Mostra fotografica di Francesco Zizola e Giovanni Cocco e delle fotografie storiche degli archivi familiari quartiere Garbatella

Mercoledì 5 dicembre, nell'ambito di Garbatella IMAGES, la 10b Photography, con la cura di Sara Alberani, presenta Abitare il paesaggio una mostra di fotografie inedite di Francesco Zizola e Giovanni Cocco negli spazi della galleria, che coinvolge anche alcuni lotti storici del quartiere Garbatella, che per la prima volta si aprono alla fotografia.

Garbatella IMAGES è un progetto realizzato con il patrocinio del Municipio Roma VIII, pensato per il quartiere Garbatella e che sviluppa un percorso attraverso la memoria del territorio grazie a una serie di workshop, alle mostre, a talk e visite guidate, alla scoperta delle caratteristiche urbane, sociali, architettoniche, antropologiche, storiche del quartiere attraverso l'uso della fotografia.

Ideato dall'associazione culturale e galleria 10b Photography e curato dalla storica dell'arte Sara Alberani, il progetto mette in luce le caratteristiche uniche del quartiere e ne indaga la storia sotto vari punti di vista, dalla sua originalità architettonica - con particolare attenzione all'area dei lotti - alle vicende storiche, culturali e sociali che vi si sono alternate fino ad oggi.

Percorrendo l'area dei lotti si è visivamente e socialmente immersi in un luogo fondato sulla prossimità abitativa. Il "barocchetto romano", lo stile ottocentesco, le innovazioni del manifesto Piacentino, ma anche i cortili, gli stenditoi comuni, i giardini, i ballatoi, i piccoli viali: nella città-giardino lo spazio privato si mescola con quello pubblico, ogni lotto è un microcosmo in cui entrare liberamente. Garbatella IMAGES indaga, attraverso la fotografia, le visioni che il quartiere naturalmente produce, legate al suo fascino, alle sue caratteristiche e alle memorie condivise attraverso i racconti dei residenti, con un lavoro che intende l'immagine come veicolo di memoria, strumento di relazione e di ricerca contemporanea.

Fulcro del progetto è la mostra fotografica Abitare il Paesaggio che sarà visitabile fino al 20 dicembre, per un'esposizione che mette in dialogo la fotografia contemporanea di Zizola e Cocco con le fotografie storiche degli archivi familiari.

Proprio gli archivi sono oggetto di riscoperta e ricostruzione attraverso il Laboratorio Territorio Personale, in collaborazione con WSP Photography e i centri anziani di Garbatella e che avrà luogo dal 19 al 30 novembre, aperto a tutti su prenotazione. Le immagini individuate in dialogo con i partecipanti al laboratorio compongono il fil rouge della memoria del quartiere, attraverso la loro installazione in alcuni dei lotti storici; un primo passo verso la nascita di un archivio visivo del territorio costruito dai suoi abitanti.  

I fotografi Francesco Zizola e Giovanni Cocco hanno scelto di dedicare una produzione fotografica inedita al quartiere in cui da sempre lavorano. Insieme alle architetture, l'obiettivo è diretto alla comunità che le abita, ai suoi modi di vita attuali e passati e alle specie botaniche aliene e autoctone che abitano l'area dei lotti, testimoni di una biodiversità che si è arricchita attraverso gli spostamenti degli abitanti.

"Garbatella IMAGES è un lavoro per immagini su un territorio abitato estremamente connotato" – afferma la curatrice Sara Alberani – "I tratti fisionomici - architettonici e urbani - che caratterizzano il quartiere sono restituiti mediante un doppio livello etimologico: immagine/immaginazione, paese/paesaggio, proprio per spingerli un po' più in là rispetto alla caratterizzazione comune con cui li riconosciamo e tenere aperta la relazione tra realtà e interiorità. Abbiamo chiesto agli abitanti dei lotti la loro storia per immagini, fotografie emerse dagli album di famiglia, per espandere il racconto dal piano visivo a quello narrativo fino all'evento collettivo: un'esposizione delle immagini come lenzuola in mezzo ai panni degli stenditoi, negli spazi resi sociali dall'edilizia del luogo. Qui si sono mossi Giovanni Cocco e Francesco Zizola, restituendoci due lavori profondamente diversi sull'abitare il "paesaggio Garbatella". Le piante ritratte da Cocco emergono da una sospensione di fondo, ritagliate nel buio notturno dei cortili sono produttrici di silenzio e di surreale sacralità, come impresse in un antico erbario dipinto. Francesco Zizola vive a Garbatella da anni, conosce come il sole illumina certe aree del quartiere, ritrae con il cellulare cortili e architetture secondo una dimensione umana dello spazio urbano. Un ambiente antropizzato, uno spazio spirituale riflesso nei volti dei suoi abitanti".  

Garbatella IMAGES compone un percorso fotografico nello spazio pubblico, un evento aperto al pubblico e gratuito, accompagnato da un talk di presentazione del progetto e da una visita guidata che si concluderà con un catering a cura di Casetta Rossa.

Il progetto si avvale della presenza e collaborazione - attraverso contributi artistici, scientifici e interventi - di una rete di partner sul territorio: Associazione Culturale WSP Photography, Centro Anziani Pullino, Centro Anziani Commodilla, Associazione Culturale Casetta Rossa, Associazione Itaca.

Francesco Zizola (Roma, 1962) ha fotografato le principali crisi e conflitti che si sono succeduti nel mondo negli ultimi 30 anni. Un forte impegno etico e una personale cifra stilistica caratterizzano la sua produzione fotografica. I suoi progetti e gli assignment per numerose testate italiane e internazionali lo hanno portato in tutto il modo, dandogli l'occasione di ritrarre crisi umanitarie spesso rimaste ai margini della notizia. Francesco ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui dieci World Press Photo e sei Picture of the Year International. Sette sono i libri che ha pubblicato, tra cui "Uno sguardo inadeguato" (2013), "Iraq" (2007) e "Born Somewhere" (2004) dedicato alla condizione dell'infanzia in 27 paesi del mondo. Nel 2003 Henri Cartier Bresson include una fotografia di Francesco tra le sue 100 preferite. Da questa collezione nasce una mostra, 'Les Choix d'Henri Cartier Bresson' e un libro. Nel 2007 insieme a un gruppo di colleghi, fonda l'agenzia NOOR, la cui sede è ad Amsterdam. Nel 2008 è tra i fondatori del 10b Photography di Roma, un centro polifunzionale dedicato alla fotografia professionale. È stato membro della giuria del World Press Photo per l'edizione 2014 e vincitore del premio SIAE per il suo corto "As if we were tuna" al Festival del Cinema di Venezia 2018. Francesco vive a Roma.

Giovanni Cocco, nato a Sulmona nel 1973. Nel 1991 si diploma come Perito Elettrotecnico e nel 1995 consegue un diploma come Fotografo Industriale. Si dedica integralmente alla fotografia dal 1998. Le sue opere sono esposte in mostre personali e collettive e pubblicate su riviste nazionali e internazionali, tra cui L'Espresso, Vanity Fair, D La Repubblica delle Donne, Internazionale, Io Donna, Il Venerdì, Newsweek, Sportweek, Le Monde, Bloomber Businessweek, Burn Magazine, National Geographic Traveller, Financial Times, PDN, GQ Italy, Marieclaire, Ojodepez Magazine, La Cimade, Touring Club, CNN world, Il Fotografo, ll Manifesto, MARE, National Geographic. Vive e lavora tra Roma e Berlino.


Parteciperai? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma