Il titolo rappresenta il motore pulsante di tutto il progetto: la ricerca incessante di un "luogo chiamato casa", una ricerca che raramente trova soddisfazione ma che, nello stesso tempo, offre la possibilità di sentirsi a casa ovunque. Il progetto è ispirato alla creatura mitica del fauno, alle poesie e ai testi del poeta Gabriele Tinti.
Questa creatura dionisiaca simboleggia perfettamente la forza creativa che, a causa di un "tragico incantesimo", raggiunge la sua massima intensità, trasformandosi in distruzione e morte. "Egli era qualcosa di sublime e divino" e in lui cantava la "natura ancora non toccata dalla conoscenza" , di fronte a lui "l'uomo più incivilito si riduceva a una creatura bugiarda "

HOME IS HOME (ALL ALONE)
Foto di Guido Gazzilli
a cura di Fiorenza Pinna
Venerdì 17 novembre alle ore 19
Officine Fotografiche Roma – via G. Libetta, 1

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Mostre