mostra di pittura alla casa della cultura del V municipio

Le opere di allieve e allievi del maestro Francesco Vaglica in mostra alla casa della cultura del V municipio 

a cura di Pino Bendandi e Stefania Vicinelli

Dal 29 novembre al 7 dicembre 2019 Villa de Sanctis Via Casilina 665 Roma

"L'ho sempre desiderato… non ho mai potuto. Non so se sono in grado…"

E' la frase ricorrente, il leitmotiv, quando ci si avvicina al corso di pittura del Maestro Vaglica.

E poi lo stupore e la meraviglia davanti alla prima opera di cui non ci si credeva all'altezza. Il compiacimento di sé, la consapevolezza di non aver sbagliato a ritagliarsi quel momento di intimità, lontano dagli impegni quotidiani, dalle incombenze giornaliere con il lavoro e con la famiglia e da tutto quanto a causa del quale "non si è mai potuto".

Sono loro i protagonisti di questa mostra, persone che diresti "comuni", ma che sono meravigliosamente "comuni", perché hanno nell'anima un mondo da narrare, quello della loro realtà, dei loro sogni, dei loro desideri, della loro fantasia ed hanno voglia di dipingerlo.

E' un mondo solo loro e lo raffigurano con la massima libertà di espressione ed interpretazione… perché è questo che caratterizza l'insegnamento del maestro Vaglica: "ti mostro in quali e quanti modi puoi narrare il tuo sogno… ma fallo tu, a modo tuo, nella forma e nei modi che tu ritieni più significativi, ti dico dove guardare, ma sarai tu a decidere cosa". Non c'è indottrinamento ma solo l'indicazione degli strumenti di esecuzione e di lettura dell'arte.

Così il desiderio, il sogno diventa figurazione. E' l'attimo di vita interiore, quello nel quale non entra nessuno, quello dove il significato intimo della creazione artistica eleva un canto di rivalsa sul tempo perduto.

Questi, professionisti, impiegati, pensionati, nonni, genitori, diventano i pittori della loro vita,

raccontando loro stessi sulle tele, chi in modo più palese, chi in modo più nascosto ma tutti nella piena libertà di narrazione.

 Stefania Vicinelli 2019                    

IL CIRCOLO ACLI LE MUSE è stato costituito nel 1977 all'interno del quartiere "Casilino 23", oggi "Villa De Santis". L'associazione persegue finalità civiche solidaristiche e di utilità sociale nei confronti degli associati, dei loro familiari o di terzi ed è senza finalità di lucro.

Nel territorio opera sul piano sociale, culturale, sportivo e assistenziale da oltre 40 anni.

Nell'ambito di queste finalità, quando il Maestro Vaglica mi ha comunicato l'intenzione di realizzare questa mostra, il Circolo si è fatto parte attiva perchè la manifestazione potesse concretizzarsi nonché essere accolta nell'ambiente che merita.

Conosco Francesco Vaglica sin dal 1994, da quando ha iniziato il suo corso di pittura, e da allora l'attività svolta si è rivelata un importante punto di aggregazione e di approfondimento culturale nel territorio.

Tale connotazione rende l'attività degna di essere supportata in ogni sua esigenza, non ultima quella

di reperire locali adatti allo svolgimento dei corsi senza che le relative spese costituiscano un onere

eccessivo per i partecipanti, perdendo quelle caratteristiche di utilità sociale tanto auspicabili nel quartiere e perseguite dall'Associazione da me presieduta.

Il Circolo Acli le Muse ha osservato sin dall'inizio con compiacimento i risultati dei corsi del maestro Vaglica, ed è onorato di accompagnare questa splendida mostra nei bellissimi locali di villa De Sanctis.

 Pino Bendandi


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma