Plaid & The Bee Live

Martedì 28 giugno arriva al Circolo Andrea Doria il primo appuntamento del Nowhere Festival con il live elettronico del duo britannico Plaid. Membri storici della celebre etichetta Warp Records ed elementi fondamentali per il movimento musicale "Artificial Intelligence", il duo londinese arriverà in Italia subito dopo essersi esibita al Glastonbury Festival con un tour europeo che integra sul palco il polistrumentista: "The Bee" Benet Walsh.

Il loro ultimo album "The Digging Memory" uscito quest'anno, riaggiorna ulteriormente la loro fusione di sonorità electro, techno e hip hop: un repertorio che da anni è stato utilizzato come colonna sonora per film e arti visuali

A seguire aftershow curato da Resistance is Techno con i dj set della britannica Rebekah, degli Asymptote e il live industrial-techno dei NVDA.

Nati dalle ceneri dal gruppo pioneristico "The Black Dog", i Plaid sono Ed Handley ed Andy Turner. Il duo è stato fautore assieme a Aphex Twin, Autechre, Speedy J o Richie Hawtin di un movimento che spaziando dalla techno fino all'electro è rimasto un saldo punto di riferimento per la musica elettronica inglese. Prediligendo produzioni dalle tinte oscure ma melodiche e da continue variazioni ritmiche, i Plaid sono riusciti a ritagliarsi uno spazio di riguardo all'interno dell'etichetta Warp Records.

Alcuni dei loro album sono considerati unanimemente come pietre miliari nell'ambito dell'elettronica: vedi "Not For Threes" (1997), "Double Figures" (2001) e "Spokes" (2003). Negli ultimi anni hanno dedicato sempre più attenzione all'interazione tra musica e immagini, dando vita a lavori eccezionali come il progetto multimediale "Greedy Baby" (2006), costruito assieme all'artista visuale Bob Jaroc, o la colonna sonora del film d'animazione giapponese "Tekkonkinkreet".?Gli ultimi anni hanno poi rappresentato per i Plaid un vero e proprio rinascimento artistico. Gli album "Scintilli" (2011), "Reachy Prints" (2014) e "The Digging Remedy" (uscito proprio a metà 2016) rappresentano infatti i vertici musicali della loro discografia, opinione espressa anche da moltissime testate specializzate.

Per il tour di "The Digging Remedy" i Plaid hanno voluto coinvolgere anche il multistrumentista The Bee, Benet Walsh all'anagrafe, loro collaboratore di lunga data: un'arma in più per fare leva su in profondità, su ritmiche complesse e su soluzioni melodiche e armoniche in grado di spiazzare e sedurre in modo non scontato.

Rebekah è uno dei volti femminili più importanti per la techno inglese. La sua rampa di lancio è stato il Que Club nella natìa Birmingham,

Dopo alcune uscite, arriva al successo grazie al remix di "Blond Slackers" di Matador, attirando l'attenzione di molti pesi massimi del genere tra cui Chris Liebing. La successiva collaborazione con quest'ultmo su CLR la lancia definitivamente sul mercato internazionale, offrendo una techno feroce che attinge con sistematicità alla wave e all'industrial music. ?Quest'anno è uscito l'EP "The bennings", lavoro attraverso il quale Rebekah ha voluto ricreare legame metaforico e musicale con la sua Birmingham e le origini musicali.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma