Presentazione delle nuove raccolte di poesie degli autori Lié Larousse e Gianluca Pavia

Venerdì 6 marzo alle 18.30, la Libreria Bistrot RED Feltrinelli di Via Tomacelli ospiterà l'evento di presentazione delle nuove raccolte di poesie degli autori Lié Larousse e Gianluca Pavia, entrambe edite dalla Casa Editrice di Sacramento Besteseller Books & Co. 

Distribuite dallo scorso 12 febbario in tutte le librerie italiane e sui principali canali editoriali online, .la vita comunque. di Lié Larousse, e WHISKEY & SODA CAUSTICA d'amore, di vita, morte e altri casini di Gianluca Pavia saranno presentate in una serata evento dedicata alla lettura e all'incontro con gli autori, ma anche alla poesia e alla musica live.  Ad accompagnare i due scrittori romani ci saranno il cantautore Emilio Stella con la sua chitarra in acustico e il poeta romano Er Pinto, che ha curato la prefazione del libro di Lié Larousse .la vita comunque.

Le raccolte nelle parole di Er Pinto e Luca Ragagnin

.la vita comunque.

Dalla prefazione di Er Pinto

"Lié Larousse inizia i suoi versi mettendo un punto. Non a caso sembra che in alcuni momenti questo punto è quello che vorrebbe saper mettere in alcune situazioni della vita, ma che non vuole o non riesce a mettere mai veramente. La vita va avanti, sia per noi senza gli altri, che per gli altri senza di noi. Un egocentrismo altruista. Una generosità egoista. Lasciare qualcosa, lasciarsi qualcosa, invece di lasciarsi scivolare la vita addosso, anche quando non ci si sente poi troppo importanti, e quindi valorizzare ciò che ci circonda: le persone, le cose, la natura. Cogliendo l'attimo, perché è la somma degli attimi che crea il tempo della vita. La vita è importante. Viverla soprattutto. La vita comunque. "

WHISKEY & SODA CAUSTICA d'amore, di vita, morte e altri casini

Dalla prefazione di Luca Ragagnin

"Il guerriero Gianluca Pavia cerca la verità, dicevamo, e quindi gli capita di andare via, di allontanarsi da questa compagna multiforme che è tutte le donne, comprese quelle perdute o mai incontrate, e dal trionfo della carne e del sogno. Dove va? Va nei luoghi che la vita non gli ha saputo regalare, ma non importa, perché lui sa inventarli, sa immaginarli, li perlustra per sé e per la sua compagna/e (California; Cartolina; Mai stato forte in geografia, per nominare solo tre testi) e poi ci va ad abitare, magari solo per un istante. E l'anima? Per fortuna, come dicevo all'inizio, l'anima non si annuncia ma si acquatta e attende dentro le cose della vita (dentro una Pessima birra Khmer, per esempio, o in un videogioco russo – From Tetris with love); è l'arma del guerriero, una punta forgiata per aprire varchi in un futuro saldamente terrestre, ché basta e avanza già quello per accedere a tutte le epifanie della vita.".

Gli autori

Lié Larousse nasce in un circo itinerante. Autrice di racconti e poesie, inizia la carriera letteraria nel 2013 aprendo il sito e blog libroarbitrio.com che diviene fin da subito uno dei siti di letteratura ed arte più seguiti in Italia, negli Stati Uniti e in Canada. Vince nel 2014 il Premio Tell Book Your Story indetto da Dacia Maraini e Nava Design, e il premio Festival delle Due Rocche. Nel 2016 vince il Premio Racconti nella Rete, lo stesso anno pubblica la raccolta di racconti e poesie "Poker d'incubi" edita da Alter Ego Edizioni, prefazione di Paolo Di Paolo, scritta con l'autore Gianluca Pavia, firmandola con lo pseudonimo DuediRipicca.  

Nel 2017 pubblica la sua prima raccolta di poesie dal titolo .Lié. edita da Miraggi Edizioni; a febbraio del 2020 esce la nuova raccolta poetica dal titolo .la vita comunque. per la casa editrice americana Bestseller Books & Co.

Gianluca Pavia nasce a Roma, autore di poesie, racconti e romanzi, è attento alle nuove forme d'arte pittorica, letteraria e musicale nazionale. Presente nelle piattaforme web con il sito www.libroarbitrio.com, organizza eventi artistico culturali, collabora con riviste letterarie a tiratura nazionale. Nel 2014 è vincitore del premio letterario Festival delle Due Rocche indetto da Dacia Maraini, del Premio Racconti nella Rete 2016, e di altri importanti riconoscimenti come l'Holden, il Bukowski. A dicembre 2016 pubblica la raccolta di racconti e poesie "Poker d'incubi" (Alter Ego Edizioni), prefazione di Paolo Di Paolo, scritta con l'autrice Lié Larousse, firmandola DuediRipicca pseudonimo e nome del progetto letterario di divulgazione della scrittura a quattro mani e di collettive d'arte; a giugno 2017 pubblica la sua prima raccolta di poesie dal titolo "Spietate speranze" (Miraggi Edizioni), nel 2018 esce il romanzo d'esordio dal titolo BLACK-OUT (NedEdizioni).

A febbraio 2020 esce la nuova raccolta di poesie dal titolo WHISKEY & SODA CAUSTICA d'amore, di vita, morte e altri casini , prefazione curata da Luca Ragagnin, per la casa editrice americana Bestseller Books & Co.

Gli ospiti

Emilio Stella, cantautore della scena indipendente romana, scrive brani dai toni ironici e di rilevanza sociale che lo hanno portato a ricevere una discreta rilevanza mediatica. Le canzoni parlano di case popolari, della vita in cantiere, di strade fatte per andare al lavoro, per raggiungere un sogno o semplicemente il mare.

Ha condiviso il palco con artisti come Simone Cristicchi, Alessandro Mannarino, Piotta, Il Muro del Canto e collabora con il poeta Er Pinto.

Il suo primo album, "Panni e Scale", autoprodotto è del 2011. Nel 2012, il brano "Festa" viene inserito in nell'album del "Club Tenco" - progetto che raccoglie tra i più interessanti spunti della nuova canzone d'autore italiana -  e permette al cantautore romano di esibirsi a Sanremo al "Premio Tenco". Vincitore del "Premio Stefano Rosso", miglior testo e primo premio a "Botteghe D'Autore", Live Musik Festival, "Poeta Saltimbanco" (dedicato a Franco Califano ed intitolato a Piero Calabrese), è tra i vincitori della prima edizione di "Dallo Stornello Al Rap".

Nel Maggio 2014 il singolo "Capocotta non è Kingston", accompagnato da videoclip, in poche settimane supera le 100.000 visualizzazioni e viene indicato da Il Fatto Quotidiano, Repubblica e Messaggero, come il singolo tormentone dell'estate 2014. Studio Aperto di Italia Uno gli dedica un servizio.

Nel 2015 un altro passaggio televisivo su Canale 5 con la canzone "Un cane" all'interno della trasmissione "l'Arca di Noè", la collaborazione con Alessandro Canini (già produttore di Tiromancino, Venditti, Zarrillo) e la selezione tra i ?nalisti di Sanremo Giovani.

Nell'estate del 2016 lancia il nuovo singolo "Pontina", che diventa virale e suscita l'attenzione dei media.  Nel 2017 è vincitore del primo premio assegnato dal pubblico alle audizioni live di Musicultura. Il 14 settembre 2018 esce "Suonato", il nuovo album che porta in giro nei live club e nelle piazze.

Nel 2019 la canzone "E io te Amo" scritta con Er Pinto, viene trasmessa allo stadio Olimpico durante le partite di Coppa Italia della As Roma. Autore delle musiche di "dalle sbarre alle stelle" spettacolo teatrale con Flavio Insinna e la regia di Ariele Vincenti. Attualmente, oltre ai concerti in band e unplugged, lavora alla scrittura di un suo spettacolo teatrale ambientato "alle case popolari" dove è cresciuto e alla stesura di un nuovo album con importanti collaborazioni.

Er Pinto è un poeta anonimo, nato al Trullo quartiere periferico di Roma. L'anonimato è una scelta di libertà grazie alla quale può svincolarsi dall'immagine e dal proprio nome reale per riuscire a proporre la sua vera essenza, la più interiore. Inizia il suo percorso artistico entrando a far parte del collettivo "Poeti der Trullo" nel 2010. Scrive i suoi testi online e sotto forma di "Street Poetry" sui muri della città. Nel 2015 pubblica in "Metroromantici", la prima raccolta di poesie dei Poeti der Trullo, (al sesto posto assoluto nella classifica nazionale La Feltrinelli 2017) contenente anche il Manifesto del Metroromanticismo vero e proprio movimento letterario del quale è pioniere e precursore. Nello stesso anno è tra gli organizzatori della terza edizione del "Festival Internazionale di Poesia di Strada" realizzato al Trullo, un festival indipendente che vede collaborare diversi collettivi poetici italiani con alcuni Street Artist della capitale.

Nel 2017 inzia anche un altro percorso artistico basato sulla poesia, la calligrafia e l'illustrazione in collaborazione con Yest. Il duo si firma Point Eyes, semi-anagramma di Pinto e Yest. Pubblica il suo primo libro da singolo dal titolo Il Peso delle Cose  raccolta del poeta anonimo contenente circa 50 inediti più una sezione fotografica dedicata agli Street Poetry. Scrive per i disegni di Yest, testi e storia di un capitolo del fumetto collettivo "De Core" edito da "Edizioni Il Galeone". Tra gli artisti di strada collabora con Solo, Valerio di Benedetto, Aladin, El Nino de Las Pintura e Andrea Gandini. Nel corso degli anni collabora anche con vari artisti in ambito musicale, Emilio Stella mette in musica e canta un suo testo che prende il titolo di  "E io te amo". Nel 2018, due importanti collaborazioni: il featuring con Piotta, title track del suo nuovo album "Interno 7" dove registra per la prima volta la propria voce; la collaborazione nella stesura del testo di "Storia di una lunga guerra", pezzo che funge da intro e da doppio-singolo lancio dell'ultimo album dei Colle der Fomento dal titolo Adversus.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma