La vita mondana e popolare, gli eventi pubblici e privati della società napoletana dal 1890 al 1920

Il 19 dicembre 2014 è stata inaugurata presso il Granaio di Santa Prassede (Via di Santa Prassede 8, Roma) la mostra fotografica “Le Ragioni dello Sguardo e il Fotografo Fotografato”.

La mostra prende le mosse dalla presentazione dell’Archivio Fotografico “Giuseppe Bruno”, composto da oltre seimila immagini e da più di settecento stampe originali, negativi e stampe postume.

Le immagini dell’Archivio sono dovute principalmente ad Alberto Bruno (1865-1922), un importante industriale napoletano appassionato di fotografia, e si riferiscono per la maggior parte al periodo che va dal 1890 al 1920. Esse documentano nel dettaglio la vita mondana e popolare, gli eventi pubblici e privati della società napoletana dell’epoca.

La mostra intende ripercorrere la storia della fotografia a partire dal 1888 - anno in cui la mitica Kodak n.1, usata anche da Alberto Bruno, fu messa in commercio - fino ai giorni nostri, e comprende inoltre le immagini di Leopoldo Ceccarelli, Manfred Eidel, Konstantinos Papaioannou, Carlo Di Giacomo, Alessandro Arrigo, Fabio Ruggieri e Marco Sances.

Lungo il percorso espositivo si sviluppa così un confronto dialettico tra fotografi che, seppur distanti per epoca ed estrazione, condividono l’impiego del mezzo fotografico a metà tra tecnica e espressione artistica.

E’ la prima volta che il Granaio di Santa Prassede, antico edificio ottocentesco annesso all’omonima chiesa, apre le porte al pubblico. La struttura conserva quasi intatto l’aspetto originario e rivela nei suoi tratti l’originaria destinazione a edificio economico e magazzino, con la splendida cordonata che collega i tre piani, le pesanti travi, i soffitti a cassettoni, le porte e le finestre dell’epoca. Oggi il Granaio ospita in parte una struttura alberghiera. Un'ulteriore sfida è stata dunque mettere in comunicazione il luogo ricettivo, con un luogo dedicato all'arte per rivelare la fotogenia di un edificio e dare un volto a quello che è stato fino ad oggi un "Non Luogo".

Mostra prodotta da Amici del Granaio, con il patrocinio di Starthing, realizzata da BC-Progetti.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma