Più che un'installazione, un rito collettivo, uno stimolo alla ricerca della connessione tra l'individuo e la propria spiritualità

Fondato da Gregorio De Luca Comandini, Mauro Pace e Saverio Villirillo, NONE collective si muove sul confine tra arte, design e ricerca tecnologica ed è da sempre impegnato con la creazione di opere immersive in ambito internazionale.
GENESI è, più che un'installazione, un rito collettivo, uno stimolo alla ricerca della connessione tra l'individuo e la propria spiritualità. Dal mantra OM alle campane tibetane, dai canti dei Muezzin ai canti gregoriani fino alle tecniche di ipnosi: le più svariate e antiche pratiche di meditazione si mescolano per creare un crescendo sonoro che insieme all'utilizzo della luce mette alla prova lo spettatore trasformandolo in un performer inconsapevole.
Fede e spiritualità si confrontano con il buio dell'incertezza, della paura e del caos. Ma il buio, in fondo, non rappresenta anche il divenire, ciò che dobbiamo ancora scoprire?

Cosa c'è al centro di mondi differenti e, solo in apparenza, lontani? Per la trentatreesima edizione di Romaeuropa Festival al centro ci sono le storie, tutte le visioni e suoni dei suoi 300 artisti ospiti. Al centro c'è la danza, il teatro, l'arte visiva analogica e digitale, la performance e lo spettacolo dal vivo, come strumenti e mezzi in grado di mettere in comunicazione idee e realtà agli antipodi. Dal 19 settembre al 25 novembre quattro continenti convergono tutti al centro della città eterna, trasformando Roma nel cuore dello scambio tra mondi, tra diversità culturali e geografiche, che si amalgamano in una sola, grande narrazione, che noi chiamiamo Romaeuropa Festival 2018.

Appartiene ad un evento principale:


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma