Una voce che cattura e una musica che rapisce

Una voce che cattura e una musica che rapisce. Questi gli ingredienti principali di "Frammento, lo spettacolo che andrà in scena per la "festa della Donna". La voce recitante ed interprete sarà quella di Natacha Daunizeau (regia)

La musica, invece, sarà affidata a Marco Colonna (clarinetto e testo).

"FRAMMENTO"

Scena Musicale per clarinetti e voce interprete

Natachà Daunizeau, voce, interpretazione, regia

Marco Colonna, clarinetti, testo

Uno squarcio esistenziale vestito da donna.

Un monologo costruito sulla parola e sul suono della gestazione.

Donna come essenza del Mondo, come risoluto atto rivoluzionario, ma anche come madre sognatrice, come umorale sentire, come difesa ultima dalla bruttura che ci circonda.

Un testo come frammento di pensiero, scheggia di coscienza; come una sosta durante il viaggio.

E il flusso è aperto, libero, non costruito e non meditato, ma soltanto vero.

Il vero "frammento" è nella voce che ti cattura, nella musica che ti rapisce, nell'insieme che ti porta metaforicamente sul palco per lasciarti con la consapevolezza di aver bisogno di tutti i frammenti per ricomporre il tutto.

"....E' un'opera intrigante, da ascoltare e riascoltare per cogliere sempre nuove sfumature: sofisticata come un brano di Duke Ellington, genuina come il Piccolo Principe, riflessiva come uno scritto di Heidegger, attuale come la decrescita di Latouche, liquida come gli scritti di Bauman..."

(RomaSera- L.Salvadori)

"...'Lei', donna, amante, madre, ancor prima è femmina, per quella sorta di divinità che tutta la investe e la stravolge nel momento in cui è partecipe della 'creazione'. L'illusoria 'verità' contenuta nel testo scabro quanto essenziale, paragonabile alla figura stessa dell'interprete, lascia basiti, immobilizza, perché scava profondamente in ciò che non si è mai voluto affrontare della insostenibilità dell'essere. ..." (Di Giorgio Mancinelli - La Recherche)


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma