La mostra fa parte delle tre grandi mostre dedicate all'arte contemporanea e ai suoi linguaggi

A occhi aperti oppure chiusi, di notte o di giorno, nel cassetto o realizzati, al Chiostro del Bramante i sogni incontrano la grande arte contemporanea. Magia, utopia, essenza, incanto e desideri prendono forma nella mostra Dream. L'arte incontra i sogni in un percorso espositivo coinvolgente e suggestivo che permetterà al pubblico di evadere dalla realtà ed entrare in contatto con l'inconscio e l'onirico.

Dream, significato di esplorazione, conoscenza ed emozione, ma anche espressione della parte più profonda dell'essere umano, è la chiave di lettura per accedere ai «vasti e profondi territori dell'anima», come afferma il curatore dell'esposizione Danilo Eccher.  Tra incanto e utopia, magia e percezione, il sogno diviene elemento di riflessione e rivelazione attraverso i poetici linguaggi dei massimi esponenti dell'arte contemporanea, protagonisti della mostra Dream. L'arte incontra i sogni.

A straordinarie opere d'arte si alternano lavori site-specific ripensati per gli spazi del complesso museale e polivalente con sede nel cuore della capitale, in una successione che diviene un unico grande racconto, anche grazie al coinvolgimento di artisti noti, come Bill Viola, Anish Kapoor, Luigi Ontani, Mario Merz, James Turrell, Anselm Kiefer.

I sogni, guidano gli spettatori attraverso una serie di tappe e passaggi, soste e ripartenze: dal confronto con la natura all'identificazione nelle forme, dall'evocazione di memorie personali e collettive all'attraversamento del tempo, dalla sublimazione delle ombre all'immersione totale nella luce.

"DREAM. L'arte incontra i sogni" completa la trilogia, ideata e curata da Danilo Eccher per il Chiostro del Bramante, iniziata con "LOVE. L'arte incontra l'amore" (2016) e proseguita con "ENJOY. L'arte incontra il divertimento" (2017).

Tre grandi mostre dedicate all'arte contemporanea e ai suoi linguaggi, capaci di esprimere diversi stati dell'anima, come la complessità delle sensazioni legate ai sentimenti, le esaltazioni delle emozioni più gioiose e le percezioni più profonde appartenenti all'onirico.

Dal 29 settembre 2018 al 5 maggio 2019 il Chiostro del Bramante invita il pubblico a vivere un'esperienza senza eguali, in un luogo in continua evoluzione, dove apprendimento e approfondimento sono gli strumenti per dialogare con l'arte, partendo dal confronto con essa stessa.

Protagonisti

Jaume Plensa, Anselm Kiefer, Mario Merz, Giovanni Anselmo, Christian Boltanski, Doris Salcedo, Henrik Håkansson, Wolfgang Laib, Claudio Costa, Kate MccGwire, Anish Kapoor, Tsuyoshi Tane, Ryoji Ikeda, Bill Viola, Alexandra Kehayoglou, Peter Kogler, Luigi Ontani, Ettore Spalletti, Tatsuo Miyajima, James Turrell.

MOSTRA PRODOTTA E ORGANIZZATA DA DART Chiostro del Bramante

A CURA DI Danilo Eccher

CATALOGO Skira Editore


Parteciperai? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma