Una mostra sulla Missione Archeologica Italiana in Sudan

Prima tappa di una mostra sulla Missione Archeologica Italiana in Sudan, attiva da quasi cinquanta anni nel sito del Jebel Barkal, patrimonio mondiale Unesco.

Sono esposti reperti che lasciano il Sudan per la prima volta e che provengono dallo scavo dell'antica città di Napata, uno dei più importanti siti archeologici del Sudan.

Pur nella loro fragilità e frammentarietà, questi materiali sono ancora in grado di fornire – grazie anche a un corredo di testi, immagini e ricostruzioni grafiche prodotto dagli archeologi della Missione– un quadro quanto più esauriente e aggiornato possibile dell'area cerimoniale di epoca meroitica, fiorita a Napata intorno al I sec. d.C.

Gli oggetti accompagnano, dunque, il visitatore nella scoperta di un mondo ancora poco noto e di una cultura che fa da ponte tra Africa, Egitto e Mediterraneo.

Promossa da    

Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Organizzazione             

Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco

Con il patrocinio di

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Con la collaborazione di 

Università Ca' Foscari Venezia;

Sapienza Università di Roma;

Museo del Vicino Oriente Egitto e Mediterraneo;

National Corporation for Antiquities and Museums della Repubblica del Sudan

Sponsor Mostra

Qatar Museums

A cura di                

Emanuele M. Ciampini

SPONSOR SISTEMA MUSEI IN COMUNE

Con il contributo tecnico di

Ferrovie dello Stato Italiane


Parteciperai? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma