Un'opera pensata appositamente per la Sala Santa Rita di Roma

Dopo aver letteralmente infiammato il Teatro Argentina con il suo Lumière III, performance per laser, musica e figure astratte, Robert Henke torna a REf18 con le sue spericolate sperimentazioni luminose. Linee e Punti No. 1 è un'opera site specific pensata appositamente per la Sala Santa Rita di Roma.
Ed è proprio questo spazio a spingere l'artista, musicista e ingegnere informatico tedesco a creare un vero e proprio dialogo tra l'architettura e un organismo elettronico animato ancora una volta dai laser e dal suono.
Fasci di luce accarezzano le pareti, punti e griglie saltano sul pavimento e cercano di comprendere, in una danza algoritmica senza fine, i meccanismi che rendono vivo lo spazio. «Questa non è un'installazione» afferma d'altronde lo stesso Henke «ma qualcosa di vivo, una geometria che respira lentamente all'interno di una forma solida».

Cosa c'è al centro di mondi differenti e, solo in apparenza, lontani? Per la trentatreesima edizione di Romaeuropa Festival al centro ci sono le storie, tutte le visioni e suoni dei suoi 300 artisti ospiti. Al centro c'è la danza, il teatro, l'arte visiva analogica e digitale, la performance e lo spettacolo dal vivo, come strumenti e mezzi in grado di mettere in comunicazione idee e realtà agli antipodi. Dal 19 settembre al 25 novembre quattro continenti convergono tutti al centro della città eterna, trasformando Roma nel cuore dello scambio tra mondi, tra diversità culturali e geografiche, che si amalgamano in una sola, grande narrazione, che noi chiamiamo Romaeuropa Festival 2018.

Appartiene ad un evento principale:


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma