Un progetto ispirato al contesto storico e culturale del Museo: plastico, grafico, installativo

Progetto ispirato al contesto storico e culturale del Museo Canonica che si sviluppa attraverso alcuni dei sistemi espressivi più ricorrenti nel suo percorso creativo: plastico, grafico, installativo.

In sintonia con le linee guida del programma espositivo Fortezzuola. Denis Savary Rantanen (Granges-Marnand, 1981; vive e lavora a Ginevra), dopo aver soggiornato a più riprese a Roma, ha concepito un progetto ispirato al contesto storico e culturale del Museo Canonica che si sviluppa attraverso alcuni dei sistemi espressivi più ricorrenti nel suo percorso creativo: plastico, grafico, installativo. A far loro da comune denominatore una riflessione sull'idea di scultura ed il significato che tale pratica, attorno a cui Pietro Canonica ha incentrato buona parte della sua produzione, possiede oggi.

Come Martin Soto Climent, Alfredo Aceto / Claire Tabouret, Tillman Kaiser, Claire Fontaine, Ciprian Mure?an, Nick Devereux, Benjamin Hirte / Chadwick Rantanen anche Denis Savary dà luogo a un percorso visivo site specific sviluppato mantenendo un atteggiamento quasi "performativo" (operando di giorno in giorno all'interno del museo, abbandonandosi alle suggestioni del luogo) il cui esito finale sarà noto solo al termine della sua realizzazione, vale a dire a ridosso della data di inaugurazione della mostra.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma