Lo strabiliante ed esilarante mondo di Nadia Budde

Per la prima volta in Italia una mostra della berlinese Nadia Budde, una delle più divertenti autrici per l'infanzia della scena tedesca. Creaturine, esseri umani, bestie e insetti, corpi, zampe, facce, smorfie: l'opera di Nadia Budde è una sorta di catalogo di quanti siamo in terra, per indagare il fascino segreto della nostra molteplicità. Con un tratto nero, fluido e plastico, con la sua lingua comica e ritmata è capace di cogliere pose, espressioni, emozioni. L'autrice è impietosa e premurosa al tempo stesso, costruisce personaggi sgrammaticati, bruttini, deformati, buffi. Per Nadia Budde essere diversi è la normalità ed è impossibile non ridere di se stessi.

Una mostra a cura di Hamelin Associazione Culturale in collaborazione con la Biblioteca Europea


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma