Dopo Parigi, Londra, Sydney, Melbourne,? Singapore, Pechino, Istanbul, Vienna e Berlino, il tour mondiale intrapreso dall'artista nel 2013 approda nella Città Eterna

Nei quattro anni appena trascorsi, Xu Hongfei ha attraversato molti paesi, tra cui l'Australia, l'Italia, la Germania, la Turchia, la Francia, il Regno Unito, gli Stati Uniti d'America, l'Austria e il Perù.

Le "Chubby Ladies" sono state esposte nelle più importanti città del mondo, in luoghi-simbolo della cultura e dell'arte, in spazi pubblici di prestigio internazionale, dal Louvre di Parigi, alla Città Proibita di Pechino, da Palazzo Medici Riccardi e Ponte Vecchio a Firenze, alla Municipal Government Square a Londra, la Bosphorus Square a Istanbul e la Cathedral Square a Berlino.

In questi anni l'artista ha realizzato un connubio straordinario tra la Cina e l'Italia esponendo a Firenze, Milano, Montepulciano, Siena, Torino, Zafferana Etnea, per poi tornare nuovamente a Milano per esporre le sue opere all'Expo 2015. Xu Hongfei è molto affascinato dalla cultura italiana e guarda al nostro paese con grande ammirazione soprattutto per quanto attiene la tradizione artigiana, la creatività, il senso della bellezza e lo stile.

 

Xu Hongfei ama collocare le sue opere all'aperto, nelle piazze delle città, affinché, illuminate dalla luce naturale, possano dialogare liberamente con il pubblico che, seppur eterogeneo e di nazionalità diversa, è animato dal medesimo stupore e dal senso di meraviglia. Anziani, bambini, donne e uomini, tutti, indistintamente, sono colpiti dalla gioiosa e ridondante vitalità delle "Chubby Ladies" e interagiscono con loro, scattano foto, ballano e si divertono ad assumerne le ironiche posture.

 

Nella mostra di Roma ventotto sculture realizzate in bronzo, marmo bianco, fibra di vetro, acciaio e giada, ritraggono forme femminili sorprendenti, enfatizzate dalla plasticità e dall'anatomia di corpi dalle forme avvolgenti e perfettamente sinuose, cristallizzate in pose inattese e curiose.

 

Xu Hongfei è nato nel 1963 a Yangjiang, nel Guangdong, e nel 1990 si è diplomato presso il Dipartimento di Scultura dell'Accademia di Belle Arti di Guangzhou, grande città costiera e capoluogo della provincia del Guangdong, nella Cina meridionale. Per i suoi meriti artistici e per l'importante attività svolta al fine di agevolare e promuovere il dialogo e il dibattito culturale in Cina e all'estero, Xu Hongfei ricopre l'incarico di Consigliere di Stato del Governo Cinese (National One level Artist 2013, esperto d'eccellenza per il Ministry of Culture of the People's Republic of China) ed è Presidente della Guangzhou Sculpture Academy (Accademia di Scultura di Guangzhou) e Vice Presidente del Guangdong Artist Association.

Il nucleo più rappresentativo della sua produzione è incentrato nell'indagine della figura femminile, le sue donne esprimono leggerezza e vitalità e sono sculture singolari nel panorama mondiale: figure astratte, "metafisiche" e corpulente signore, sempre sorridenti, fiere, sicure di sé e incuranti dei chili in eccesso, dei pregiudizi, dei modelli imperanti dell'estetica contemporanea e degli altrui sguardi di disapprovazione, che rappresentano un vero e proprio manifesto della libertà e della gioia di vivere. Ed è proprio il loro atteggiamento ironico, fiero, indisturbato e compiaciuto, a conquistare il pubblico che, ovunque, ne rimane affascinato e divertito.

Le "signore paffute" animate da Xu Hongfei esprimono un grande vitalismo e si discostano nettamente sia dai modelli occidentali sia dalla tradizionale scultura classica cinese.

Volontariamente, l'artista crea uno sbilanciamento nell'equilibrio delle sue mastodontiche e, al contempo, sorprendentemente agili creature: manomette e disarticola la realtà dei loro corpi non per negarla, ma per rappresentarla e significarla secondo un codice emozionale diverso che s'impone in modo incisivo. Sembrerebbe impossibile spostarle vista la loro robusta struttura fisica, ma le "Chubby Ladies", indisturbate, felici e leggerissime come piume, danzano ("Dance in Spring" o "Four Little swans"), cantano, saltano, suonano il pianoforte o il contrabbasso sospese per aria ("Flying piano" e "Flowing melody"), vanno in moto ("Motorbike"), fanno sport, si divertono a pattinare, improvvisano piroette con lo skateboard.

 

Il loro notevole peso sembra non essere un ostacolo neppure quando, nella grande scultura denominata "Kiss", un giovane e atletico uomo, con eleganza e disinvoltura, solleva "Chubby Lady" in alto, nel vuoto, in un abbraccio di danza, per carpirne un bacio. Il candore infantile che traspare dai loro volti, i sorrisi complici e sornioni, i volti paffuti e le forme ridondanti, con le loro gonnelline svolazzanti, le scarpette da ballerina o i piedini nudi, sono elementi fondamentali al risultato gioioso e aggraziato della composizione. Una sottile e benevola ironia traspare da ogni opera e caratterizza queste "leggere" icone oversize che volteggiano briosamente nello spazio, catturando irresistibilmente la nostra attenzione.

 

Lo scultore esplora e sperimenta, con sensibilità e delicatezza, i materiali prescelti al fine di favorire il cambiamento del ritmo e l'espressività dell'opera, ma la grazia, la leggerezza e l'ironia rimangono le tre chiavi di lettura per guardare le opere di Xu Hongfei e riconoscerne il linguaggio. Con la tenerezza, lo stupore e il sorriso, Xu Hongfei plasma forme che appaiono immobili, pur essendo pronte al movimento.

 

Il tour internazionale intrapreso dall'artista nel 2013 ha percorso centinaia di migliaia di chilometri attraverso l'Asia, l'Australia, l'Europa e l'America. È un viaggio attraverso il quale Xu Hongfei porta nel mondo la sua personale interpretazione della vita contemporanea e l'arte cinese, un viaggio che, dopo una breve fermata, riparte ancor più vigoroso. Dopo l'iniziativa espositiva realizzata al Complesso del Vittoriano - Ala Brasini, in Roma, le opere proseguiranno il loro itinerario in Colombia, a Bogotà, e in Belgio, a Bruxelles, per poi fare nuovamente tappa in Germania, ad Amburgo.

 


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma