porta vuota, il volto di lei, l’attesa; e noi, sospesi nel tuffo della mano dormiente.”

Annio Gioacchino Stasi e Mery Tortolini

Classe 1970, lavoratore aeroportuale turnista, Emanuele Santi è a un solo esame dalla laurea in Giurisprudenza. Ha pubblicato due brevi romanzi: Memorie di un pony express (Ibiskos, 2007) e L’Attore (MJM, 2010). Dal 2008 cura la rubrica Calcio mancino sul settimanale “left” e fino al 2010 è stato collaboratore del quotidiano ecologista “Terra”, organo d’informazione della Federazione dei Verdi. Vive tra Roma e Barcellona dove, appena può, vola da suo figlio Valerio.

Se in campo con la maglia numero uno c’è Albert Camus, è il caso di dire che quello del portiere è il ruolo più letterario del calcio. E non banalmente perché vinse il premio Nobel per la letteratura, ma perché chi gioca tra i pali sviluppa la capacità di osservare da un punto di vista diverso: da dietro, dall’alto di un volo sotto la traversa, strisciando sui gomiti o raggomitolato con la terra in bocca. Il portiere, come lo scrittore, è l’estremo difensore, è solo, e la sua visione del mondo è quella di chi si oppone, lotta e si arrende per ultimo. Attraverso una scrittura mai scontata, Emanuele Santi intreccia la storia del calcio e quella dell’Algeria ancora colonia francese con gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza di Camus, mostrando come proprio le memorie vive di portiere abbiano favorito, se non determinato, la scrittura di un romanzo dirompente e immortale come Lo straniero.

L’incontro è parte delle attività del laboratorio di scrittura creativa condotto da Annio Gioacchino Stasi e Mery Tortolini presso il Bibliocaffè Letterario.

Bibliocaffè Letterario - Via Ostiense,95 - Tel. 06 45460710 - bibliocaffe@bibliotechediroma.it

• Giovedì 8 maggio:

On screens - Homage to Fabio Mauri (1926-2009)

Flaminia - giovedì 8 maggio, h. 17:00

Presentazione con laboratorio del libro, a cura di Claudio Cantelmi, in collaborazione con lo Studio Fabio Mauri Associazione per l’Arte l’Esperimento del Mondo – Roma

FLAMINIA – Via Cesare Fracassini 9, 00196 Roma - Tel. 06 45460441

flaminia@bibliotechediroma.it

• Giovedì 8 maggio:

Roma negata. Percorsi postcoloniali nella città di Igiaba Scego e Rino Bianchi. (Nelson Mandela (ex Appia) - giovedì 8 maggio, h. 18:00

Saranno presenti gli autori, Igiaba Scego e Rino Bianchi con gli scrittori Nadia Terranova e Lorenzo Pavolini. Sarà esposta la mostra fotografica di Rino Bianchi, che sarà visitabile fino al 22 maggio.

Negli anni '30 del secolo scorso Asmara, Mogadiscio, Macallé, Tripoli, Adua erano nomi famigliari agli italiani. La propaganda per l'Impero voluta da Benito Mussolini infatti era stata battente ed ossessiva. Dai giochi dell'oca ai quaderni scolastici, per non parlare delle parate, tutto profumava di colonia. Di quella storia ora si sa poco e niente. Anche se l’Italia è popolata da chi proviene da quelle terre d'Africa colonizzate. Ci sono eritrei, libici, somali, etiopi. Il libro riprende questa materia dell'oblio coloniale e la tematizza attraverso alcuni luoghi di Roma che portano le tracce di quel passato disconosciuto. I monumenti infatti più di altre cose ci parlano di questa storia, dove le ombre sono più delle luci. Prende vita così un’ analisi emozionale dei luoghi del colonialismo italiano, attraverso un testo narrativo e delle fotografie. In ogni foto insieme al monumento viene ritratta anche una persona appartenente a quell'Africa che l'Italia ha colonizzato e dimenticato. Una sorta di riappropriazione della storia da parte di chi è stato subalterno. Una riappropriazione per costruire finalmente un'Italia decolonizzata, multiculturale, inclusiva dove ogni cittadino possa essere finalmente se stesso.

Rino Bianchi, fotografo e fotogiornalista professionista dal 1990, collabora con le più importanti testate italiane ed estere con servizi di costume, people, reportage e ritrattistica.

Igiaba Scego, scrittrice, attivista, Presidente dell'associazione Incontri di civiltà. Collabora con varie testate giornalistiche italiane ed estere. Si occupa di migrazioni, letteratura e società. Il suo ultimo libro La mia casa è dove Sono (Rizzoli/Loescher) ha vinto il premio Mondello.

NELSON MANDELA (ex-Appia) - Via La Spezia 21, 00182 Roma – Tel. 06 45460341

appia@bibliotechediroma.it

• Giovedì 8 maggio:

Scrittori da vicino, Melania Mazzucco (Giordano Bruno) - giovedì 8 maggio, h. 18:30

Melania Mazzucco a tutto campo, in questo incontro dedicato a lei e alla sua scrittura

Scrittrice italiana. Laureata in Storia della Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea e in Cinema al Centro Sperimentale di Cinematografia, ha scritto per anni soggetti e sceneggiature per il cinema.

Dal 1995 collabora all’Enciclopedia Italiana Treccani, per la quale ha curato il settore letteratura e spettacolo di varie opere dell’Istituto.

Nella narrativa ha esordito nel 1992 con il racconto Seval e altri suoi racconti sono stati pubblicati successivamente da varie testate. I romanzi Il bacio della Medusa (1996) e La camera di Baltus (1998) sono stati ben accolti da pubblico e sono finalisti al Premio Strega.

Con il terzo romanzo, Lei così amata (2000), la Mazzucco ha vinto il SuperPremio Vittorini, il Premio Bari Costa del Levante, il Premio Chianciano e il Premio Napoli.

Ha scritto inoltre numerose storie per la radio e articoli e recensioni sul teatro. Proprio per il teatro, insieme con Luigi Guarnieri ha scritto, a metà degli anni ’90, “Una pallida felicità – Un anno nella vita di Giovanni Pascoli” vincitore della Medaglia d’oro per la drammaturgia italiana nel 1996.

Nel 2003 con Vita Melania Mazzucco ha vinto il Premio Strega.

Del 2012 il suo romanzo sulla guerra in Afghanistan Limbo (Einaudi) e Il bassotto e la regina (Einaudi).

GIORDANO BRUNO - via Giordano Bruno 47, 00195 Roma 06 45460461

giordanobruno@bibliotechediroma.it

• venerdì 9 maggio:

da "Pasolini: un intellettuale in borgata" a "La musica in letteratura" (Teatro Biblioteca Quarticciolo) - venerdì 9 maggio, h. 20:00

Una serata tra le immagini documentarie di Enzo De Camillis e le note musicali in forma di parola.

Pasolini: un intellettuale in borgata, proiezione del documentario realizzato dal regista Enzo De Camillis, che sarà presente. A seguire "La musica nella letteratura" dove i lettori si cimenteranno con brani letterari che parlano di musica leggera, classica, lirica, oppure di strumenti musicali, di cori, di note. A cura di Paola Tinchitella ed Emanuela Giordano.

QUARTICCIOLO - Via Castellaneta 10, 00171 Roma - Tel. 06 45460701 quarticciolo@bibliotechediroma.it

• Sabato 10 maggio:

La dipendenza necessaria: legami nel percorso adottivo - Casa dei Bimbi - sabato 10 maggio, h. 10:30- a cura della Psicologa Psicoterapeuta Susanna Elena Violanti. Per adulti.

CASA DEI BIMBI – Via Libero Leonardi 153, 00173 Roma Tel. 06 45460381

casadeibimbi@bibliotechediroma.it

• Sabato 10 maggio:

Io sono io Philip Waechter - Europea - sabato 10 maggio, h. 11:00

Laboratorio espressivo in presenza dell’autore con bambini dai 5 agli 8 anni (su prenotazione).

EUROPEA - Via Savoia 13/15 00198 Roma - Tel. 06 45460681

europea@bibliotechediroma.it

• Lunedì 12 maggio:

Si dice? Non si dice? Dipende. L'italiano giusto per ogni situazione - Cornelia - lunedì 12 maggio, h. 10:00

Presentazione del libro del giornalista e lessicografo Silverio Novelli (collaboratore del portale e del Vocabolario Treccani, nonché curatore di dizionari), pubblicato da Laterza.

L’incontro è rivolto agli studenti di 2 classi di prima liceo.

CORNELIA - Via Cornelia 45, 00166 Roma – Tel. 06 45460411 – 06 45460416

cornelia@bibliotechediroma.it

• Lunedì 12 maggio:

Questi sono i miei tre: tre storie che nessuno dovrebbe perdere prima dei 16 anni (Centrale per Ragazzi) - 12 maggio ore 16 – salone 1° piano

Decennale Xanadu. Promuovere la lettura tra gli adolescenti.

A cura di Hamelin Associazione Culturale, aperto a tutti gli interessati.

CENTRALE RAGAZZI – Via San Paolo alla Regola 15/18, 00186 Roma – Tel. 06 45460391

centraleragazzi@bibliotechediroma.it

• Martedì 13 maggio:

Libere e a volte sfrontate. Tutte le sfumature della sessualità femminile di Willy Pasini - Rispoli - martedì 13 maggio, h. 19:Come vivono il desiderio sessuale e la sessualità le donne nell'era digitale?

Willy Pasini incontra il pubblico della Biblioteca Rispoli per parlare del suo ultimo libro, ed. Mondadori, 2014. A presentarlo sarà la giornalista Annalisa Venditti. In Libere e a volte sfrontate Willy Pasini, studioso della sessualità, esplora l’universo del piacere femminile – dalle sottili sfumature del desiderio ai vari tipi di orgasmo, dai cambiamenti di costume alle trasgressioni erotiche, dagli amori omosessuali a quelli della terza età, con un’attenzione particolare alle terapie oggi disponibili per curare i disturbi più diffusi – e offre a tutte le donne la dimostrazione che è possibile trovare nella sessualità una fonte di benessere, e riscoprire così, anche in questo campo, la propria autentica femminilità.

RISPOLI – Municipio I - Piazza Grazioli 4, 00186 - Tel. 06 45460561

rispoli@bibliotechediroma.it


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma