Tracce del primo conflitto mondiale sui corpi e nelle menti dei sopravvissuti

Le moderne armi di distruzione e il paesaggio devastato dal conflitto, le mutilazioni fisiche e psichiche dei soldati, la gestione dell'emergenza, gli approcci terapeutici e, là dove fu possibile, il reinserimento degli invalidi nella vita sociale e produttiva del paese costituiscono i quattro momenti fondamentali sui quali è stato realizzato il percorso della mostra curato da Ludovico Testa e da Costantino Di Sante. 

La guerra addosso, ospitata alla Casa della Memoria e della Storia dal 26 settembre al 14 novembre 2019, si propone infatti di mettere in risalto le conseguenze drammatiche provocate dalla Prima guerra mondiale sui corpi e sulle menti dei sopravvissuti.

La mostra è promossa da Irsifar (Istituto Romano per la Storia d'Italia dal fascismo alla Resistenza), Istituto Nazionale Ferruccio Parri, Associazione Nazionale fra Mutilati e Invalidi di Guerra. Casa della Memoria e della Storia è un progetto di Roma Capitale con Biblioteche di Roma, con il supporto di Zètema Progetto Cultura.

Attraverso il vastissimo materiale fotografico e documentario a disposizione sulla Grande Guerra e le fonti d'archivio custodite presso enti e organizzazioni - quali  la Croce Rossa Italiana, i comitati di assistenza agli invalidi di guerra e, in ambito regionale, l'ospedale San Lazzaro di Reggio Emilia, l'Istituto Ortopedico Rizzoli e il Museo del Risorgimento di Bologna - l'esposizione, dopo aver delineato un quadro generale dell'impatto traumatico del conflitto, focalizza l'attenzione sulla determinante opera di assistenza dispiegata dall'organizzazione sanitaria sui campi di battaglia così come nelle retrovie del fronte.

Il progetto grafico, ispirato allo stile futurista, in quanto movimento coevo e dall'impatto "deflagrante", contribuisce alla rievocazione del clima dell'epoca e a porre in risalto il contrasto tra l'entusiasmo patriottico che accompagnò l'entrata in guerra dell'Italia e le indelebili tracce lasciate dal conflitto nel corpo e nella mente di decine di migliaia di militari.

La mostra sarà inaugurata giovedì 26 settembre alle 18.00 alla Casa della Memoria e della Storia con la partecipazione dei due curatori e di Ugo Pavan Dalla Torre, rappresentante dell'ANMIG (Associazione Nazionale fra Mutilati e Invalidi di Guerra).

Nell'ambito della mostra, l'Irsifar in collaborazione con l'Anmig cura, dal 26 settembre al 14 novembre, il corso di formazione per insegnanti La vittoria mutilata e propone visite guidate per le scuole su prenotazione.

PROGRAMMA

Corso di formazione per insegnanti "La vittoria mutilata"

GIOVEDÌ 26 SETTEMBRE 2019

ore 17.00: laboratorio introduttivo per i docenti

ore 18.00: inaugurazione mostra

La guerra addosso. Tracce del primo conflitto mondiale sui corpi e nelle menti dei sopravvissuti

Interventi di: Ludovico Testa, curatore della mostra; Costantino Di Sante (Istituto Nazionale Ferruccio Parri); Ugo Pavan Dalla Torre, rappresentante dell'ANMIG (Associazione Nazionale fra Mutilati e Invalidi di Guerra)

MARTEDÌ 8 OTTOBRE ORE 15.00 -18.00

Conseguenze della grande guerra sul corpo e le menti

Visione del documentario: Scemi di guerra. La follia nelle trincee di Enrico Verra.

Antonio Gibelli (Università di Genova): I traumi nervosi e mentali dei soldati al fronte

MARTEDÌ 15 OTTOBRE ORE 15.00 -18.00

1919. Il ritorno dei reduci e il trionfo dell'ideologia

Alessandra Staderini (storica): Il dopoguerra e la situazione economica

Agostino Bistarelli (responsabile sezione didattica Irsifar): Le nuove forme della politica

GIOVEDÌ 24 OTTOBRE ORE 15.00 – 18.00

Combattentismo e Dannunzianesimo

Giovanni Sabbatucci (La Sapienza Università di Roma): Il movimento politico degli ex combattenti

Joel Valifuoco (docente ricercatore): D'Annunzio e la Reggenza italiana del Carnaro

MARTEDÌ 5 NOVEMBRE ORE 14.30 – 18.00

Le armi di distruzione di massa: storia e conseguenze nelle guerre contemporanee

Gianluca Fiocco (Università di Roma Tor Vergata): Dall'aeroplano alla bomba atomica

Antonio Rainone (chirurgo di Emergency): L'esperienza di un chirurgo di guerra, impegnato con Emergency dal 2003. Questo incontro si terrà presso la sede dell'ANMIG-Roma

GIOVEDÌ 14 NOVEMBRE ORE 15.00 – 18.00

Incontro conclusivo per i docenti

Restituzione lavori di autoformazione degli insegnanti

Per la prenotazione delle visite guidate per le scuole: irsifar@libero.it

Alla Casa della Memoria e della Storia la mostra foto – documentaria.

"LA GUERRA ADDOSSO". Tracce del primo conflitto mondiale sui corpi e nelle menti dei sopravvissuti

L'esposizione, a ingresso libero, mette in risalto l'impatto traumatico 

della Grande Guerra e l'opera di assistenza sui campi di battaglia e nelle retrovie 


Parteciperai? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma