Venerdì 7 giugno, alle ore 18:00, si inaugura presso l'Associazione TRAleVOLTE la mostra "L'ombra e il suo rovescio" di Armando Gioia, a cura di Giulia Del Papa.

Se ombra è assenza di luce è vero anche il contrario, o il suo rovescio. Nel passato come oggi è la testimonianza di una presenza, una proiezione impalpabile che significa corporeità. Una materia viva che nei contorni labili di una figura proiettata trova verità oppure portato esistenziale insito negli oggetti. È su questi temi, sullo scavare tra i ricordi e la poesia che Armando Gioia muove la propria ricerca. In un caparbio, sincero e costante lavoro sulla materia dove il ferro, il fuoco, le plastiche e il legno concorrono insieme a creare opere che vivono tra la pittura e la costruzione materica.

La mostra L'ombra e il suo rovescio presenta, dunque, un corpus eterogeneo di opere, espressione della ricerca di un artista che persegue da decenni una riflessione silenziosa e a tratti schiva, attenta in ogni caso ai temi di attualità e ai linguaggi artistici contemporanei.


"L'ombra, dunque, abbraccia e attraversa le opere di Gioia, nel suo senso primigenio, come attributo essenziale del corpo. Se nella storia essa rappresenta la prova dell'esistenza della carne, fin nei suoi valori simbolici e mistici, in questa ricerca sostanzia quella necessaria convivenza di presenza e assenza insita nella natura." (Dal testo di Giulia Del Papa).

L'OMBRA E IL SUO ROVESCIO
di Armando Gioia
a cura di Giulia Del Papa
Inaugurazione venerdì 7 giugno 2024 ore 18
Associazione TRAleVOLTE

Armando Gioia
Nato nel 1960 a L'Aquila, dove vive e lavora. Ha partecipato alla "Gran serata futurista 1909 – 1930" di Fabio Mauri nel giugno 1986 (Teatro Goldoni, Venezia); sempre con Fabio Mauri partecipa, nel marzo del 1987 presso lo studio Marconi a Milano, alla rassegna "L'immagine ARTE SCIENZA TEORIA" con la performance, su testo di Mauri, "Dio e la scena" L'esperienza dell'essere.
Nel 1986 la mostra personale presso il Centro Multimediale Quarto di S. Giusta, L'Aquila con un testo di Rolando Alfonso e la bipersonale con Oliviero Rainaldi presso il Centro "Luigi Di Sarro", con testo di Barbara Tosi. Nel 2023 la bipersonale RI-VELATO con Romanoleli presso il Centro arti visive F'ART, L'Aquila, a cura di Mariano Cipollini. Nel 2024 la personale "La memoria del segno" presso il Museo delle genti d'Abruzzo a Pescara, a cura di Mariano Cipollini.
Tra le collettive: 1986, XXXVIII Premio Michetti: Il Mare, a cura di Enrico Crispolti (Francavilla al Mare, CH). 1987 "EXPO Arte" Bari, Quinta Rassegna Nazionale; Alternative Attuali/Abruzzo87, a cura di Enrico Crispolti, L'Aquila, Forte Spagnolo. 1988 Laboratorio d'Abruzzo "RIPE 88", a cura di Enrico Crispolti, Ripe S. Ginesio (Macerata). 1989 Premio Città di Avezzano XXV Edizione 1989-90, "Presenze tra Presupposti e Tendenze nell'Attualità" mostra e catalogo a cura di Mariano Apa. 1990 Concettualità dell'Astrazione, Castello Piccolomini, Celano (AQ), a cura di Mariano Apa. 1992 XI Mostra d'Arte "Città di Penne" Biennale 1992-93 a cura di Lucia Spadano. 1999 Artisti&vent! A L'Aquila 1994 – 1999 Rassegna d'Arte Moderna e Contemporanea a cura di Antonio Gasbarrini. 2001 Tivoli e l'Aniene "Riflessi della Memoria" a cura di Roberta Ridolfi ed Enrico Sconci. 2023 "Arte e spiritualità" a cura di Giulia Del Papa e Associazione TRAleVOLTE, Monastero di S. Basilio, L'Aquila.

In occasione del vernissage si potranno degustare i vini di CASALE DEL GIGLIO.

Informazioni, orari e prezzi

Dal 7 giugno al 26 luglio 2024 dalle ore 16,00 alle 19,00 (escluso sabato e festivi)
Associazione Promozione Sociale TRAleVOLTE
direzione: Francesco Pezzini
Piazza di Porta San Giovanni, 10 - 00185 Roma
tralevolte@gmail.com
www.tralevolte.org

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Mostre