Personale di Evan De Vilde

La mostra, a cura di Cecilia Paolini, presenta alcune opere dell'artista campano Evan De Vilde, appartenenti al filone dell'Archeorealismo, movimento artistico fondato dallo stesso Evan De Vilde, e da egli portato all'attenzione del pubblico e della critica nazionale e internazionale.

L'Archeorealismo basa la sua essenza sull'utilizzo di autentici reperti archeologici, catalogati e classificati, in un contesto loro normalmente avulso, attinente alla modernità e alla contemporaneità. L'arte concettuale di Evan De Vilde crea così opere suggestive e affascinanti, capaci di suscitare pensieri profondi e al contempo ironici, basate sempre sull'inamovibile presupposto che l'opera archeologica o di antiquariato utilizzata al loro interno sia primaria, tanto centrale da essere rispettata e non intaccata in nessun modo dal processo creativo contemporaneo.

Così tutte le opere sono concepite secondo l'assioma che il bene archeologico, pur essendo compreso in un contesto nuovo e originale, sia sempre recuperabile in modo integro e restituito intatto alle generazioni future. Evan De Vilde, designer, scrittore e poeta, oltre che fondatore del DAMA Museum di Capua - polo espositivo in continua ascesa nel panorama regionale campano -, torna così a mettere in mostra le proprie opere nella Capitale, dove è già stato ospite del Museo di Arte Contemporanea di Fonte Nuova e dell'Archivio Centrale dello Stato.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma