Pastelli di Paolo Cazzella, fotografie di Zeno Colantoni

Nel Salone Borrominiano della Biblioteca Vallicelliana mercoledì 21 marzo 2018 alle ore 18.00 è stata inaugurata la mostra La biblioteca incartata. Pastelli di Paolo Cazzella. Fotografie di Zeno Colantoni. Saluti di Paola Paesano, Direttore della Biblioteca Vallicelliana. Interventi di  Gianluca Tedaldi e Gianfranco Angelucci.

Paolo Cazzella pittore e Zeno Colantoni fotografo d'arte, entrambi affascinati nei rispettivi ed individuali percorsi creativi dalle opere e dalle architetture di musei e palazzi storici, s'incontrano qui per la prima volta.

Cazzella, come pittore, è solito trasferire il suo piccolo atelier nei musei o nei palazzi storici per riportare dal vero, su tela o carta, la propria interpretazione di ambienti e opere del passato.

Colantoni, fotografo, lavora sulle opere d'arte e sulle architetture – anche durante i restauri -con una personale interpretazione che supera le ordinarie modalità della "semplice fotografia".

Nel 2016 hanno lavorato nella Biblioteca all'insaputa l'uno dell'altro. Cazzella vi ha lavorato, per circa 12 giornate consecutive, seguendo la propria vocazione. Colantoni per due pomeriggi, alla ricerca di un'immagine da inserire nell'ambito dell'evento "12 libri per 12 artisti". I due, ignari dei lavori di restauro, hanno subito il fascino dell'inconsueto aspetto del luogo, e proposto  casualmente alcuni scorci analoghi, a dimostrazione ulteriore delle assonanze che possono trovarsi tra immagine pittorica e immagine fotografica.

Paola Paesano, direttrice della Vallicelliana, facendoli ora incontrare, ha inteso proporre al pubblico una mostra che raccontasse sia la condizione degli ambienti "incartati" nella plastica durante il restauro sia l'esprimersi in sincronicità di Paolo Cazzella come pittore e Zeno Colantoni come fotografo.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma