12 opere realizzate tra il 1980 e il 2013

Giancarlo Sciannella è scultore di opere in terracotta e si colloca nella linea di ricerca d'avanguardia che ha elevato questa produzione a forma d'arte e che in Italia ha avuto come precursori Martini, Fontana, Melotti e Leoncillo e, più recentemente, Spagnulo e Mainolfi.
Nella mostra allestita nei Mercati di Traiano sono esposte 12 opere realizzate tra il 1980 e il 2013, scelte per evidenziare il rapporto tra scultura e spazio, particolarmente intenso nel contesto architettonico in cui esse sono collocate, ovvero i suggestivi ambienti lungo la via Biberatica, in due dei quali sono depositate anfore romane.
Il legame dell'artista con la terra, sia come materia da plasmare sia come origine e tradizione atavica, si traduce nelle forme arcaiche lavorate con il fuoco, altro elemento che rimanda al mondo rurale e al passato dell'artista, nato a Castelli, paese abruzzese noto per le sue ceramiche. Sciannella quindi rivisita la tradizione natia, rinnovandola attraverso il confronto con tendenze e linguaggi dell'arte contemporanea.
Il percorso artistico dello scultore e i suoi legami con il paese di Castelli e con i maggiori esponenti dell'arte contemporanea saranno oggetto di incontri culturali per il pubblico durante il periodo di allestimento della mostra.


Parteciperai? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma