Ricerca, multidisciplinarità, partecipazione

Sperimentazione e ricerca sui temi della più viva attualità, impegno sociale e partecipazione del pubblico, multidisciplinarità e collaborazioni internazionali.

Queste parole raccontano il programma del MAXXI per il 2015, frutto del lavoro di squadra del direttore artistico Hou Hanru con lo staff curatoriale del MAXXI Arte, diretto da Anna Mattirolo, e del MAXXI Architettura, diretto da Margherita Guccione.

Dice Giovanna Melandri, Presidente Fondazione MAXXI: “Immaginiamo il MAXXI come un’antenna che trasmette i contenuti dell’Italia verso l’estero e che a sua volta riceve dall’esterno i flussi della cultura internazionale. Un crocevia fertile, una piattaforma aperta a tutti i linguaggi della contemporaneità da costruire incessantemente”.

Dice Hou Hanru “Con questa programmazione, il MAXXI sempre più si avventura sul terreno del nuovo e definisce il suo ruolo sociale di luogo di dibattito, creatività, immaginazione e scambio di idee.”

LE MOSTRE

In programma 17 nuove mostre, di cui 4 da poco inaugurate, accompagnate da un ricco programma di incontri, lezioni, approfondimenti.

Tra le nuove mostre già in corso: Gli Angeli degli Eroi di Flavio Favelli e Sue Proprie Mani di Adrian Paci e Roland Sejko (lavoro che i due artisti hanno donato al museo) entrambe frutto di una riflessione sulla nostra storia più recente (fino al 7 giugno). La nuova tappa del progetto di ricerca dedicato alle piattaforme indipendenti, The Independent, con i focus su Nero Magazine e sul gruppo SMU – research e lo scrittore francese Philippe Vasset (fino al 3 maggio). Local Icons. Greetings from Rome. Progetto Alcantara – MAXXI (fino al 7 giugno), a cura di Domitilla Dardi e Giulio Cappellini, con oggetti di sette designer ispirati a Roma e realizzati in Alcantara.

Tra i progetti futuri, due in particolare indagano sui temi di più viva attualità:

Food. Dal Cucchiaio al Mondo a cura di Pippo Ciorra, mostra realizzata in occasione di Expo Milano 2015, che esplora la relazione fra cibo e architettura (29 maggio – 8 novembre) attraverso i lavori di 50 artisti e architetti, tra cui Frank Lloyd Wright, studio Snøhetta, Gordon Matta-Clark e Carsten Holler.

Istanbul. Passione, Gioia e Furore (dal 4 dicembre), a cura di Hou Hanru con un team di curatori internazionale, seconda tappa del progetto triennale sul Mediterraneo e il Medioriente avviato nel 2014 con la mostra sull’Iran, dedicato ora al fermento artistico di Istanbul, con il coinvolgimento di artisti turchi e non solo, che vivono e lavorano nella città.

Punto di forza del programma 2015 è l’allestimento delle collezioni in modo permanente, con ingresso gratuito per tutti dal martedì al venerdì, a partire dal 10 ottobre. Saranno esposte in un unico percorso opere di arte e di architettura in dialogo tra loro e con lo spazio, rivelando la sperimentazione alla base dei progetti culturali del MAXXI e la volontà di connessione tra le diverse discipline.

Partendo proprio dalla collezione, ad alcuni degli artisti presenti sono dedicate una serie di esposizioni, tra cui:

dal 30 aprile il nuovo importante progetto di Lara Favaretto. Good Luck (fino al 20 settembre), momento conclusivo di una lunga ricerca dell’artista sul tema degli ‘scomparsi’ che vede esposte, per la prima e unica volta tutte insieme, 18 delle 20 sculture in legno, ottone e terra dedicate a storie celebri di scomparsa, tra cui Ettore Majorana, Bobby Fischer, J.D. Salinger.

Olivo Barbieri, Immagini 1978-2014 (29 maggio-9 novembre) a cura Francesca Fabiani, ripercorre attraverso fotografie, film e video, libri e cataloghi, l’opera di uno dei più importanti autori della fotografia italiana, dagli anni Settanta a oggi. Barbieri realizzerà inoltre una nuova opera per il MAXXI che entrerà a far parte della collezione del museo.

Alle opere in collezione di Maurizio Sacripanti (29 maggio-18 ottobre) e agli stadi progettati da Pier Luigi Nervi (10 novembre-marzo 2016) saranno invece dedicati i due focus del Centro Archivi MAXXI Architettura.

A due maestri della scena artistica internazionale sono dedicate due personali: Maurizio Nannucci a cura di Bartolomeo Pietromarchi (26 giugno–18 ottobre) e Jimmie Durham a cura di Hou Hanru (4 dicembre–6 marzo 2016). Nannucci realizzerà per l’occasione un’opera site specific sulla facciata del museo che, grazie agli Amici del MAXXI, entrerà a far parte della collezione.

Alla sua quinta edizione, anche quest’anno l’estate del MAXXI sarà animata da YAP MAXXI 2015 (26 giugno-20 settembre, a cura di Pippo Ciorra), il progetto per il sostegno dei giovani talenti in architettura che presenta Great Land del gruppo romano Corte: un “parco culturale” offerto alla città.

Transformers (10 novembre- 6 marzo 2016, a cura di Hou Hanru), mostra visionaria e spettacolare, esplora la capacità di trasformazione del reale di quattro creativi/designer internazionali: il coreano Choi Jeong-hwa, l’italiano Martino Gamper, il franco-portoghese Didier Fiuza Fustino e il messicano Pedro Reyes.

Ancora ricerca e didattica nelle mostre Roma 20-25. Nuovi cicli di vita per la metropoli in collaborazione con il Comune di Roma (ottobre) e il progetto di César Meneghetti sulla diversità (20 novembre-17gennaio 2016, a cura di Simonetta Lux), realizzato con l’area educazione del MAXXI e la Comunità di Sant’Egidio.

EDUCAZIONE E MAXXI B.A.S.E.

In programma, inoltre, appuntamenti di cinema, fotografia, talk e performance, lezioni di storia contemporanea e storia della danza, laboratori didattici a cura di EduMAXXI (l’area educazione del museo), corsi di alta formazione a cura di MAXXI B.A.S.E., la biblioteca e centro di ricerca (32mila volumi e 130mila documenti in consultazione).

Tra i progetti di EduMAXXI (che nel 2014 ha realizzato oltre 400 laboratori per 19mila studenti e famiglie) si segnalano Il MAXXI tra i banchi di scuola (3 opere della collezione allestite in altrettante scuole, in un’ottica di condivisine e partecipazione) e Narrazioni da Museo a Museo che mette in dialogo il patrimonio di diverse istituzioni e coinvolge persone disagiate, in collaborazione con diverse istituzioni e associazioni.

IL MAXXI PER IL SUO PUBBLICO

Ancora di più nel 2015 il MAXXI va incontro alle esigenze del suo pubblico con nuove politiche di ticketing. Oltre all’ingresso gratuito alla collezione dal martedì al venerdì (dal 10 ottobre 2015), a partire dal prossimo 2 maggio sono previsti:

ingresso gratuito alle mostre per studenti e ricercatori universitari di arte e architettura, dal martedì al venerdì;

risparmio di 1 euro sul costo del biglietto intero (che passa da 11 a 10 €);

estensione a tutti gli under 30 del biglietto ridotto (8 €), finora valido solo per studenti fino a 26 anni;

card myMAXXI (ingresso gratuito per un anno + benefit) al prezzo di 25 € per under 30 e over 65;

MAXXI B.A.S.E.: ingresso libero per tutti alla biblioteca.

FOOD. DAL CUCCHIAIO AL MONDO | un grande progetto sulla dimensione sociale del cibo nell’anno di EXPO

ISTANBUL. PASSIONE, GIOIA E FURORE | il fermento culturale della Turchia nella seconda tappa del progetto su Medioriente e Mediterraneo

COLLEZIONE | da ottobre una galleria dedicata, ingresso gratuito 4 giorni su 6 per tutti

le personali di

LARA FAVARETTO | OLIVO BARBIERI | MAURIZIO NANNUCCI | JIMMIE DURHAM

collettive e impegno sociale

THE INDEPENDENT | YAP MAXXI 2015 | TRANSFORMERS

e per il suo pubblico

dal 2 maggio: biglietto intero da 11 a 10 € | 8 € per gli under 30 tutti i giorni

ingresso gratuito per studenti di arte e architettura da martedì a venerdì


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma